Home
Accesso / Registrazione
 di 

Chiave elettronica resistiva ad autoapprendimento

chiave elettronica antifurto

Questa chiave elettronica resistiva ad autoapprendimento, pubblicata interamente open source, è sicuramente una dimostrazione pratica di alcuni principi elettronici.

Chiave elettronica Resistiva


Le chiavi elettroniche resistive ad autoapprendimento, non sono il massimo della tecnologia nel mondo degli antifurti. Esistono infatti chiavi elettroniche, sempre ad autoapprendimento, ma con il codice a 32bit o addirittura a 64bit, il che significa milioni e milioni di combinazioni.
Comunque questo progetto è sicuramente una base di partenza per iniziare a sviluppare con le chiavi elettroniche, nel mondo della sicurezza, ed apprendere alcuni principi base di elettronica.

Il codice viene stabilito dal valore di 3 resistenze presenti nella chiave.

Schema elettrico chiave elettronica resistiva

chiave elettronica resistiva

Lo schema presenta una classica configurazione di ingresso a Comparatori per rilevare il valore delle 3 Resistenze.

Infatti tutto si basa sul tempo di carica del condensatore C7 (che infatti è un NPO) che èdirettamente proporzionale al valore delle Resistenze presenti sulla Chiave. Questo Codice Resistivo verrà poi salvato nelle memoria EEPROM 24C01

LISTA PARTI CHIAVE ELETTRONICA

Item Quantity Reference Part
1 7 C1,C3,C4,C5,C7,C9,C10 10nF
2 1 C2 15pF
3 1 C6 1uF
4 1 C8 10uF
5 1 DL1 LED RED
6 4 D1,D2,D3,D4 1N4148
7 1 D5 1N4001
8 1 EF1 EMI
9 1 IC1 LM78L05
10 1 JP1 HEADER 6
11 1 JP2 HEADER 3
12 1 JP3 HEADER 2
13 1 J1 JUMP
14 1 K1 RELAY SPDT
15 2 Q2,Q1 BC547
16 12 R1,R2,R3,R4,R5,R7,R10,R11,R15,R16,R18,R19 10K
17 3 R6,R13,R21 100K
18 4 R8,R12,R20,R25 22K
19 1 R9 8K2
20 3 R14,R22,R23 470
21 1 R17 100
22 1 R24 150K
23 1 S1 SW
24 4 TP2,TP3,TP4,TP5 HOLE
25 1 U1 LM339
26 1 U2 PIC16C54
27 1 U3 24C01

PCB CHIAVE ELETTRONICA RESISTIVA

Questo è il lato componenti TOP (Si possono notare le piste di ritardo -seppur minimo- sugli ingressi) ed il piano di massa

reskey_top.png

Questo è il lato saldature BOT (Si possono notare le Punte di scarica sugli ingressi e il piano di massa)
reskey_bot.png

Questa è la serigrafia (da notare la compattezza del circuito data la sua realizzazione in smd)
reskey_sst.png

FIRMWARE Chiave elettronica + autoapprendimento
anteprima, la versione completa nella sezione download


;************************************* ;* RESKEY ;* Chiave elettronica resistiva ad autoapprendimento ;* ;* Revisione 2 ;* ;* PIC 16C54 RC ;* f= 4MHz ;* 2 livelli stack ;* 512x12 EPROM 32x8 RAM (24 general purpose register) ;* 13 I/O 18 PIN ;* ;****************************************** w equ 00h ;Accumulatore rtcc equ 01h ;fosc/4 x prescaler pc equ 02h ;Program counter 9bit status equ 03h ;Status word register fsr equ 04h ;Registro indiretto porta equ 05h ;RA0-RA3 portb equ 06h ;RB0-RB7 RXRIP equ 07h ;NON USATO TIMER EQU 08H ;Contatore convertitore A/D ERRO1 EQU 09H ;Key false x inibizione VOLTE EQU 0AH ;Letture x 16 MIS0 EQU 0BH ;RA0x16/MIS3 REG0 EQU 0CH ;Registro var. program MIS1 EQU 0DH ;RA1x16/MIS3 REG1 EQU 0EH ;Reg. vario + timer MIS2 EQU 0FH ;RA2x16/MIS3 REG2 EQU 010H ;Reg. vario + timer COD0 EQU 011H ;Codice RA0 LO EQU 012H ;Byte basso misura MIS3 EQU 013H ;Variabile carica condensatore x16/16/2 COD1 EQU 014H ;Codice RA1 TXBUF EQU 015H ;Eeprom HI EQU 016H ;byte alto misura COD2 EQU 017H ;Codice RA2 EMA EQU 018H ;Ripetizioni misura nel main REG EQU 019H ;Reg. vario + timer + divis MIS3H EQU 01AH ;Byte alto di MIS3 ADDR EQU 01BH ;Indirizzo eeprom DAT EQU 01CH ;Dato eeprom COUNT EQU 01DH ;Eeprom RXBUF EQU 01EH ;Eeprom EEP EQU 01FH ;Eeprom ; TOLL EQU .7 ;tolleranza +- della lettura ; LIST P=16C54 ORG 1FFH RESET GOTO main ORG 00H ; confronto goto conf ;*************************************************************** ; READ/WRITE 24C02 ;*************************************************************** ;*************************************************************** ;* TIMER ;* tim200 = 200ms ;* tim4s = 4s ;* Usati REG REG1 REG2 ;* f=4MHz ;************************************************************** t ;************************************************************** ;Div16 divide per 16 e poi per 2 ; ;Divis entra con hi e lo /mis3 ed esce con reg=risultato ; ;*********************************************** ;Controllo se chiave inserita ; ;*********************************************** ;Carica e scarica cap. con ritardo ; ;**************************************************** ; Misura ;Esce con MIS0,MIS1,MIS2 già divisi per il relativo MIS3 ;Quindi la scarica viene moltiplicata x 16 e divisa per MIS3 ;MIS3 viene moltiplicato per 16 e div per 16 e per 2 ;TIMERx16/MIS3x16/16/2=MIS0 ;**************************************************** ;*************************************************************** ; ATTIVAZIONE RELE'e LED se j=0 allora passo-passo per il tempo key ;*************************************************************** ;*************************************************************** ; ERRORE antisabotaggio ERRO1=240 al reset ; se errore per 16 volte allora inibizione per 16s ;*************************************************************** ;************************************************************** ; CONFRONTO CODE EEPROM CON CODE ESTERNO ; MIS0-MIS1-MIS1 con COD0-COD1-COD2***esci con error o attiva ;************************************************************** ;********************************************codice riconosciuto ;*************************************************************** ; PROGRAMMAZIONE KEY ;*************************************************************** ;*************************************************************** ; MAIN PROGRAM ; ;*************************************************************** ;*****************************azzera memoria eeprom ; END

