Fotocopiatrice digitale portatile: risparmiare tempo e soldi per le fotocopie

FC256ACG145SMQR.MEDIUM.jpg

Fotocopiatrice digitale portatile, ecco un tutorial per costruirsi una fotocopiatrice digitale comoda da portarsi dietro, e che salvaguarda l’ambiente non richiedendo l’utilizzo di carta.

Materiali e strumenti per la fotocopiatrice digitale

Costruirsi da soli la propria fotocopiatrice portatile digitale è semplice ed economico: ll costo totale dei materiali richiesti non dovrebbe superare i 20 euro (dato per scontato che si possegga già una
macchina digitale e un computer per il download delle immagini)e il lavoro richiede solo poche ore.
La maggior parte del lavoro è affidato ovviamente alla macchina digitale ma è necessario un montaggio appropriato di un supporto fisso per le tenere le pagine da fotocopiare ben ferme.
Ecco l’elenco dei materiali necessari:
2 barre filettate di dimensioni 92 cm per 0,65 cm
1 tubo flessibile da 180 cm per 0,65 cm di diametro interno
16 dadi per bulloni da 0,65 cm
5 dadi ad alette da 0,65 cm
4 stop da 0,65 cm
1 bullone da 0,65 cm
1 pezzo di compensato, di circa cm 10x5x2,5 (la grandezza dipende da
quella della macchinetta digitale)
2 staffe da 5 cm con buco da 0,65 cm
4 staffe da 2,5 cm
4 viti da legno da 1,25 cm
1 guida da 15cm
4 dadi ad alette da 0,5 cm
4 bulloni da 1,25 per 0,3 cm
4 dadi da 0,3 cm

Assemblaggio della fotocopiatrice digitale

Posizionare le staffe sul compensato e fare i segni per i buchi da effettuare con il trapano.
Avvitare quindi le staffe e posizionare la camera digitale con l’obiettivo centrato tra le due staffe.
Allo stesso modo segnare il foro per il supporto della macchinetta digitale e trapanare un buco per il bullone da 1,25 cm.

Per tenere ben ferme le pagine regolare la lunghezza necessaria per la guida e ritagliare dunque le giuste dimensioni per il supporto usando una lima per smussare gli angoli e i bordi.
Trapanare buchi di 0.5 cm dove appositamente segnato facendo attenzione.
Tagliare in due ogni barra filettata e smussare gli angoli dell’estremità dove è avvenuto il taglio e inserirci i dadi (potrebbe essere più facile inserire il dado nell’estremità opposta e farlo poi scendere lungo tutta la barra).
Fare un segno su ogni barra ad una distanza di 2,5 cm da ogni estremità.
Tagliare in quattro parti di circa 40 cm l’una il tubo e farlo poi scivolare lungo ogni barra.
Usare un pezzo di tubo da 2,5 cm per proteggere la filettatura che resta esposta nel processo di curvatura e infilare i bulloni nelle estremità delle barre.
Assemblare dunque la struttura secondo le dimensioni richieste dal libro o dalle pagine da fotocopiare (si possono fotocopiare grandi libri o piccoli, verticalmente o orizzontalmente e a volte può servire
fotocopiare due pagine nello stesso momento).
Fissare le estremità delle 4 barre nelle staffe del supporto della macchina digitale e fissarle con i dadi alettati.(Il supporto della macchinetta può essere regolato indifferentemente in senso orizzontale
o verticale).
Montare ora la macchinetta digitale e verificare che sia ben allineata.
Per ottimizzare la copia spegnere il flash e luci circostanti per evitare riflessi indesiderati e ombre.

Quali vantaggi porta creare la propria fotocopiatrice digitale?

Questa versione di fotocopiatrice digitale include un sostegno regolabile per tenere le pagine da fotocopiare ben ferme e tese evitando riflessi e garantendo un ottimo risultato.
E’ uno strumento di dimensioni ridotte e dunque portatile.
Essendo digitale non richiede consumo di carta ed è dunque economica e rispettosa dell’ambiente.
Grazie a dei piccoli accorgimenti, in alcuni casi con l’utilizzo di software a basso prezzo, è possibile inoltre migliorare la qualità dell’immagine fotocopiata.
Diversi programmi, come ad esempio Abby Transformer, permettono di convertire file dal formato pdf in modo che sia possibile ricercar tramite parole chiave tra i documenti fotocopiati.

2 Comments

  1. Celsius 21 novembre 2009
  2. Alettronic 21 novembre 2009

Leave a Reply