Home
Accesso / Registrazione
 di 

Il tablet Samsung Galaxy vietato in Europa

Il tablet Samsung Galaxy vietato in Europa

Apple ha ottenuto un'ingiunzione temporanea che impedisce alla Samsung Electronics di distribuire il tablet Samsung Galaxy da 10.1 pollici in tutti i paesi dell'Unione Europea ad eccezione Paesi Bassi.

Il ban è stato emesso da una Corte Distrettuale di Düsseldorf, di cui Samsung non ne era a conoscenza.

L'ingiunzione è basata sulla affermazione che il tablet Galaxy viola un progetto europeo comunitario relativo all'iPad 2, una forma di diritti d'autore di progettazione. Non si sa per quanto tempo l'ordine temporaneo resterà in vigore. Il Galaxy 10.1 era da poco andato in vendita nel Regno Unito e in tutta Europa.

Apple e Samsung avevano già scambiato cause attinente negli Stati Uniti, Corea del Sud e Germania, relativo alla violazione di brevetto. Apple ha sempre sostenuto che Samsung ha copiato pedissequamente il look-and-feel di iPhone e iPad.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di brazov2

Samsung sara' leader

Il fatto che Apple abbia attaccato in questo modo Samsung e' segno evidente che ha paura del rivale. Vedremo ....

ritratto di jonitorinco

qualcosa si muove

LONDRA (Reuters) - Samsung può tornare a vendere il suo tablet Galaxy, concorrente dell'iPad, in buona parte del Vecchio continente, dopo che un tribunale tedesco ha rivisto un'ingiunzione adottata su richiesta della Apple.

La corte regionale di Dusseldorf ha detto che resta da accertare se la sua autorità si estenda alle imprese internazionali operanti fuori dalla Germania, il che restringe al solo territorio tedesco l'ambito di applicazione del divieto imposto in via preliminare a Samsung Electronics la settimana scorsa.

La linea Galaxy di mini-computer viene considerata come la più credibile alternativa all'iPad di Apple, che ha provocato un terremoto nel mercato vendendo 30 milioni di pezzi dal suo lancio un anno e mezzo fa.

Apple e gli altri produttori si sono mossi con aggressività per difendere le loro proprietà intellettuali in mercati maturi, specialmente contro il sistema operativo Android di Google che gira sul tablet Samsung Galaxy 10.1.

Android, l'ultimo venuto nel mercato della tecnologia mobile, è diventato un bersaglio da quando si è trasformata nella più popolare piattaforma per gli smarphone. Google è relativamente priva di difese, perché possiede pochi brevetti wireless, al contrario dei rivali da più tempo sul mercato.

Ieri Google ha comprato Motorola Mobility, la società che discende dalla vecchia Motorola, pioniere nei telefonini, per 12,5 miliardi di dollari, soprattutto per mettere le mani sul suo ampio portafoglio di brevetti.

Il tribunale di Dusseldorf ha detto che il divieto di applica solo alla Germania e alla divisione tedesca di Samsung, la Samsung GmbH, in tutta l'Unione europea. Un'udienza della causa legale è prevista la prossima settimana.

Samsung ha detto in un comunicato: "Aspettiamo solo di avere l'opportunità di riaffermare i nostri diritti di proprietà intellettuale nell'udienza prevista il 25 agosto".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

ritratto di Emanuele

Caduta di stile da parte di

Caduta di stile da parte di Apple, a mio avviso....
ma come Jobs si vanta sempre di lanciare le mode, di essere il piu copiato, di essere un innovatore, poi però la Apple è pronta a dare battaglia alla Samsung. Allora la battaglia tecnologica non si vince con le innovazioni, ma in tribunale....

Il mondo va verso l'open source (hardware e software) e tali "chiusure mentali" sono assolutamente anacronistiche.

ritratto di macfabio15

ma è mai possibile!?!

Ma porca miseriaccia,
altro che caduta di stile, est si chiama giustizia; la Apple paga fior fior di ingegneri per fare ricerca e arriva la prima coalizione di compagnia e copia spudoratamente hardware software e look ... ma dico io, siamo mica in cina o in india dove la proprietà intellettuale nn è riconosciuta??
La questione dell'open source è molto sentita in questi periodi, pero nn dev'essere un obbligo da parte delle più grandi società concedere il copy left, sono aziende che hanno un'attività a scopo di lucro ed è giusto che guadagnino per quello che vendono ... senza contare che il sia l'hardware che il software freeware hanno una disponibilità ed un'evoluzione molto molto lenta rispetto ad hardware e software proprietario, o perlomeno tanto lenta da nn riuscire a smaltire le richieste delle aziende che lavorano con esse ...
E' giusto che la Apple guadagni per quello che vende, è giusto che venga rispettata la proprietà intellettuale delle nuove tecnologie che sviluppa ... poi possiamo comprare apple o meno, apprezzare quello che mette sul mercato o disprezzarlo, ma queste sono misure soggettive che nn devono in nessun modo andare ad intaccare cioè che è legalmente giusto o sbagliato ...

ritratto di Emanuele

Non sono d'accordo!

