Portable Ubuntu per Windows

Portable Ubuntu per Windows

Che cosa si intende con il termine Portable Ubuntu? Portable Ubuntu per Windows è un sistema Ubuntu compatto ma anche completo che può essere eseguito direttamente nell’ambiente Windows proprio come se fosse una normale applicazione software progettata per quel sistema operativo.

Ubuntu è oggi una delle distribuzioni Linux più popolari: è immediata, facile da usare, ha un aspetto molto carino ed il suo utilizzo si è ampiamente diffuso in tutto il mondo.
Il termine portable ha recentemente aumentato la sua popolarità grazie al fatto che oggigiorno applicazioni che occupano anche centinaia di megabyte possono essere facilmente installate su unità di massa USB a basso costo e con elevate capacità (tipicamente si tratta di chiavette USB oppure di hard disk USB esterni).

Le applicazioni di tipo portable sono molto utili perchè ci permettono di usare I nostri strumenti ed applicazioni Linux preferiti anche quando ci si sposta su macchine che hanno Windows come sistema operativo.

Portable Ubuntu per Windows è basata su un progetto precedente chiamato andLinux, ed è un sistema composto dal Colinux Kernel, da Xming X server e dal Pulse Audio server per Windows.Portable Ubuntu presenta inoltre lo stesso desktop basato su GNOME con colorazione arancio come la popolare distribuzione Linux da cui è derivato. Xming è una versione di X server specificatamente orientata al sistema operativo Windows. Pulse Audio è un server audio per gli ambienti Win32 e Posix che agisce come interfaccia tra l’applicazione ed il sistema audio nativo di Windows. Colinux Kernel è uno tra i numerosi porting del kernel Linux sotto Windows; permette l’esecuzione del kernel Linux come un processo stand-alone con uno spazio di indirizzamento separato, e cooperando con il sistema operativo Windows quando occorra eseguire le operazioni di basso livello.

La figura seguente da un’idea dell’aspetto esteriore di Portable Ubuntu quando è in esecuzione su una macchina con sistema operativo Windows.

Vediamo ora i passi su cui si articola la procedura che consente di preparare ed installare Portable Ubuntu su una chiavetta di memoria USB, oppure su un hard disk USB esterno, oppure ancora su una normale directory dell’hard disk. Occorre fare attenzione che la corrente versione di Portable Ubuntu richiede circa 1.85 Gb di spazio libero sull’unità di memoria: io ho usato una chiavetta USB da 2 Gb ed ha funzionato correttamente.

Come installare Portable Ubuntu per Windows

La prima operazione da eseguire è quella di scaricare da questo sito la versione di Portable Ubuntu correntemente disponibile ed eventualmente aggiornata rispetto alle precedenti. Il file dovrebbe avere questo nome: Portable_Ubuntu.exe, e la sua dimensione è approssimativamente pari a 450 Kb.
Una volta scaricato il file, occorre mandarlo in esecuzione (si tratta di un’applicazione auto-installante). Vi verrà richiesto solamente di scegliere dove copiare i file di Portable Ubuntu (scegliete in base al tipo di supporto di massa che avete prescelto). Se decidete di eseguire l’installazione su una chiavetta USB, sarebbe forse meglio eseguire l’estrazione prima sull’hard disk e successivamente copiare l’intero albero della directory (il suo nome è Portable_Ubuntu) sull’unità di massa rimovibile: ciò consente in genere di risparmiare un pò di tempo.

Successivamente, è sufficiente eseguire il programma batch run_portable_ubuntu.bat nella directory Portable_Ubuntu: questo è tutto! Ubuntu verrà eseguita e la tipica barra di menu comparirà nella parte superiore del vostro schermo, come mostrato nelle figure seguenti.

Le caratteristiche di Portable Ubuntu per Windows

Portable Ubuntu per Windows presenta queste caratteristiche rimarchevoli:

  • Funziona realmente, almeno nella maggiorparte dei casi e sulla maggiorparte dei PC. Personalmente ho potuto provarla suI mio portatile (con processore Intel dual core e 2 Gb di RAM) ed è veramente impressionante
  • E’ portabile e può essere copiata su una chiavetta di memoria con almeno 2 Gb di spazio libero
  • E’ in grado di accedere al file system di Windows, e può leggere e/o scrivere file sotto Windows (è sufficiente puntare alla directory /mnt/C per vedere il file system di Windows)
  • Viene eseguita sotto Windows come un’applicazione stand-alone e funziona anche con I sistemi dual-monitor
  • E’ possibile aggiornare l’applicazione installando nuovi pacchetti tramite il tool Synaptic. Se intendete fare ciò, tenete presente che l’utente di default creato in Portable Ubuntu si chiama pubuntu, e la sua password è 123456
  • Aiuta le persone con poca o senza alcuna esperienza con l’installazione del sistema operativo Linux a disporre di un ambiente Linux funzionante e pronto all’uso, avvicinandole all’affascinante mondo, sempre portatore di nuove idée e di creatività, del software open-source. In effetti, Ubuntu ha basato la sua popolarità proprio sulla sua semplicità di installazione ed aggiornamento, per lo meno se confrontata con altre distribuzioni Linux, ed è stata quasi subito disponibile con una versione su DVD bootable che non richiedeva alcuna installazione.

Conclusioni

Portable Ubuntu per Windows è uno strumento valido perchè permette di usare una distribuzione Linux su machine diverse, semplicemente spostando una piccola, leggera, e trasportabile unità di massa. Inoltre, può essere aggiornata senza modificare il sistema sul quale viene eseguita. Nonostante ciò, alcuni utilizzatori di Linux “puri”, storcono il naso quando sentono parlare di progetti come Portable Ubuntu: essi sostengono che una distribuzione Linux portabile ospitata su una macchina con sistema operativo Windows non è comparabile con una distribuzione reale di Linux. Bene, probabilmente avranno ragione, tuttavia progetti come questo sicuramente porterà nuovi utilizzatori più vicini a Linux ed al mondo dell’open-source.

Riferimenti

La home page di Portable Ubuntu per Windows su SourceForgeNet

Leggi la versione inglese: Portable Ubuntu for Windows

STAMPA     Tags:,

Leave a Reply