Home
Accesso / Registrazione
 di 

La storia delle cose [Subs ITA]

La storia delle cose

Perchè il modello economico attuale è in fallimento? Perchè il pianeta inizia ad essere in riserva di risorse? Ma soprattutto perché i paesi ricchi, cosiddetti industrializzati sono in crisi e presto dovranno cedere il passo ai Paesi emergenti. Abbiate la pazienza di guardare questo video per ottenere molte risposte e magari contribuire ad un mondo migliore, sopratutto per i nostri figli.

Avete qualcosa di simile? Sto diventando un po' ossessionata da queste cose. In realtà, sono diventata un po' ossessionata da tutte le cose. Vi siete mai chiesti da dove vengono queste cose e dove vanno quando le buttiamo?

Non riuscivo a smettere di pensarci, così ho iniziato ad esplorare. Il libro dice che la roba passa attraverso un sistema di estrazione, produzione, distribuzione, consumo e smaltimento. Tutto questo insieme si chiama l'economia dei materiali. Devo studiare in modo più dettagliato. Ho trascorso 10 anni viaggiando per capire da dove vengono le cose e dove vanno. Sai cosa ho scoperto? Che questa non è tutta la storia. Da questa spiegazione manca un sacco di roba.

A prima vista, il sistema sembra buono, senza problemi. Ma la verità è, tuttavia, che questo sistema è in crisi. Questo perché si tratta di un sistema lineare ... e viviamo su un pianeta finito. Non si può sempre mantenere un sistema lineare su un pianeta limitato. In ogni fase, questo sistema interagisce con il mondo reale. Nella vita reale non succede come su un foglio di carta bianco. Questo è il sistema in cui interagiscono con le società, le culture, le economie, l'ambiente ... e si scontra con dei limiti. Limiti che non si vedono qui, perché il diagramma non è completo. Cominciamo dal principio, per vedere ciò che manca.

Una delle parti più importanti che gli manda è la gente, sì, la gente! Le persone vivono e lavorano in questo sistema. Ad alcuni di loro interessano più di altri, alcuni hanno qualcosa da dire. Chi sono? Bene, cominciamo con il governo. Gli amici mi hanno suggerito di utilizzare un carro armato come simbolo del governo. Questo è vero in molti paesi e sempre più nel nostro. Inoltre, il 50% delle imposte federali vanno in Militare. Ma io qui uso una persona per simboleggiare il governo. Penso che il governo dovrebbe essere il popolo, dal popolo, per il popolo. Il compito del governo deve essere quello di prendersi cura di noi, è il suo lavoro.

Con il governo, ci sono aziende. Il motivo per cui le aziende sono più grandi del governo è che sono più grandi del governo. Di 100 maggiori economie del mondo, 51 sono multinazionali. Come le società sono cresciute in dimensione e influenza abbiamo visto un piccolo cambiamento nel governo. Il governo si preoccupa di più delle aziende che per noi. OK, diamo un'occhiata a ciò che ancora manca in questa foto. Cominciamo con l'estrazione che è una bella parola per lo sfruttamento delle risorse naturali che è a sua volta una bella parola per la distruzione del pianeta.

Come vi sembra? Gli alberi sono stati tagliati, le montagne le abbiamo fatto saltare in aria per estrarre i metalli, abbiamo contaminato tutta l'acqua e spazzato via gli animali. Siamo al nostro primo limite. Le nostre risorse stanno scomparendo. Noi usiamo troppa roba! So che è difficile sentire, ma questa è la verità e la dobbiamo affrontare. Negli ultimi 3 decenni, un terzo delle risorse naturali della terra sono state consumate! Consumate! Stiamo tagliando e estraendo e trasportando e buttando il posto così veloce che mina la possibilità di vivere.

Negli Stati Uniti, dove vivo, abbiamo meno del 4% delle nostre foreste originali. 40% di acqua potabile è diventata imbevibile. E il nostro problema non è solo che stiamo usando troppa roba, ma stiamo usando più di quant'è la nostra quota. Abbiamo il 5% della popolazione mondiale, ma consumiamo il 30% delle risorse mondiali. E produciamo il 30% dei rifiuti del mondo! Se tutti consumassero come gli Stati Uniti, ci vorrebbero 3-5 pianeti. E sapete una cosa? Abbiamo solo uno! Quindi, la risposta del mio paese a questa limitazione è semplicemente quello di andare a prendere da qualcun altro!

