Home
Accesso / Registrazione
 di 

Rilasciato Dropbox 1.0 con la nuova sincronizzazione selettiva

Dropbox 1.0 si caratterizza per la nuova sincronizzazione selettiva

Dropbox 1.0 presenta alcune novità interessanti, tra le quali spiccano la sincronizzazione selettiva, l’indicatore di supporto Applet e un motore molto più efficiente sul lato client. La sincronizzazione selettiva permette di scegliere quali delle cartelle Dropbox si desidera sincronizzare con ogni computer, funzionalità molto utile se si dispone di una cartella Dropbox molto grande e si desidera sincronizzare solo alcuni file con un netbook.

Dropbox e la nuova versione 1.0

Dropbox 1.0 è stato presentato in questi giorni. Questa versione è attesa da molto tempo ed è un importante aggiornamento per Windows, Mac e Linux. Dropbox è un software multipiattaforma cloud based che offre un servizio di file hosting e sincronizzazione automatica di file tramite Web. Dropbox si basa sul protocollo crittografico SSL, ed i file immagazzinati, accessibili tramite password, vengono criptati tramite AES.

Per gli utenti Ubuntu, i cambiamenti più grandi con DropBox 1.0 includono l'introduzione della sincronizzazione selettiva, l’indicatore di supporto Applet, e un motore molto più efficiente sul lato client.

In passato, Dropbox era costretto a sincronizzare tutto nella cartella Dropbox con tutte le macchine, il che rendeva impraticabile la sincronizzazione con i netbook. Ora, la funzione di sincronizzazione selettiva permette di scegliere quali delle cartelle Dropbox si desidera sincronizzare con ogni computer. Ciò è particolarmente utile se si dispone di una cartella Dropbox molto grande e si desidera sincronizzare solo alcuni file con un netbook o con un altro computer con lo spazio disco limitato.

Dropbox 1.0 utilizza l’applet di Ubuntu con l'indicatore al posto di una tradizionale icona del sistema. Pur non essendo un grande cambiamento, questo mantiene Dropbox in armonia con gli indicatori di applicazione standard. Gli sviluppatori hanno inoltre aggiunto alcune nuove funzionalità nel menu indicatore come "Files cambiati di recente" (“Recently Changed Files”) e la capacità di mettere in pausa velocemente la sincronizzazione.

Sembra che Dropbox non stia programmando un aggiornamento automatico alla nuova versione. Nel frattempo, è possibile forzare il vecchio Dropbox per aggiornarlo. Il procedimento da seguire è quello di stoppare Dropbox. Poi, nella directory di backup inserire il seguente comando da terminale:

mv ~ /. set-dist ~ /. set-dist.OLD

A questo punto riavviare DropBox, che dovrebbe essere pronto a scaricare il motore di Dropbox, facendo l'aggiornamento di Dropbox alla versione 1.0!

Come installare Dropbox

Se non avete mai usato prima Dropbox, potreste decidere di provarlo proprio ora con la nuova versione. Per prima cosa bisogna cliccare sul grande pulsante download nella prima pagina e scegliere i 32-bit o 64-bit download per Ubuntu. Questo pacchetto installa il supporto Dropbox in Nautilus e poi vi verrà chiesto di riavviare Nautilus e far partire Dropbox. A questo punto verrà richiesto di scaricare il motore proprietario Dropbox. Una volta che Dropbox è stato scaricato, un setup wizard guiderà attraverso il resto del processo di installazione.

Alcuni utenti di Ubuntu preferiscono avere tutte le loro icone di applet match e le icone di default in bianco e nero. Ci sono vari set di icone in bianco e nero che è possibile utilizzare per ottenere icone tutte con lo stesso aspetto. Nel forum di Dropbox è possibile scaricare le icone ed estrarre il set appropriato nella directory. Le icone vanno salvate nella vostra home directory. Ora dovete riavviare Dropbox e dovreste vedere le icone che avete scelto al posto delle icone di default di Dropbox che sono blu.

Cosa ne pensate di questa ultima versione di Dropbox, Dropbox 1.0? Soddisfa le vostre aspettative ed i requisiti per il cloud storage?

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 3 utenti e 52 visitatori collegati.

Ultimi Commenti