Produzione semplificata di nano memorie e strumenti di progettazione dei chip

Litografia

I ricercatori semplificano la produzione di nano memorie e degli strumenti di progettazione dei chip


Ricerche avanzate condotte dal Laboratorio Universitario di James Tour sono ad un passo dal rendere la graffite un mezzo di stoccaggio dati su una memoria di massa e sta creando le premesse per definire matrici di porte ri-programmabili. Siamo alle soglie di una vera e propria rivoluzione nei progetti dei circuiti logici integrati.

In una articolo pubblicato on line su ACS Nano, Tour e il ricercatore Sinitskii spiegano di aver usato tecniche litografiche industriali standard per depositare 10 strisce di nanometri sulla grafite amorfa, materiale semiconduttore basato sul carbonio ottenendo una memoria potenzialmente non volatile densa e stabile per ogni genere di dispositivo digitale.

Grazie ad un importante produttore di memorie chip, Tour e il suo team hanno prodotto una memoria bipolare su graffite. Sebbene vi siano progressi anche in altre tecniche informatiche come i nanotubes o gli intervalli di punto nessuna di queste tecniche è stata verificata in termini di produzione

 

Particolare di una sezione di Graphite

 

Un siffatto dispositivo è una manna per i progettisti che attualmente spendono milioni per creare lo stampo fotolitografico da usare per la produzione dei chip. "Non si investe volentieri in nuovi progetti di chip," conferma Tour. "Si confida sul vecchio progetto e vi si apportano modifiche. Gli FPGA sono chip che non hanno scopi specifici. Si usa il software per programmarli interconnettendo il circuito a seconda delle esigenze. In questo modo i produttori non necessitano di costosi stampi per lavorare su nuovi progetti”.

Source: Produzione semplificata di nano memorie e strumenti di progettazione dei chip

STAMPA     Tags:, ,

Leave a Reply