Home
Accesso / Registrazione
 di 

Tubo luminoso a LED modulare per tensione di rete

Tubo luminoso a LED modulare per tensione di rete

Il progetto riguarda un innovativo dispositivo elettronico di illuminazione alimentato direttamente dalla rete elettrica a 230Vac. L'obiettivo primario di questo progetto è di fornire un'alternativa ad alta efficienza ai diffusissimi tubi al neon utilizzati per l'illuminazione senza modificare l'impianto esistente.

Scheda_Led

Questo nuovo tubo luminoso è realizzato mediante assemblaggio di una grande quantità di LED bianchi ad alta luminosità, applicati su un circuito stampato il quale viene poi inserito all'interno di un tubo in policarbonato trasparente le cui estremità sono chiuse con gli stesse tappi presenti nei classici tubi al neon; ciò permetterà una comoda e pratica sostituibilità senza bisogno di modificare il proprio impianto.

Il vero punto di forza di questo tubo è l'efficienza energetica. Se si fa una valutazione dei consumi, a parità di luce emessa, il tubo a LED consuma circa la metà dell'energia elettrica rispetto al tubo al neon corrispondente. La vita in esercizio di questo tubo a LED è di gran lunga maggiore dei tubi al neon (100.000 ore in media, circa 11 anni ininterrotti contro 8.000 del neon).

Scheda_Led_Particolare

L'efficienza energetica comporta anche una minore dispersione di energia sottoforma di calore, quindi la temperatura dei tubi a LED rimane costantemente intorno alla temperatura ambientale, qualità che li rende particolarmente adatti ad essere utilizzati in ambienti tipo celle frigorifere, che non verranno riscaldate ulteriormente dall'impianto di illuminazione, consumando, di conseguenza, meno energia elettrica per il raffreddamento.

Le proprietà di questa lampada al LED sono di facile comprensione e dall'utilizzo di questa nuova tecnica di illuminazione si ottengono notevoli vantaggi per la salvaguardia dell'ambiente, non solo un minor consumo energetico ma anche notevoli vantaggi nell'ottimizzazione dello smaltimento: dato che il prodotto può essere riciclato completamente e con facilità essendo inoltre costruito a norma RHOS. Questi tubi sono modulari e possono essere forniti nelle misure di 60cm, 120cm e 150cm.

Scheda_Led_Retro

Gli sviluppi futuri del progetto prevedono dei modelli con interruttore crepuscolare integrato, in modo da accendersi in automatico in condizioni di scarsa luminosità

Per garantire standard qualitativi di eccellenza, la produzione e l'assemblaggio dei tubi è prevista completamente in Italia, sotto un attento ed accurato controllo.

Confronto tra Tubo al neon e Tubo a LED

Un tubo Neon ha una durata media di 5.000 ore, un tubo LED ha una durata prevista di 100.000 ore, nei nostri calcoli preferiamo considerare una durata variabile da 60.000 ore a 80.000 ore.

Le operazioni di manutenzione relative ai LED sono meno onerose poiché basta sostituire il Tubo (30 secondi di sostituzione e 2 minuti per piazzare la scala e sganciare la copertura della plafoniera, non serve nemmeno scollegare la corrente), mentre con i Neon occorre capire quale dei 3 componenti (tubo neon, starter, reattore) occorre sostituire e se si dovessero sostituire il reattore o lo starter bisogna scollegare la corrente.

È da considerare che mediamente i Neon vengono sostituiti dopo 2.000 ore, pertanto la differenza tra le due tecnologie è addirittura raddoppiata a favore dei LED.

Tubo_Con_scheda_Led_Inserita

Ulteriori vantaggi LED:

    - Maggior velocità di installazione senza rischi di rottura. I tubi a LED sono resistenti agli urti e non si infrangono mai.
    - Non esplodono, nemmeno in ambienti ostili.
    - Non scaldano (temperatura massima prevista circa 20°C)
    - Si accendono immediatamente.
    - Non “sfarfallano”, nessuna intermittenza.
    - Generano luce perfettamente bianca, bianca calda o mista.
    - Mantengono la stessa luminosità per 100.000 ore.
    - Minor costi ambientali avendo meno materiali da smaltire, con una grande percentuale riciclabile.
    - Completamente adeguati alla normativa RHOS in materia ambientale.

Si tiene a precisare che per tubi LED di dimensioni superiori i risparmi energetici sono maggiori.

Esempio Installazione nuovi impianti

Anche in caso di installazione di impianti nuovi il costo del LED risulta essere maggiormente conveniente rispetto al Neon, questo per i costi accessori necessari a far funzionare la tecnologia a gas Neon. Successivamente a questa valutazione il guadagno economico aumenta, riducendo drasticamente gli interventi di manutenzione, i costi di sostituzione delle componenti e il consumo di energia (come presentato nella precedente scheda). I LED sono anche più facili e veloci da installare e sostituire. Inutile specificare che minor consumo energetico significa minor richiesta di elettricità e quindi minori emissioni e minor impatto ambientale.

