Home
Accesso / Registrazione
 di 

Linux su iPad con iLIVEx

iLIVEx permetterà di avere Linux su iPad e visualizzare i siti in Flash

Per avere Linux su iPad è sufficiente installare iLIVEx di StarNet. Ma che cos’è iLIVEx? Si tratta di un client X11 veloce e sicuro che trasforma l’Apple iPad in un terminale X per Linux e Unix. iLIVEx, permette di gestire più applicazioni contemporaneamente, dispone di un protocollo di trasferimento dati che utilizza connessioni 3G e permette anche di vedere i siti web e le applicazioni realizzati in Flash.

Come avere Linux anche sull’iPad

Se avete sempre desiderato avere Linux sul vostro iPad, finalmente è arrivato il momento per riuscirci. In questi giorni, infatti, StarNet ha annunciato la creazione di iLIVEx, che permetterà proprio di ottenere questo risultato, senza aver bisogno di procedure complicate o addirittura illegali!

iLIVEx è un client X11 veloce, sicuro e fault-tolerant che trasforma l’Apple iPad in un terminale X per Linux e Unix. Esso consente agli utenti che possiedono un iPad di connettersi a desktop Unix e Linux e alle applicazioni presenti in remoto sui server UNIX e Linux.

iLIVEx dispone di un protocollo di trasferimento dati che consente prestazioni simili alla LAN, anche su connessioni 3G. Le sue connessioni possono anche essere eseguite su tunnel SSH crittografati in modo sicuro. La persistenza della sessione consente agli utenti di riconnettersi al loro desktop remoto se l’iPad dovesse perdere la connessione, se fosse spento o se l'utente passasse temporaneamente a un’altra applicazione iPad.

iLIVEx è inoltre progettato per fornire agli utenti non-Linux la possibilità di eseguire un desktop remoto. Con l'acquisto di iLIVEx, StarNet offre infatti un account gratuito su un desktop Linux StarNet ospitato da un server Linux. Il loro utenti che usano un desktop remoto possono guadagnare un certo numero di funzionalità non attualmente disponibili sull’iPad.

Le funzionalità di Linux su iPad

Queste funzionalità di iLIVEx che porta Linux su iPad includono prima di tutto la visualizzazione Flash: in Firefox, lavorando sui loro desktop remoti su Linux, iLIVEx per iPad consente agli utenti di lavorare con i siti web basati su Flash e sulle applicazioni. In secondo luogo si ha un vero e proprio multi-tasking: con iLIVEx utenti possono lavorare su più applicazioni da ufficio (videoscrittura, posta elettronica, fogli di calcolo, ecc) contemporaneamente, così come copiare e incollare dati tra di loro. Gli utenti si possono ricollegare al loro desktop remoto Linux o Unix in qualsiasi momento, anche dopo che l'iPad è stato disconnesso dalla rete. Nessun lavoro viene perso a causa della disconnessione dell’iPad. Infine, gli utenti possono passare senza problemi tra i loro desktop remoti su iPad, PC Windows, Linux e Macintosh.

"Gli amministratori, gli ingegneri, i tecnici di sistema e di rete possono ora accedere ai desktop remoti Linux e alle applicazioni al di fuori del loro ufficio, sia in una sala conferenze o su un autobus di pendolari o in treno. Questo richiede l'accesso remoto X11 desktop a un nuovo livello di mobilità che migliora in modo significativo la produttività degli utenti finali ", ha detto Steven Schoch, co-fondatore e amministratore delegato di StarNet, un’azienda fondata da un gruppo di ingegneri della Silicon Valley nel 1989.

Quanto costa avere Linux su iPad? iLIVEx costa 14,99 $ e per il momento è disponibile su App Store solo negli Stati Uniti e Canada. StarNet sarà in grado di venderlo in tutto il mondo tra circa 30 giorni, dopo che il governo degli Stati Uniti avrà dato l’autorizzazione alla società per esportare il codice di crittografia SSH di iLIVEx. Inoltre, StarNet offre agli acquirenti iLIVEx una licenza gratuita di prova di sei mesi per il client desktop X11 StarNet per Windows, Linux e per la piattaforme workstation Macintosh.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Anonimouse

Visto che la gente che

Visto che la gente che scrive, capisce sempre ciò che scrive e di cui si parla, ESATTAMENTE i cosidetti "client X11" sono i vari programmi che si connettono al SERVER X11, il quale a sua volta gestisce la scheda grafica, mouse, tastiera, etc...

Quindi, quello -che credo StarNet voglia mettere in commercio sull'AppStore è un SERVER X11.

http://it.wikipedia.org/wiki/X_Window_System

La solita (consolidata oserei dire) nomenclatura per identificare "terra terra" i ruoli CLIENT/SERVER come LOCALE/REMOTO, nel caso di X Window System (X11), è invertita:

i client sono i programmi che usufruiscono di un servizio (accesso a dispositivi per visualizzare l'output e interagire con l'utente), non sono eseguiti diciamo pure localmente, ma su mainframe :) distanti anche km.

il server, ovviamente, è quello che fornisce la visualizzazione grafica, ha dispositivi che interagiscono con l'utente, che per forza di cose è DAVANTI alla postazione (e quindi LOCALE!).

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 16 utenti e 92 visitatori collegati.

Ultimi Commenti