Home
Accesso / Registrazione
 di 

Maggiore sicurezza con il software LIA per defibrillatori

Il software LIA per defibrillatori riduce del 50% il rischio di scosse inutili al paziente

Il software LIA per defibrillatori, grazie ad un monitoraggio costante del dispositivo ICD, riduce del 50% il rischio di scosse inutili al paziente, migliorando la qualità della vita. Ogni anno negli Stati Uniti 114mila persone si sottopongono a interventi per impiantare o sostituire un defibrillatore cardiaco: un dato che fa riflettere sull’importanza dello studio sul software LIA per defibrillatori, finanziato dalla Medtronic Inc.

Il software LIA per defibrillatori elimina le scosse inutili

Il software LIA per defibrillatori potrebbe migliorare molto la vita dei pazienti. I defibrillatori cardioverter impiantabili (ICD), infatti, hanno salvato la vita di decine di migliaia di americani a rischio di morte cardiaca improvvisa a causa di gravi anomalie del ritmo cardiaco; ma questi dispositivi medici hanno ottenuto una cattiva fama negli ultimi anni, soprattutto perché i fili elettrici o che collegano l'ICD al cuore a volte possono danneggiarsi, portando i pazienti a ricevere scosse inutili e dolorose.

Ora, un nuovo studio suggerisce che i medici possano ridurre della metà il rischio relativo di danni accidentali semplicemente scaricando il software aggiornato dell’ICD durante una visita di routine nell’ambulatorio. Il Lead Integrity Alert (LIA) software controlla il dispositivo per segnali elettrici sospetti sei volte al giorno, e se vengono rilevati problemi, avvisa il paziente con un segnale acustico ogni quattro ore, secondo lo studio che è stato pubblicato il 27 settembre.

Al contrario, i software standard ICD monitorano di solito il dispositivo per eventuali segni di rotture e altri problemi meccanici solo una volta al giorno, e informa il paziente di eventuali anomalie con un avviso unico, alla stesso ora di ogni giorno. Il più grande vantaggio, ha detto l'autore dello studio, il Dott. Charles Swerdlow, un elettrofisiologo cardiaco del Cedars-Sinai Institute di Los Angeles, è che il software LIA per defibrillatori è in grado di rilevare cambiamenti elettrici che segnalano una rottura del filo e permette di ricalibrare il dispositivo per ritardare gli shock inappropriati che si verificano.
"Il software rende i dispositivi meno pericolosi", ha detto Swerdlow, che è un professore clinico di medicina presso l'University of California, Los Angeles alla David Geffen School of Medicine.

Lo studio è stato finanziato dalla Medtronic Inc., che ha sviluppato il software LIA per l'utilizzo con ICD della società che sono collegate ad un tipo specifico di piombo che è stato particolarmente soggetto a rotture.
"Alcuni medici stanno insistendo per rimuovere questi dispositivi per profilassi perché sono preoccupati per le rotture, ma quello che spesso non considerano è che ci sono rischi significativi connessi con la chirurgia di sostituzione del piombo", ha osservato Swerdlow, che ha aggiunto che sperava che questi risultati incoraggino ai medici a prendere in considerazione altre opzioni prima di sostituire gli ICD.
All'inizio di quest'anno, i ricercatori hanno riferito che esiste un nuovo tipo di ICD che può essere impiantato appena sotto la pelle del paziente e che elimina la necessità di cavi elettrici. Può essere altrettanto efficace quanto i modelli tradizionali, ma gli elettrofisiologi dicono che sono necessari studi più ampi e più lunghi per dimostrare la loro sicurezza ed efficacia.

I dati dello studio sul software LIA per defibrillatori

Per lo studio del software LIA per defibrillatori, Swerdlow e i suoi colleghi hanno confrontato le esperienze di 426 pazienti prima di un intervento chirurgico per sostituire la parte danneggiata. Metà dei pazienti hanno ricevuto un monitoraggio quotidiano standard e la metà sono stati monitorati con l'aggiunta del software scaricabile LIA. Tra i pazienti che avevano il controllo standard, il 70 per cento ha ricevuto uno o più shock inappropriati, rispetto a solo il 38 per cento di coloro che sono stati monitorati con l'ausilio di software LIA. Cinque o più shock inappropriati sono stati rilasciati al 50 per cento dei pazienti che hanno ricevuto il monitoraggio standard, ma solo il 25 per cento dei pazienti con Lia.
I ricercatori hanno anche scoperto che il 72 per cento dei pazienti con il software LIA non aveva shock inappropriati, o ha avuto almeno tre giorni di preavviso per uno shock inappropriato, contro solo il 50 per cento di coloro che hanno ricevuto il monitoraggio standard.
"Gli shock inappropriati sono molto più dannosi, psicologicamente, quindi dobbiamo mirare ad eliminare ogni scossa inutile", ha detto Russo, che è un professore di medicina presso la Robert Wood Johnson Medical School di New Brunswick.
Swerdlow ha detto che altri software per ICD sono attualmente in fase di sviluppo, per rendere il dispositivo "abbastanza intelligente da sapere quando un cavo si rompe e trattenere la scossa". Ma questo progresso, ha detto, "è una cosa molto più complicata perché il rischio di sbagliare è veramente alto”.
L’American Heart Association stima che ogni anno negli Stati Uniti 114.000 pazienti si sottopongano a un intervento chirurgico per impiantare un ICD o sostituirlo. Questo dato fa capire l’importanza di trovare un modo per far funzionare al meglio questi dispositivi.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Ultimi Commenti