Questi sono i paesi del terzo mondo. E' un'altra parola per la nostra roba che sta su un altro terreno. Come vi sembra? Allo stesso modo! Distruzione! Il 75% della pesca globale ha superato la capacità. L'80% delle foreste naturali del mondo sono scomparse! Solo nella giungla amazzonica, perdiamo 2000 alberi in un minuto! Questo significa 7 campi da calcio al minuto! E che dire della gente che ci vive? Secondo queste persone, queste risorse non sono di loro proprietà anche se hanno vissuto per generazioni in questi luoghi. Essi non possiedono i mezzi di produzione, non comprano abbastanza roba! E in questo sistema, se si possiede o non si acquista abbastanza, non si ha valore!

Così, poi, i materiali passano alla produzione. e qui, usiamo l'energia per mescolare le sostanze chimiche tossiche per ottenere prodotti contaminati. Ci sono oltre 100.000 sostanze chimiche sintetiche in uso oggi in commercio. Solo una parte di loro è stata testata per l'impatto sulla salute e NESSUNA è stata testata per l'impatto sulla salute sinergica, ciò significa che quando interagiscono con tutte le altre sostanze chimiche siamo esposti ogni giorno. Quindi, non sappiamo l'impatto sulla salute e sull'ambiente di tutte queste sostanze chimiche tossiche. Ma sappiamo una cosa: tossico dentro e fuori. Finché continuiamo a mettere sostanze tossiche nei nostri sistemi di produzione industriale porteremo le sostanze tossiche nelle case, nelle scuole e nei nostri posti di lavoro! E nei nostri corpi!

Come ad esempio i BFR, ritardanti di fiamma bromurati. Si tratta delle sostanze chimiche resistenti al fuoco ma che sono molto tossiche. Si tratta di una neuro-tossina - che è tossica per il cervello. La domanda è: perché facciamo uso di queste sostanze chimiche? Eppure le abbiamo messe nei nostri computer, elettrodomestici, materassi e persino in alcuni cuscini! Infatti, prendiamo i nostri cuscini, li bagniamo in una neurotossina, e poi li portiamo a casa e mettiamo la testa su di loro per 8 ore per dormire. Ora, io non lo so, ma in questo paese con così tanto potenziale, si potrebbe trovare un modo migliore così le nostre teste non prendono fuoco durante la notte. Ora queste sostanze tossiche si accumulano nella catena alimentare e si concentrano nei nostri corpi.

Sapete che cibo nella cima della catena alimentare ha il livello più alto di contaminanti tossici? Il latte umano. Ciò significa che i più giovani membri della società si prendono una dose massima di sostanze chimiche tossiche dalle loro madri. Non è un reato incredibile? L'allattamento al seno deve essere un atto fondamentale di nutrimento. Dovrebbe essere sacro e sicuro. Il latte materno è ancora il miglior cibo e le madri dovrebbero nutrire i loro figli al petto. Ma lo dobbiamo proteggere! Essi dovrebbero proteggerlo! Pensavo che si preoccupavano per noi. E, naturalmente, le persone che portano le sostanze tossiche sono gli operai, molti di loro sono donne in età fertile. Stanno lavorando con tossine riproduttive, agenti cancerogeni e altri veleni. Vi chiedo: che donna in età riproduttiva lavorerebbe esposta alle tossine riproduttive, se non una donna senza scelta?! E questa è una delle "bellezze" di questo sistema. L'erosione degli ambienti e delle economie locali qui ... creano una fonte inesauribile di persone che non hanno un'altra scelta.

A livello globale, 200.000 persone ogni giorno si spostano da ambienti che li hanno sostenuti per generazioni, nelle città; vanno a vivere in baraccopoli, in cerca di lavoro, non importando quanto tossico il lavoro possa essere.. Questo sistema non solo utilizza le risorse, ma anche le persone. Intere comunità sono state distrutte ... Sì, tossico dentro e fuori. Tante sostanze tossiche escono dalla fabbrica con i prodotti ... ma ancora di più lasciano la fabbrica come sottoprodotti, o inquinamento. E questo è un sacco di inquinamento. Negli Stati Uniti, la nostra industria, ammette di rilasciare quasi 4 miliardi di tonnellate di sostanze chimiche tossiche all'anno. Probabilmente il numero è maggiore, perché questo è solo un riconoscimento ufficiale.

Ecco, questo è un altro limite, perché, puah, chi vuole annusare 4 miliardi di sostanze chimiche tossiche in un anno? E allora cosa fanno? Spostano le fabbriche sporche all'estero. Inquinano il terreno di qualcun altro! Ma, sorpresa! Molti inquinanti stanno tornando a noi attraverso le correnti d'aria. E cosa succede quando tutte le risorse si trasformano in prodotti? Vengono qui per la distribuzione. Che significa la distribuzione: la vendita dei rifiuti tossici nel più breve tempo possibile. L'obiettivo è quello di mantenere i prezzi bassi, i clienti e il flusso delle merci. Come mantenere i prezzi bassi? Non pagano tanto i lavoratori ... risparmiando sulla loro assicurazione sanitaria più a lungo possibile. E' l'esternalizzazione dei costi. Ciò significa che i costi effettivi di produzione non sono inclusi nel costo.

In altre parole, non pagano il prezzo reale del prodotto che noi acquistiamo. L'altro giorno pensavo a questo. Stavo camminando e volevo ascoltare le notizie. Così sono entrata in un negozio e ho visto una piccola radio "green" a $4,99. Ero lì in fila per comprare questa cosa e pensavo come 4,99$ potrebbero essere sufficienti per comprendere i costi della radio? Il metallo è probabilmente prodotto in Sud Africa, il petrolio probabilmente proveniva dall'Iraq, la plastica è prodotta in Cina e il tutto è stato probabilmente messo insieme da un quindicenne in Messico. 4,99$ non pagherebbero nemmeno l'affitto per lo spazio sugli scaffali per non parlare dello stipendio del rivenditore che mi ha aiutato a scegliere il prodotto o il viaggio sull'oceano o il trasporto con il camion. Così ho capito che non ho pagato per la radio.

Quindi chi ha pagato? Queste persone hanno pagato con la perdita delle loro risorse naturali, una perdita di aria pulita, con asma e cancro in aumento. I bambini in Congo hanno pagato con il loro futuro? Il 30% dei ragazzi in alcune parti del Congo abbandonano la scuola per estrarre il coltan un metallo di cui abbiamo bisogno per i prodotti elettronici a buon mercato. Queste persone anche a pagamento, devono pagare la propria assicurazione medica. In questo sistema, ha partecipato tanta gente così ho potuto comprare una radio a $4,99. E nessuno di questi contributi è registrato in nessun libro contabile.

Questo è ciò che chiedo dai titolari dell'azienda: esternalizzare i costi reali di produzione. Questo ci porta alla freccia d'oro del consumo. Questo è il cuore del sistema, il motore che lo spinge. E' così importante che proteggere questa freccia è diventata la priorità assoluta per entrambi i ragazzi. Ecco perché, dopo l'11 Settembre, quando il nostro paese era sotto shock e quando il nostro Presidente Bush poteva suggerisci ad esempio, di essere tristi, di pregare e di sperare... Invece NO. Ha detto di comprare. COMPRARE?!! Siamo diventati una nazione di consumatori. La nostra identità primaria è che siamo consumatori, no madri, insegnanti, agricoltori, ma consumatori! Il nostro valore si misura dal modo in cui contribuiamo a questa freccia, dal modo in cui consumiamo. E consumiamo! Compriamo e compriamo e compriamo.

Manteniamo il flusso dei materiali. Indovinate qual è la percentuale di flusso totale di materiali attraverso questo sistema è ancora in uso o 6 mesi dopo la loro data di vendita in Nord America? 50%? 20? No, 1%! L'uno per cento! In altre parole, il 99% delle cose che stiamo raccogliendo, scavando, lavorando, trasportando ... 99% di queste cose che passano attraverso il sistema viene gettato entro 6 mesi! Come possiamo gestire il pianeta con un tale livello di esaurimento delle risorse? Non è stato sempre così. L'americano medio consuma oggi il doppio di quanto consumava 50 anni fa. Chiedete alla nonna! Ai suoi tempi, la gestione e l'intraprendenza e la parsimonia erano importanti. Quindi, come è successo? Beh, non è successo. E' stato progettato. Poco dopo la Seconda Guerra Mondiale, questi ragazzi stavano pensando come recuperare l'economia.

