Home
Accesso / Registrazione
 di 

Batterie al litio: Battery Management System

batterie

Come molti di voi ricorderanno, nella parte introduttiva “Batterie al Litio: scegliamo le migliori” sono stati elencati brevemente i pro e i contro delle celle agli ioni di litio. Se siete curiosi di capire come si gestiscono tali celle e quali sono i motivi per cui le celle al litio tardano a “sfondare” sul mercato non potrete non leggere questo articolo.
In particolare in esso entreremo nei dettagli del Battery Management System descrivendone le funzioni principali come la sicurezza, la stima dello stato di carica e il bilanciamento.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Gius_Res

Non avevo ancora letto

Non avevo ancora letto l'altro articolo ma l'argomento mi interessa moltissimo. Di che parlerà la prossima puntata?

ritratto di Piero Boccadoro

illupo89 si è fatto un po'

illupo89 si è fatto un po' attendere per questo articolo ma direi proprio che ne valeva la pena :)
Ricordo a tutti gli utenti che la possibilità di richiedere approfondimenti tematici e dialogare direttamente con l'autore è il vero valore aggiunto di questa piattaforma per cui....approfittatene ;)

ritratto di Luigi.Zambardi 1

ricarica Li-Ion

è la prima volta che scrivo su questo blog, e faccio i complimenti a tutti per la disponibilità e competenza che dimostrate.

Finalmente qualcuno  l'elettronica la divulga e non la nasconde come un prezioso monile.

interessantissimo questo argomento, sto implementando un caricabatt per una serie di tre Li-Ion Battery Pack 1S2P 3.7V 4500mAh in serie, la mia idea è quella di utilizzare un termistore da 10k che monitorizza la T° che a sua volta variando la resistenza, con un trimmer multigiro attraverso un transistor opportunamente portato in conduzione  fa scattare un relè alla temperatura di 30°-35° che stacca l'alimentazione di carica.

Forse è un po' semplicistico, ma può andare bene lo stesso?

E' preferibile rivolgersi a componenti specifici per raggiungere gli stessi obbiettivi?

Quali meglio rispettano il BMS

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ultimi Commenti