Home
Accesso / Registrazione
 di 

Ricarichiamo il nostro mouse wireless da usb

mouse wireless usb

L'utilità di avere sulla propria scrivania un mouse wireless è ormai indiscutibile, in questo articolo vediamo come inserire all'interno di un mouse wireless, una batteria li-ion; ciò al fine di renderla ricaricabile tramite usb.

L'utilità di avere sulla propria scrivania un mouse wireless è ormai indiscutibile, niente più fili, tutto più ordinato. Ma come ben sapete, questa comodità ha un prezzo da pagare in termini di consumi di energia, ed ogni dispositivo wireless che vanti l'assenza totale di fili, necessita di essere alimentato a batterie (ricaricabili o no). In altre parole più comodità equivale a più consumo di batterie. Questo discorso poroprio non deve essere andato giù ad un ragazzo americano appassionato di elettronica, il quale ha ben pensato di integrare all'interno del proprio mouse una batteria Li-ion, rendendola peraltro ricaricabile tramite USB. L'idea è semplicemente quella di adattare la tensione in uscita dalla batteria Li-ion, alla tensione di lavoro di un mouse (solitamente 1.2 V); inoltre bisogna prevedere un circuito per ricaricare la batteria. In questo progetto si è scelto, per evidente comodità di utilizzo, di ricaricare la batteria mediante USB. Scomponiamo quindi la parte elettronica da realizzare in due circuiti: il primo circuito è quello che dovrà rendere utilizzabile dal mouse, la tensione in uscita dalla batteria, pertanto viene naturale pensare ad un convertitore DC-DC che faccia questo. in commercio esistono diversi circuiti integrati adatti a tale scopo, uno di questi è il MC34063; tale circuito è in grado di fornire in uscitra una tensione di 1.25V a fronte di una tensione di ingresso compresa tra 2.7 e 4.2 V. L'integrato in questione è ampliamente usato nell'ambito elettronico, in quanto a seconda della configurazione del circuito in cui viene inserito, può fornire livelli di tensione più alti o più bassi della tensione di ingresso. Navigando in rete ho trovato un design tool che assegnati i parametri di ingresso e di uscita, permette di determinare i valori di tutti gli elementi circuitali necessari a soddisfare le specifiche; la tensione di ingresso a tale circuito deve necessariamente essere compresa tra 3 e 40 V.

Il secondo integrato di grande interesse utilizzato in questo progetto, è il MAX1555;  si tratta di un IC in grado di ricaricare batterie Li+ (a singola cella) direttamente da USB. Tale integrato accetta in ingresso tensioni comprese tra 3.4 e 7 V, non necessita di FET o diodi esterni, ed è dotato di un sistema termico di protezione che limita in maniera graduale la corrente di carica (quindi non spegnendo completamente il dispositivo)  qualora la temperatura dovesse avvicinarsi alla zona critica. Altra interessante caratteristica è quella di prevedere una corrente max di 100mA quando connesso direttamente ad una porta USB, mentre nel caso di connessione ad un adattatore DC, setta la massima corrente a 240mA. Visti gli elementi circuitali utilizzati, vediamo ora come assemblare il tutto:

 

La soluzione migliore sembra essere quella mostrata nella foto, e può essere attuabile nella maggior parte dei casi: la batteria viene fatta alloggiare nella parte superiore dell'involucro del mouse, mentre il circuito di ricarica viene posto nella parte posteriore in basso, così facendo il connettore USB è facilmente accessibile.

Gli spunti forniti da questo piccolo progetto sono interessanti più che altro per quanto riguarda le soluzioni trovate a problemi che di certo incontreremo in svariate altre situazione, tuttavia credo che la tecnologia sia comoda quando non forza le nostre abitudini; personalmente non riesco a rinunciare al mio mouse con filo, ciò perchè non vorrei avere il pensiero di dover mettere periodicamente a ricaricare anche il mouse. Ai meno pigri di me che invece volessero realizzare questo progetto, consiglio di guardare il video how-to in fondo alla pagina, mentre gli schemi elettrici (con componenti già dimensionati), li trovate a questo link.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Anonimo

interessante utilizzo

interessante utilizzo dell'MAX1555. L'MC34063 è tanto utile quanto il 555, la gente lo ha addirittura utilizzato per fare riscaldatori ad induzione, perché il circuito è molto simile e il chip può essere adattato senza compromettere nessuno dei suoi limiti di sicurezza operativa, idem per i caricabatterie NiMH.

ritratto di Vittorio Crapella

Calcolatore per MC34063

Per calcolare i componenti in base alle proprie esigenze quando si utilizza
l'MC34063
http://www.nomad.ee/micros/mc34063a/index.shtml

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ultimi Commenti