L'analista Victor Lebow ha progettato una soluzione che è diventata la norma per l'intero sistema. Egli ha detto: La nostra economia enormemente produttiva richiede che il consumismo diventi un modo di vita, che trasformiamo l'acquisto e l'utilizzo delle cose nei rituali, che cerchiamo la nostra soddisfazione spirituale, la nostra soddisfazione dell'ego nel consumo. Abbiamo bisogno di cose consumate, scartate e sostituite da un numero sempre ad un crescente ritmo. Il Consigliere del Presidente Eisenhower ha detto che "il compito più importante dell'economia americana è di produrre più beni di consumo" PIù BENI DI CONSUMO? Il nostro compito più importante? Non la salute, l'istruzione, la sicurezza del traffico, la sostenibilità o la giustizia? Beni di consumo?

Come hanno fatto a farci saltare a bordo di questo programma con entusiasmo? I due metodi più efficaci sono: obsolescenza programmata e obsolescenza percepita. L'obsolescenza programmata può essere definita come un progetto per la discarica. Vuol dire che in realtà fanno roba inutile il più rapidamente possibile in modo che lo butti e ne compri uno nuovo. Questo è evidente in cose come i sacchetti di plastica o le tazze di caffè ... Ma anche con cose più grandi: macchine per la pulizia, DVD, macchine fotografiche, barbecue, il tutto ... Anche i computer. Avete notato che se compri un computer adesso la tecnologia cambia così velocemente che un computer comprato pochi anni fa non facilita, ma diventa anche un ostacolo alla comunicazione.

Ero curiosa di questo così ho aperto il mio computer, per vedere quello che c'era dentro. E ho scoperto che il pezzo che cambia ogni anno, è solo un pezzo piccolo piccolo in un angolo. Ma non si può semplicemente cambiare quel piccolo pezzo, perché la forma è in continua evoluzione, quindi bisogna buttare tutto e comprarne uno nuovo. Ho letto riviste di design industriale degli anni '50 quando l'obsolescenza programmata stava prendendo piede. I progettisti sono così aperti su questa cosa. In realtà discutono apertamente su come progettare le cose in modo abbastanza veloce per far perdere la loro funzione, e che il consumatore abbia ancora abbastanza fede nel prodotto di acquistarne uno nuovo. E' stato così intenzionato!

Ma le cose non si rompono così veloce per mantenere la freccia ... quindi c'è anche "l'obsolescenza percepita". Questo significa che noi siamo certi che gettiamo cose completamente utilizzabili. Come è possibile? Modificare l'aspetto delle cose. Se avete acquistato la roba qualche anno fa ... tutti possono dire che non abbiamo contribuito a questa freccia di recente e poiché il nostro modo di dimostrare il nostro valore sta contribuendo a questa freccia, può essere imbarazzante Per 5 anni ho utilizzato lo stesso monitor del computer. Il mio collega ha un nuovo monitor con un design elegante, lo schermo sottile! Si abbina al suo computer, al telefono, anche al supporto per la penna. Sembra che stia guidando un'astronave, ed io sembro di avere una lavatrice sulla mia scrivania.

La moda è uno dei migliori esempi di questo. Vi siete mai chiesti perché i tacchi delle scarpe femminili uno anno sono sottili, uno no?! Questo non è perchè qualcuno si chiede cosa sia sano per i vostri piedi. è perchè con un tacco grosso dimostri che non hai contribuito a quella freccia d'oro e non sei preziosa come quella persona accanto a te con i tacchi sottili o come quella di alcuni messaggi pubblicitari. E' perchè devi comprare le scarpe nuove! Pubblicità e media svolgono un ruolo importante in tutto questo. Verso ognuno di noi negli Stati Uniti vengono indirizzati 3000 messaggi pubblicitari al giorno. Ogni anno vediamo più pubblicità di quanto la gente 50 anni fa vedeva in tutta la vita.

E se ci pensate, qual è il punto di un annuncio pubblicitario se non per farci infelici con quello che abbiamo? 3000 volte al giorno diciamo che i nostri capelli sono brutti, i vestiti, i mobili, l'auto ... Tutto è storto... e possiamo risolvere il problema andando a fare shopping. I media aiutano anche a nascondere tutto questo e questo. Così l'unica parte dell'economia dei materiali che vediamo è lo shopping. L'estrazione, la produzione e lo smaltimento accadono fuori dal nostro campo visivo. Così, negli Stati Uniti abbiamo più cose rispetto al passato, ma i sondaggi mostrano che la nostra felicità nazionale in realtà è in declino. La nostra felicità nazionale ha raggiunto il picco nel 1950, proprio nel momento in cui è esplosa la febbre del consumatore. Hm, coincidenza interessante ... io credo di sapere perché!

