Home
Accesso / Registrazione
 di 

Nuovi dispositivi per la risonanza magnetica made in Toshiba

Toshiba ha rinnovato i macchinari per la risonanza magnetica, diminuendo lo stress per il paziente

La risonanza magnetica ha fatto nuovi progressi: i macchinari Vantage Titan System d’ora in avanti funzioneranno meglio e più velocemente grazie alle 32 bobine che compongono il nuovo nucleo della macchina. Il paziente potrà anche fare l’esame in piedi, tenendo la testa fuori, evitando una buona dose di stress e i problemi di claustrofobia.

Il progresso della risonanza magnetica

Toshiba, società leader nel mondo della tecnologia, ha annunciato un nuovo macchinario da 32 bobine che consente alla società di Vantage Titan System di produrre immagini migliori della testa e del cuore. Oltre a migliorare la risoluzione, Toshiba sostiene che le nuove bobine riducono il tempo necessario per ottenere le immagini.

Particolarmente adatto per l'imaging cardiaco, la bobina da 32 elementi consente un più alto rapporto segnale-rumore e migliora la qualità dell'immagine per consentire diagnosi più accurate del muscolo cardiaco. La bobina riduce significativamente il tempo di esame, consentendo fattori di SPEEDER superiori, che possono aumentare il risultato del reparto di imaging, nonché limitare il tempo che i pazienti trascorrono nel macchinario. Oltre a esami più veloci, i pazienti beneficiano anche durante le procedure per il cuore perché i tempi di apnea richiesti sono più brevi. Questi benefici migliorano la qualità dell'immagine e riducono lo stress del paziente e l'ansia spesso associata agli esami.

Per migliorare la qualità d'immagine e migliorare la velocità di esami della risonanza magnetica, Toshiba America Medical Systems, Inc. ha introdotto le bobine nella sua nuovissima linea di prodotti Vantage Titan. L'innovazione è disponibile sia su Vantage Titan 1.5T MR che sulla versione 510k. Inoltre, è in attesa di essere predisposta anche per Vantage Titan 3T MR. In tutti questi casi il macchinario da 32 bobine migliorerà la risoluzione spaziale e temporale per l'imaging cardiaco avanzato e quello in ambito neurologico.

Meno stress per i pazienti nella risonanza magnetica

La risonanza magnetica, ideata e messa a punto negli anni Ottanta, è un esame diagnostico che permette di visualizzare l'interno del corpo umano senza effettuare operazioni chirurgiche o somministrare radiazioni ionizzanti. Il principio di funzionamento della risonanza magnetica è estremamente complesso. Semplificando, si può dire che gli atomi del corpo emettono dei segnali che vengono captati da un rilevatore elettronico, che li trasmette ad un computer dove verranno analizzati ed elaborati.

Il nuovo macchinario a 32 bobine sviluppato dall'industria leader Vantage Atlas ha un sistema integrato, che elimina la necessità di riposizionare i pazienti durante la risonanza magnetica, integrando le bobine nella tabella, per la gestione di un esame più veloce e più confortevole. Il sistema consente inoltre di effettuare l’imaging in piedi per molti esami, permettendo ai pazienti di tenere la testa fuori dal foro del macchinario. Molti pazienti, infatti, sono molto nervosi mentre subiscono un esame RM, a causa della claustrofobia. Effettuare l’imaging della risonanza magnetica in piedi aumenta la sensazione di apertura.

"Le bobine RM forniscono ai medici immagini ad alta risoluzione e il nuovo elemento di 32 bobine cardiaco è in espansione", ha detto Stuart Clarkson, direttore, MR Business Unit di Toshiba. "L'aggiunta del nuovo macchinario a 32 bobine è un elemento che consente di continuare a migliorare l'esperienza del paziente e aumentare la possibilità di una rapida e accurata diagnosi."
Un altro successo quindi per Toshiba, un’azienda fondata nel 1875, che oggi gestisce una rete globale di oltre 742 aziende con un fatturato di più di 69 miliardi dollari

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Edi82

Davvero un'ottima

Davvero un'ottima invenzione: io mi sono sottoposta una volta alla risonanza magnetica e devo dire che è davvero molto fastidiosa. Ma questa nuova tecnologia elimina anche la necessità del mezzo di contrasto usato in alcuni tipi di risonanza?

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 1 utente e 22 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti