Home
Accesso / Registrazione
 di 

NEC Electronics presenta quattro nuovi dispositivi di potenza intelligenti

NEC Electronics presenta quattro nuovi dispositivi di potenza intelligenti

NEC Electronics ha presentato quattro nuovi dispositivi di potenza intelligenti (IPDS): si tratta dei dispositivi μPD166017, μPD166019, μPD166020 e μPD166021.

Ogni high-side IPD è applicabile ai sistemi di illuminazione delle automotive e su altri carichi critici del veicolo.
Progettato per le unità elettroniche di controllo delle automobili on – board (ECU), solitamente utilizzati nelle applicazioni dei sistemi di illuminazione della testa e per viaggiare nella nebbia, i nuovi dispositivi di Nec Electronics, o i circuiti integrati di alimentazione, hanno un transistor di potenza metallo-ossido-semiconduttore a effetto di campo embedded (MOSFET) per la commutazione e un chip di controllo per la funzionalità di protezione in un unico pacchetto.

L'IPD contribuisce all'incremento dell'efficienza delle unità elettroniche di controllo, che aiutano i designer a sviluppare automobili eco-friendly.

μPD166017

Utilizzando il nuovo transistor di potenza MOSFET di NEC Electronics, con la Super Junction Technology, permette al dispositivo di potenza intelligente μPD166017 di ridurre la resistenza on-state del 40% (6 mΩ) rispetto ai già disponibili sul mercato dispositivi μPD166007, μPD166009 e μPD166010.

La riduzione della resistenza on-state contente all'IPD di guidare e controllare le lampade ad alta corrente ed elementi riscaldanti. Quando in precedenza erano necessari due IPD convenzionali adesso è necessario un solo dispositivo μPD166017.
La scelta del μPD166017 per le candele dei motori diesel consentirà, inoltre, la riduzione delle dimensioni del dispositivo di potenza intelligente del 50 percento se comparato con quelli attuali.
La bassa resistenza on-state minimizza le problematiche legate alla temperatura, permettendo ai produttori di sistemi elettronici a livello mondiale di ridurre le misure delle unità di controllo elettroniche, le centraline.
μPD166017 IPD ha un controllo analogico del senso della corrente accoppiato con una funzione diagnostica.

μPD166019

Il dispositivo di potenza μPD166019 di NEC Electronics adotta un P-channel MOSFET come high – side switch che permette la rimozione della pompa di carica interna richiesta per un convenzionale N-channel MOSFET. Questo consente anche la riduzione delle interferenze elettromagnetiche che, unita ad una bassa resistenza on – state, rendono questo dispositivo elettronico il candidato ideale per le applicazioni veloci di commutazione e le applicazione di azionamento del motore.
La velocità di risposta del dispositivo μPD166019 di NEC può essere regolata da un resistore esterno. Il dispositivo include una funzione di diagnostica.

μPD166020 e μPD166021

A causa dell'offerta piuttosto instabile di tensione fornita dalle batterie dalle automobili, c'è bisogno di applicazioni che migliorino la vita delle lampadine.
La risposta di NEC Electronics alla crescente richiesta di dispositivi di commutazione più veloci sono i dispositivi μPD166020 e μPD166021 che offrono caratteristiche di on-off switching ottimizzate e garantiscono minori perdite di energia e una riduzione nel surriscaldamento. Entrambi hanno una funzione di diagnostica.

La disponibilità dei nuovi dispositivi di NEC Electronics

Progettati da NEC Electronics per sostituire gli interruttori meccanici e i relè sulle centraline delle automobili, i dispositivi intelligenti di controllo di NEC, sfruttando il proprio stato tecnologico all'avanguardia, sono disponibili già dal 2006 per fa fronte alla crescente domanda di piccole ECU con funzionalità migliorate. I campioni dei dispositivi in questione, invece, sono già disponibili. La produzione di massa di questi nuovi prodotti è prevista per il primo trimestre del 2011 e si prevede di raggiungere una produzione mensile di 5,000,000 di unità già entro la fine del 2011.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 5 utenti e 56 visitatori collegati.

Ultimi Commenti