Home
Accesso / Registrazione
 di 

Rilevamento virtuale a 2 fili per regolatori di tensione

Rilevamento virtuale a 2 fili con LT4180.jpg

Un'application note della Linear Technology dedicata al rilevamento virtuale a 2 fili per i regolatori di tensione. Prima, analizzando i casi tipici di progettazione in cui vi è una certa perdita di potenza, e poi passando alla vera e propria progettazione con l’integrato LT4180. Una guida passo-passo per ridurre al minimo le perdite di potenza tra alimentatore e carico, rendendo l’applicazione desiderata a basso consumo e con pochi elementi dissipativi.

L'application note AN126 della Linear Technology ci supporta nella progettazione di un valido circuito di alimentazione che fornisca unicamente la potenza richiesta senza perdite.

Nei tre casi evidenziati nella precedente immagine, si ha un certa resistenza aggiuntiva dovuta ai fili e ai connettori posti tra alimentazione e carico. Il primo è sicuramente il caso peggiore arrivando fino all'ultimo che, anche se consigliato, comporta comunque l'utilizzo di ben 4 connessioni molto sensibili.

Linear Technology ci indica che la strada migliore da seguire è la seguente:

In questo caso viene usato un integrato LT4180 Virtual Remote Sense (VRS) che permette di stabilizzare la corrente richiesta all'alimentatore.

L'integrato LT4180 forza l'alimentatore ad erogare la corrente in continua più una piccola onda-quadra di corrente con ampiezza picco-picco uguale al 10% della corrente continua.

Il condensatore Cload permette di intrappolare l'onda quadra facendo arrivare al carico tra il 95% e il 105% della sola corrente richiesta.

Nell'application note troviamo una serie di schemi circuitali per utilizzare tale tecnologia e l'integrato LT4180 con differenti alimentatori e tensioni di alimentazione.

Esempio: un LT4180 con un LT3080 per fornire una tensione di 12V con 500mA di corrente al carico con una resistenza totale delle connessioni pari a 4Ohm.

L'ultima parte dell'application note è dedicata a tutte quelle formule da applicare per trovare i giusti valori dei componenti esterni per un perfetto funzionamento dell'integrato LT4180, cuore di questo sistema "anti-perdite".

Sempre sul nostro sito potete trovare un articolo dedicato solo all'integrato LT4108.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Alex87ai

Sinceramente non è che

Sinceramente non è che abbia capito tantissimo cosa faccia questo IC, ma a questo punto c'è da documentarsi!

ritratto di Alex87ai

Ah, ho capito! Praticamente

Ah, ho capito! Praticamente è tutto un sistema per valutare le perdite di tensione lungo la linea per controllare l'alimentatore d'ingresso al fine di far pervenire al carico la giusta tensione compensata già dalle perdite. Per fare questo, LT si è inventata un metodo a mio avviso geniale: per stimare le perdite, inietta lungo la linea, insieme alla continua, una piccola corrente con profilo ad onda quadra e ad una certa frequenza (sufficientemente alta) che non raggiunge il carico ma si richiude su una capacità posta in parallelo al carico stesso. In questo modo, LT4108 leggerà una tensione ad onda quadra la cui ampiezza è proporzionale alle resistenza di perdita lungo la linea. Stimate le perdite, l'alimentatore verrà regolato di conseguenza! Ottima soluzione!

ritratto di sorex

Questa tecnica permette di

Questa tecnica permette di compensare le cadute di tensione (e quindi le perdite di potenza) dovute alla resistenza dei cavi che vanno dalla fonte di alimentazione al carico utilizzatore.
Il sistema tradizionale prevedeva due fili di "sense" per rilevare la tensione direttamente sul carico, ma comporta l'onere di aggiungere due fili che possono anche essere molto lunghi.
Con questo sistema è possibile ottenere la compensazione dlle cadute di linea senza portare sul carico i fili di sense.

ritratto di Fabrizio87

questo servo nel caso in cui

questo servo nel caso in cui ci sono lunghi fili tra il carico è l'alimentatore,
così da garantire al carico l'attenzione richiesta eliminando così tutte le perdite dovuti alle cadute di tensione sui carri.

ritratto di sorex

Scusa, ma non ho capito cosa

Scusa, ma non ho capito cosa sono i carri

ritratto di Fabrizio87

Ma queste tecniche che usa

Ma queste tecniche che usa aggiungendo un'onda quadra nel mio segnale di alimentazione,
Non so se mi potrebbe dare un disturbo secondo quale componente vado ad alimentare,
è un'ottima tecnica sedia grado ad alimentare un carico resistito,
ma nell'applicazione di misure o per alimentare un microprocessore o controllore questa onda quadra e potrebbe dare molto fastidio

ritratto di mingoweb

Buon dispositivo per

Buon dispositivo per aumentare la stabilità degli alimentatori... soprattutto sulle cadute di tensioni quando si applicano dei carichi molto grossi..

ritratto di linus

chissà

se potrebbe essere utilizzato nelle linee di trasporto dell'energia, ovviamente per tensioni superiori e alternate.

ritratto di mingoweb

La vedo difficile utilizzare

La vedo difficile utilizzare questa tecnologia per il trasporto energetico!! I costi sarebbero molti di più, anche se si rilucerebbero sicuramente energia persa nel trasporto...

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 1 utente e 36 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti