Home
Accesso / Registrazione
 di 

Un ricetrasmettitore a circuiti integrati in grado di erogare ± 30 V

Un ricetrasmettitore a circuiti integrati in grado di erogare ± 30 V Diagram

Un ricetrasmettitore a circuiti integrati in grado di erogare ± 30 V. Basandoci su un vecchio progetto apparso sul numero del 20/7/2006 della rivista “Electronic Design”, realizziamo un ricetrasmettitore RS-232 capace di erogare fino a ± 30 V.

Un ricetrasmettitore a circuiti integrati in grado di erogare ± 30 V

Un ricetrasmettitore a circuiti integrati in grado di erogare ± 30 V. Questa application note spiega come, combinando un ricetrasmettitore RS-232 e pochi altri componenti, si possa ottenere un ricetrasmettitore a circuiti integrati in grado di erogare ± 30 V. Nel caso in esame ci serviremo del MAX202 come circuito integrato su cui si basa il ricetrasmettitore. Il progetto originale è quello apparso sul numero del 20/7/2006 della rivista “Electronic Design”.

Nel caso di applicazioni che richiedano solo pochi mA di corrente di alimentazione, un semplice ricetrasmettitore RS-232 a circuiti integrati (nel nostro caso il MAX202) e pochi altri componenti possono costituire una fonte di alimentazione in grado di erogare fino a ± 30 V. Tale capacità viene in genere sfruttata in circuiti ad amplificatori operazionali (a ± 15 V) impiegati in strumenti di misura, gas detector ed altro.

Nell’applicazione standard per cui è stato progettato, la pompa di carica interna al MAX202 è in grado di fornire i ± 10 V necessari per pilotare la RS-232. Come mostrato in figura, la sezione trasmittente del circuito integrato pilota una pompa di carica esterna che può fornire fino a ± 30 V, ottenendo così un ricetrasmettitore a circuiti integrati in grado di erogare ± 30 V.

Ulteriori modifiche consentono al circuito di generare voltaggi differenti, ad esempio ± 20 V. Tramite l’aggiunta di regolatori lineari esterni, potrebbe produrre ± 15 V, necessari per pilotare circuiti basati su amplificatori operazionali bipolari.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 9 utenti e 79 visitatori collegati.

Ultimi Commenti