Lampade fluorescenti vs LED

Meglio i LED o le lampade fluorescenti ? La risposta a quanto pare non è facile, vediamo per esempio come migliorare l’illuminazione di ambienti lavorativi con l’utilizzo di lampade fluorescenti ad alto CRI, il cosiddetto Indice Rendering Colore.

Per descrivere la resa cromatica delle sorgenti luminose di colore è stato sviluppato il cosiddetto indice rendering colore (abbreviazione CRI). Egli si basa in linea di principio sulla misurazione della luce a lunghezze d’onda definite o colori (colori pastello). Anche se non è stato preso in considerazione tutto lo spettro fornisce una buona indicazione della qualità della luce.

Lampadine tradizionali hanno per definizione, il valore di CRI=100. Lampade con un indice di colore superiore a 80 indicano già una buona qualità della luce. L’utlizzo di LED, secondo me, avrebbe fatto risparmiare ulteriormente; per capire il vantaggio energetico bastano pochi numeri. L’efficienza luminosa, ovvero il rapporto tra il flusso luminoso e la potenza elettrica assorbita, espresso in lumen per watt (lm/W), è fino a dieci volte migliore di quella delle incandescenti e quattro volte maggiore di quella delle cosiddette lampade a basso consumo. Nelle lampadine tradizionali, a incandescenza, la corrente elettrica viene dapprima trasformata in calore, con il 90% dell’energia che viene persa. I led al contrario trasformano la corrente elettrica direttamente in luce. Non passa mese che non si annunci un’ulteriore miglioramento in termini di resa energetica. La durata media è di almeno 15.000 ore, 15 volte di più delle lampade a incandescenza e il triplo delle fluorescenti. A differenza di queste ultime, inoltre, hanno una resa cromatica più ampia, si accendono immediatamente e non necessitano di un lasso di tempo per funzionare a pieno regime.”

Le poche caratteristiche negative principali dei Led sono:

- costo iniziale di investimento notevole rispetto le altre fonti luminose.

- limitazione dei singoli Led a basse potenze (max 5-10W);

- mancanza del fascino antico, anche di luce, come quello prodotto dalla lampada ad incandescenza enecessità di installare un trasformatore, per adattarlo agli impianti a corrente alternata a 220V.

Il rendimento delle lampade a fluorescenza come quelle usate in questa applicazione raggiunge valori di 80/90 lumen per watt. La loro vita media può arrivare a 10.000 ore di lavoro. Queste lampade per essere attivate necessitano di un componente elettronico. Tra queste lampade sono da segnalare le lampade ad alta frequenza che presentano caratteristiche come durata sino alle 12.000 ore ed una emissione sino 100 lumen/watt. In commercio vi sono oramai numerosi tipi di lampade fluorescenti compatte con attacco standard E27 (attacco a vite grande) od attacco E14 (attacco mignon), che hanno una efficienza luminosa tra i 40 ed i 60 lumen/W. Molto spesso la luce emessa falsa i colori e non risulta gradevole e quindi adatta all’uso abitativo o di ufficio per cui la loro applicazione viene relegata ad usi industriali.

 

Per uso abitativo o di ufficio (con resa cromatica simile alle lampade a filamento) si sono recentemente diffuse numoerosi tipi di lampade fluorescenti compatte. Le caratteristiche positive principali delle lampade fluorescenti compatte:

- basso consumo, ovvero alta resa in luce a parità di potenza assorbita;

- possibilità di scelta di varie gradazioni di colore;

- larga diffusione commerciale di tipologie, potenze e forme;

- maggiore durabilità rispetto alle lampade ad incandescenza;

- prezzo iniziale di acquisto relativamente basso.

Le caratteristiche negative principali delle lampade fluorescenti compatte sono:

- emissione di luce con gradazione cromatica spesso non piacevole;

- lentezza nelle accensioni e ritardo nel raggiungimento del valore standard di luminescenza;

- la lampada fluorescente per accendersi ha bisogno di una scarica iniziale, quindi non è adatta dove si accende e spegne la luca molte volte e si soggiorna a breve, in quel caso è consigliabile una lampadina vecchia come quelle a filamento.

- emissione di radiazione ultravioletta;

- emissione di calore;

One Response

  1. giacomobarresi 26 ottobre 2011

Leave a Reply