Non sono assolutamente d'accordo!

Ora vado un po di fretta ma il discorso è sicuramente da approfondire :)

Nel frattempo vorrei solo farti notare che se la tua teoria fosse applicata allora avremmo solo un tipo di tablet e non sarebbe Apple!

Il primo a "copiare" è stato proprio Steve Jobs e , se proprio vogliamo dirla tutta, se ne è anche vantato!

ritratto di Ionela

quando si parla

quando si parla d'innovazione, Jobs cita Picasso, secondo cui "i bravi artisti copiano, i grandi artisti rubano". E continua: "E noi ci siamo mai vergognati di rubare le grandi idee"

ritratto di Emanuele

Esatto!

Esatto,

mi riferivo proprio a questa citazione nel libro

Allora lo hai letto veramente anche tu

 

Comunque il punto non è se questa strategia sia giusta o sbagliata, ma che la si pensa in un modo solo quando fa comodo.

La Apple ha soppiantato la Sony nel mercato dei WalkmanDigitali (chiamiamoli cosi per ribadire che la Sony sarebbe dovuta essere leader del settore dopo il Walkman) proprio perche ha usato una tecnologia open (MP3) a differenza della Sony che inizialmente usava un formato proprietario...

 

Caduta di stile.... confermo!

ritratto di macfabio15

eufemismo

la differenza fra copiare ( o prendere spunto da ) una grande idea e copiare un prodotto di sana pianta è abissale, la concorrenza fa parte del mercato; immettere sul mercato prodotti concorrenziali è onesto, ad esempio un ipad e un altro tipo di tablet, fa parte della normale compravendita ... anche il caso del walkman è simile, prendere spunto per fare un proprio prodotto fa parte della legalità, io nn vedo tutta qst somiglianza fra un walkman e un qls ipod ... in realtà la apple ultimamente sta eccellendo in molti settori e le associazioni delle telecomunicazioni iniziano a copiare in maniera sempre più somigliante ( a partire dall'iphone per arrivare all'ipad ) .
Chi nn nota tutta qst somiglianza fra ipad e galaxy tab è evidente che nn li ha mai usati ...

ritratto di Emanuele

Prendere spunto da....

Leggendo la tua frase
"prendere spunto da..."

mi viene in mente il film Facebook (che poi è tratto dalla storia vera),
cause miliardarie!

Eppure ognuno aveva "preso spunto da...." , non copiato :-)
(ovviamente dipende dal punto di vista)

Immagina se al posto degli avvocati e dei giudici fossero i prodotti a decidere chi vince! Il mercato LIBERO invece del tribunale, che forse avrebbe piu tempo per i VERI reati e non i capricci delle multinazionali (tanto per generalizzare)

ritratto di macfabio15

chiamiamoli capricci

Queste annose questioni sono molto più che capricci, il non riconoscere la proprietà intellettuale porta scompensi economici in tutto il mondo. E' quello che sta succedendo oggi con india e cina, piuttosto che investire nella ricerca, prendono le innovazioni tecnologiche d america e europa e si evolvono sempre più velocemente a scapito dei paesi nei quali la proprietà intellettuale è legislizzata.
Questi paesi passano dalla preistoria alla decadenza senza passare per il rinascimento; questa cosa è doppiamente dannosa perché da un lato blocca l'evoluzionismo e dall'altro rende incapace la società di evolversi autonomamente per il futuro.
D'altro canto il mercato LIBERO soffre delle stesse debolezze, siamo in una società fondata sull'economia e non sulla meritocrazia ergo si lavora per avere un cache e non per la gloria ... se il mercato LIBERO prendesse il posto del mercato attuale, visto anche la mancanza di una qls forma di mecenatismo, oltre al fatto che la tecnologia non sarebbe più di larga portata, sarebbe cmq di qlc gradino inferiore a quella odierna ...
La Apple si fa pagare per quello che fa, ha inventato uno strumento innovativo e sta cercando ( almeno dove può ) di far valere la sua proprietà intellettuale ...

ritratto di Emanuele

Meritocrazia = Utopia

Da quello che scrivi mi sembra di capire che abbiamo idee simili ma ragioniamo su percorsi diversi per raggiungerle.

Il mercato libero danneggia solo chi non sa adeguarsi, a tal proposito ti segnalo un interessante libro, Free, di Anderson, il fondatore di Wired.com

Poi voglio raccontarti una storia (vera).

Anni fa collaborai al progetto di un dispositivo per antifurto. L'azienda fece il brevetto europeo ed iniziò a vendere alla grande. Dopo un paio d'anni un'azienda rivale usci sul mercato con lo stesso prodotto. Ovviamente ci fu una causa.
Ma l'azienda che aveva copiato mise in campo fior fiori di avvocati che scoprirono (o dimostrarono o fecero si che...) che in un paesino Irlandese, in uno scantinato, un'azienda aveva già venduto quel tipo di prodotto....
Sai quanto costa fare un brevetto europeo? e la causa?

