ZigBee: come funziona

ZigBee: Protocolli di comunicazione ZigBee

ZigBee rappresenta un insieme di protocolli di comunicazione ad alto livello che fanno uso di antenne digitali a bassa potenza e si basa sullo standard IEEE 802.15.4 per WPAN (wireless personal area network). Il 4 dicembre 2004 c’è stata l’approvazione della specifica ZigBee 1.0, diventando così disponibile per i membri della ZigBee Alliance. Tesserarsi alla ZigBee Alliance ha un costo di base che va da 3500$ e permette di accedere a tutte le specifiche.

la ZigBee Alliance

La ZigBee Alliance è un gruppo di compagnie che producono dei dispositivi per la comunicazione senza fili che sono ritenuti affidabili, poco costosi, a sono caratterizzati da requisiti energetici molto bassi. Gli standard ZigBee sono stati creati a fine anni ’90, quando cominciò a diventare chiaro che il Bluetooth non sarebbe stato appropriato per un certo tipo di applicazioni. Veniva considerato come una versione a basso costo e a basso dispendio di energia di una rete wireless personale. Al momento, i dispositivi ZigBee soddisfano necessità completamente diverse rispetto ai dispositivi Bluetooth, e di conseguenza questo non va ad interferire con la parte di mercato occupata da Bluetooth. I dispositivi ZigBee sono caratterizzati da un consumo di energia molto basso che permette quindi di estendere, in modo considerevole, la durata di vita della loro batteria.

I dispositivi ZigBee: una panoramica

I dispositivi ZigBee vantano un gran numero di applicazioni: essi sono ideali per una rete informatica casalinga e vengono utilizzati per i sistemi di sicurezza intelligenti la per la casa, per gli elettrodomestici automatici, per i rivelatori di fumo e di monossido di carbonio wireless e per il controllo dell’ ambiente. I dispositivi ZigBee possono anche essere usati per il controllo dell’ apertura e della chiusura di tende, tapparelle e serrande, oltre che per gestire il controllo dell’ illuminazione. Utilizzando dei dispositivi con wireless ZigBee attivato è anche possibile un monitoraggio medico dei pazienti. Lo standard ZigBee permette di eseguire delle trasmissioni a distanze che possono arrivare fino a 100 metri, a seconda di quanta energia è disponibile e se è presente un qualsiasi blocco fisico del segnale.

Il rapporto tra i dispositivi ZigBee e quelli WiFi

I dispositivi ZigBee non vanno ad interferire con quelli WiFi, ma possono operare tramite lo standard 802.15.4 IEEE (Institute of Electrical and Electronics Engineers) e su differenti bande radio, assegnate per scopi scientifici, medici ed industriali, incluse quelle a, 915Mhz (Stati Uniti), 869Mhz (Europa) e 2.4GHz (resto del mondo) di frequenza, inviando segnali wireless per comunicare tra i nodi.

I tipi di dispositivi ZigBee

Esistono tre diversi tipi di dispositivi ZigBee:

    – ZigBee Coordinator (ZC), ovvero il dispositivo che sta alla base di una rete ZigBee e funge da tramite tra più reti. Tra gli altri suoi compiti c’è anche quello di ‘custodire’ le chiavi di sicurezza.
    ZigBee Router (ZR), dei router intermedi che permettono lo scambio di dati fra i diversi dispositivi
    – ZigBee End Device (ZED) sono quelli più semplici e possono dialogare solo con un Coordinator o con un Router, senza poter comunicare con altri dispositivi.

One Response

  1. fabrizio81 17 dicembre 2010

Leave a Reply