ISTRUZIONI

La reskey trova la sua naturale applicazione nei sistemi di sicurezza , quindi per attivare e disattivare le centrali antifurto, nelle porte automatiche e nel controllo degli accessi. La reskey è una chiave elettronica analogica con una caratteristica innovativa: I codici sono ad autoapprendimento. La reskey è stata progettata seguendo le normative CEI 79/2 e le direttive sulla compatibilità elettromagnetica (marcatura CE).Inoltre lo STATUS dell'impianto viene salvato costantemente su memoria non volatile EEPROM

PRESTAZIONI

  1. RELE' 1A 1FORM C (DOPPIO SCAMBIO).
  2. RELE' PASSO-PASSO O IMPULSIVO PROGRAMMABILE.
  3. L'IMPULSIVO DURA IL TEMPO DI INSERZIONE DELLA CHIAVE.
  4. INSERITORE A 4 LED.USCITA CHIAVE FALSA.
  5. INIBIZIONE SISTEMA IN CASO DI CHIAVE FALSA.
  6. CODICE AD AUTOAPPRENDIMENTO.
  7. SCHEDA ELETTRONICA DI DIMENSIONI RIDOTTE.
  8. DESIGN DELLA CHIAVE ACCATTIVANTE.
  9. CONTATTI AUTOPULENTI E PROTETTI.
  10. PULSANTE PER PROGRAMMAZIONE CHIAVI E INIZIALIZZAZIONE.
  11. LED ATTIVAZIONE\ PROGRAMMAZIONE \ ERRORE \ INIZIALIZZAZIONE.
  12. MIROCOMPUTER RISC PER LA GESTIONE DEL SISTEMA.
  13. MEMORIA NON VOLATILE EEPROM PER LO STATUS DELL'IMPIANTO.
  14. PREDISPOSIZIONE AL FUNZIONAMENTO IN SICUREZZA POSITIVA.
  15. EMI FILTER E PROTEZIONI PASSIVE SUGLI INGRESSI.
  16. GESTIONE DI 1.000 CODICI.
  17. CONFORME ALLA DIRETTIVA 89/336 CEE (MARCATURA CE).
  18. CONFORME ALLA NORMATIVA CEI 79/2 I° LIVELLO.

APPLICAZIONI

Sistemi Antifurto, Controllo Accessi

Il progetto RESKey è disponibile per il download a soli 7 euro. Potete realizzarlo da soli (fai-da-te) scaricando tutti i codici sorgenti.Download RESKey

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Diego

Ciao!

Ciao!

Il progetto e' interessante in special modo per capire come funzionano i comparatori, sarebbe una partenza per creare una centralina di allarme con ingressi di tipo bilanciato.

Non sarebbe stato meglio usare un chip con eeprom invece di usarne una esterna?

ritratto di Emanuele

Il chip con la eeprom

Il chip con la eeprom interna costava di piu, considera che il progetto e' stato prodotto in volumi nel 1996, non esistevano ancora i micro FLASH e di PIC non c'era l'ampia scelta di oggi, quindi anche poche lire, all'epoca, facevano la differenza.

Prossimamente inserirò anche una centralina di allarme con ingressi bilanciati ad autoapprendimento ed un combinatore telefonico a sintesi vocale su linea telefonica commutata con una innovazione per la suddetta epoca....
il RING DETECTOR, praticamente un sistema di controllo che evitava ai malviventi di bloccarti la linea telefonica in caso di furto.

Ciao.

ritratto di Diego

Ciao!

Ciao!

Lo stampato e' stato disegnato con Eagle? ho visto che le piste che riguardano R1 R2 R3 della morsettiera sono particolari, servono per cosa?

ritratto di Emanuele

Lo stampato e' stato

Lo stampato e' stato disegnato con Orcad e le piste che dici, sono state trattate in quel modo perché era collegato l'inseritore che può stare anche a 100 metri di distanza, quindi servono a proteggere da scariche (le punte) e a rallentare il disturbo (le induttanze a pista - linee di ritardo) dai un'occhiata al PCB della IperKey.

Ciao

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 8 utenti e 54 visitatori collegati.

Ultimi Commenti