Allora vince chi a piu soldi da investire in avvocati o chi investe in ricerca ed innovazione?

Nel 1996 ero a Milano ad un corso sulla Marcatura CE, la direttiva europea era stata da poco recepita in Italia e quindi era doveroso aggiornarsi. In risposta ad una domanda tecnica mi dissero espressamente che probabilmente un buon avvocato sarebbe stato piu utile delle prove in camera anecoica....

Di esperienze analoghe me ne sono capitate molte, ti ho elencato solo quelle che mi sono venute in mente prima, per non dilungarmi. Anche a te immagino saranno capitate cose del genere.

Allora è vero come dici tu che il mercato libero ha delle debolezze, ma almeno non sono ingiustizie.

Esempi come Arduino sono la dimostrazione che il mercato libero paga!

Le cose cosi non vanno, è palese che non vanno....
Perche Youtube (Italia) continua a tenere online i video di Mediaset mentre Libero Video ha chiuso ??? ed agli utenti chi ci pensa?

Ti rendi conto che vince chi ha piu soldi, a prescindere dal resto.

ritratto di macfabio15

ingiustizie

Sai qual'è la vera ingiustizia !?! che c si ricorda del mercato libero solo quando si parla di informatica, nessuno pensa che il diritto di ogni uomo sulla faccia della terra è quello di potersi nutrire con quello che la terra offre senza dover pagare per questo, eppure le multinazionali alimentari continuano ad ingrassare, eppure continuiamo a pagare per bere, eppure nessuno va a caccia esclusivamente per mangiare ... Il mondo dell'informatica pecca di ingiustizie tanto quanto gli altri settori economici, la funzionalità del mercato libero è puro utopismo, eppure i blog traboccano di gente che grida alla truffa in continuazione nei confronti dei grandi colossi informatici come apple e microsoft; di cause intentate o conclusesi in maniera diversa da come ci si aspetterebbe moralmente, ne sono pieni i libri ma nn per questo si dovrebbe iniziare ad avere completa sfiducia nella giustizia, sarebbe una rivoluzione ideologica che sfocerebbe in una rivoluzione armata ( approvo ) ... Detto questo, Arduino è un progetto freeware ampiamente sponsorizzato da multinazionali come Olivetti e Telecom Italia in funzione anti mercato proprietario, nn c vedo niente di buono, soprattutto da parte di una azienda ampiamente fallita come la olivetti che vuole tentare il tutto per tutto per rientrare nel mercato ...
Io ho solo 24 anni e sono laureato, da poco, in ingegneria informatica, di esperienze di vita come la tua ne ho poche e nn ribatto su ciò che hai vissuto, anzi sono d'accordo sul fatto che in quel caso la giustizia abbia toppato, nonostante questo nn m sento di generalizzare la tua esperienza; da contemporaneo quale sono, di prodotti anche minimamente simili all'Ipad non ne ho visti prima dell'uscita dell'ipad stesso, adesso Samsung ha tirato fuori questo prodotto infinitamente simile all'ipad ed è giusto che sieda sul banco degli imputati per dimostrare la diversità del suo prodotto ...

ritratto di Emanuele

Good artists copy great artists steal

Interessanti i tuoi pensieri :-)

Però ammetterai che nello specifico dopo aver sentito questa intervista la causa alla Samsung sembri proprio.... una caduta di stile.

P.S. Approfondirò sicuramente le tue info su Arduino. Thanks

ritratto di telegiangi61

Copyright violati a vicenda

Pur ammirando da sempre Apple e tutto quello che ha fatto fin dai tempi dei primi PC Mac, non ho mai capito la politica dei sistemi proprietari.

Personalmente sono un fautore dei sistemi aperti, quindi nel campo telefonia/tablet Android.

Tanto per parlare di violazioni di copyright, anche il buon vecchio Steve Jobs per realizzare i suoi Iphone ha preso "spunto" da qualcun altro (Nokia ad esempio)

http://www.cnet.com.au/apple-agrees-to-pay-nokia-patent-licensing-fees-339316755.htm

Sara' per questa ultima sentenza con Nokia che Apple sta cercando di recuperare qualche dollaro da Samsung & CO?

ritratto di macfabio15

ancora nn c siamo

... senza parole ...

stiamo davvero mettendo a confronto delle licenze di connettivita ( alla fine pagate alla nokia )(forse era proprio a questo che s riferiva jobs con l'allusione picassiana ) , con un intero prodotto ...

per favore prendetevi un pomeriggio da mediaworld e mettete a confronto i 2 tablet ... se nn fosse per le dimensioni ( leggermente più grande l'ipad ) sarebbero identici ... alla faccia delle licenze di connettivita ...

sulla questione dollari, apple nn ne ha proprio bisogno essendo la 21esima potenza più ricca al mondo
http://www.iphoneitalia.com/fortune-pubblica-lannuale-classifica-sulle-societa-piu-ricche-...

ciononostante la apple il suo l'ha pagato, adesso è il turno di samsung pagare il plagio ...

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 7 utenti e 136 visitatori collegati.

Ultimi Commenti