Articolo fornito da Fuzzzy - Assemblaggi Elettronici

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di agri

Non manca qualcosa?

Sbaglio o senza un driver (alimentatore switching) il tubo è inutilizzabile?

ritratto di fuzzzy

Il circuito è completo e

Il circuito è completo e basta alimentarlo con la tensione di rete e si illuminerà per migliaia di ore. C'è anche la foto del prodotto chiuso nel policarbonato, con la spina per la presa di corrente. Il circuito è l'ideale perche contiene i costi eliminando componentistica aggiuntiva e quindi limitando anche i costi di manodopera e i rischi di guasto. Tra poco sarà del tutto simile ad un tubo al neon e innestabile nelle lampade a neon tradizionali, modificando però il circuito di alimentazione e quindi eliminando reattore e starter.

Emili@no.vip

www.AsseblaggiElettronici.it

ritratto di pippo45

2 considerazioni

1) Non capisco perche la manodopera ha costo/ora diversi per i due tipi di installazione (35€ e 20€).
2) se modifico l'impianto di una plafoniera poi chi la dichiara a norma? l'installatore o il produttore del tubo/led?

ritratto di fuzzzy

Rispondo volentieri, Il

Rispondo volentieri,

Il costo della manodopera indicato non è un costo orario, quindi la differenza sta nel fatto che ci vuole mediamente piu tempo a capire quale possa essere il guasto di un tubo fluorescente, perchè se cambiando il tubo, il guasto persiste bisogna cambiare lo starter e se ancora non va bene bisogna intervenire sul reattore, il che comporta tempi molto lunghi. Per il Led è necessario solo cambiare il tubo esternamente.

Il produttore di led può dichiarare a norma soltanto il l'apparato che produce e vende ma l'impianto lo deve certificare chi esegue la modifica. Come può il produttore certificare qualcosa di cui non è a conoscenza?

Emili@no.vip

www.AsseblaggiElettronici.it

ritratto di Ermanno

Dati ulteriori per valutazione

Ciao Emiliano
per permettere una oculata valutazione tecnica mi sembra che sarebbe opportuno che venga pubblicata dal fabbricante una scheda tecnica (tra l'altro da fornire in certificazione) che illustri ulteriori caratteristiche tecniche, quali ad esempio:
-Alimentazione: Vca min/max, watt, cosphi, temperatura, rendimento, classe isolamento, presenza o meno del conduttore di terra, protezione polveri ed acqua IPxx...
-Omologazioni parti elettriche: Rispondenza CE, Norme CEI/EN, emissioni radiate condotte EMI, immunità surge, sicurezza, marchio IMQ ....
-Misure ottiche: files Eulumdat,curve fotometriche, sicurezza fotobiologica, rendimento ottico, lumen totali...
-Corrente operativa, watt del singolo led e totali, temperatura operativa del dissipatore e della giunzione , lumen/watt sigla e fabbricante dei leds...

Grazie anticipatamente
Ermanno

ritratto di fuzzzy

Ermanno grazie per il

Ermanno grazie per il commento,
Tutta questa documentazione elencata, non è ancora disponibile perchè stiamo in fase di prototipazione e stiamo facendo le prove sui prototipi, non ho ancora avuto modo di fare misurazioni precise sull'apparato e neanche di provvedere a certificazioni specifiche tipo CE e IMQ. Cmq una volta stabilito che i prototipi non creano problemi funzionali e che il prodotto sarà solido e robusto, prima di metterlo in commercio provvederò alle misure necessarie per la documentazione e alle certificazioni.
Per ora lo sto usando io nei miei edifici e un mio collaboratore nei suoi.

Emili@no.vip

www.AsseblaggiElettronici.it

ritratto di giu

norme tubi led

Ho sentito dire che a titolo di normativa cei i "tubi led" non possono essere semplicemente rimpiazzati al posto del corpo illuminante Fluorescente. Per tale motivo non potrebbero attualmente essere venduti se non unitamente ad apposita plafoniera. Cosa c'è di esatto a tale riguardo? Grazie. Giuliano

ritratto di cristiano_b

Tubi LED e connettori

Salve
Ho sentito che c'è una normativa CEI che parla esplicitamente dell'isolamento elettrico delle estremità del tubo. In particolare si parla del rischio di prendere una scossa elettrica al contatto di una delle estremità del tubo nel caso l'altra estremità sia collegata al connettore della plafoniera. Mi saprebbe dare informazioni ulteriori su questa questione?
Grazie

ritratto di fuzzzy

Salve a tutti, TUBO a LED in

Salve a tutti,

TUBO a LED in oggetto ha ufficialmento ottenuto la marcatura CE e pertanto risponde a tutte le norme relative a sicurezza ed EMC in ambito sia civile/industriale che ferroviario.

Non ci sono quindi problemi di isolamento dell'apparato.

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 8 utenti e 48 visitatori collegati.

Ultimi Commenti