Abbiamo più cose, ma anche meno tempo per ciò che ci rende veramente felici. Per gli amici, la famiglia, il tempo libero. Lavoriamo anche di più. Alcuni analisti dicono che abbiamo meno tempo libero ora che nella società feudale. E sapete quali sono le due attività di svago più comuni? Guardare la TV e lo shopping! Negli Stati Uniti spendiamo 3-4 volte di più tempo per lo shopping che gli europei. Quindi siamo in questa situazione ridicola dove andiamo a lavorare, forse anche due lavori, e torniamo a casa e siamo esausti, ci buttiamo sul nostro divano nuovo e guardiamo la TV e gli spot pubblicitari ci dicono "Fai schifo" e dobbiamo andare a fare shopping per sentirsi meglio e poi dobbiamo andare a lavorare di più per pagare la roba che abbiamo appena comprato. Poi torniamo a casa e siamo più stanchi e ci sediamo e guardiamo la TV che ci dice di andare a fare shopping di nuovo. Così siamo entrati in questa routine pazzesca lavoro-TV-shopping. Potremmo semplicemente smettere.

E cosa succede alla fine a tutte le cose che compriamo? A questo livello di consumo, nelle nostre case non entra più niente, anche se la dimensione media delle case è raddoppiata dagli anni '70. Tutto va nel cestino! Questo ci porta allo smaltimento. Conosciamo tutti questa parte dell'economia dei materiali perchè buttiamo tutti i giorni la spazzatura. Ognuno di noi negli Stati Uniti produce 2kg di spazzatura al giorno. Questo è più del doppio di quello di trent'anni fa. Tutta questa spazzatura va in una discarica, in realtà è solo un grande buco nel terreno Oppure, se avete veramente sfortuna, prima viene bruciata e poi smaltita. Entrambi i metodi inquinano l'aria, la terra e l'acqua e il cambiamento climatico! L'incenerimento fa davvero male. Ricordate quelle sostanze tossiche nella fase di produzione?

In caso di combustione dei rifiuti queste tossine vengono rilasciate nell'aria. Peggio ancora, creano delle nuove super-tossine, come la diossina. La diossina è il veleno più pericoloso creato dall'uomo che la scienza abbia mai conosciuto E gli inceneritori sono la fonte numero uno di diossina. Questo significa che potremmo smettere di produrre i veleni più pericolosi semplicemente non bruciando più la spazzatura. Potremmo smettere oggi! Ora, alcune aziende non vogliono trattare con la costruzione di inceneritori e discariche, loro esportano i loro rifiuti.

Che dire del riciclaggio? Il riciclaggio? SI! Il riciclaggio riduce i rifiuti e lo sfruttamento delle risorse. Sì, sì, sì, tutti noi dovremmo riciclare! Ma il riciclaggio non è sufficiente. Il riciclaggio non sarà mai abbastanza. Per diverse ragioni: la spazzatura domestica è solo la punta dell'iceberg. Per ogni tipo di rifiuti si mette fuori sul marciapiede un bidone, In totale 70 bidoni di rifiuti necessari, solo per buttare la spazzatura. Beh, se potessimo riciclare il 100% dei nostri rifiuti, non arriveremmo al cuore del problema. Anche gran parte della spazzatura non può essere riciclata perché contiene troppe tossine, o è stata progettata in modo che NON può essere riciclata. Come quelle confezioni di succo di frutta con strati di metallo e carta e plastica, tutti schiacciati insieme. Non si possono mai separare per il vero riciclaggio.

Ora si può vedere che il sistema è in crisi. Stiamo toccando i limiti. Dal cambiamento climatico alla felicità in declino - semplicemente non funziona. La cosa buona di un problema così pervasivo è che ci sono molti punti di intervento. Ci sono persone qui che stanno lavorando per salvare le foreste e qui sulla produzione pulita Le persone che lavorano sui diritti dei lavoratori e sul commercio equo, sul consumo consapevole ... bloccando le discariche e gli inceneritori e, un lavoro molto importante, per riconquistare il nostro governo. Così diventa davvero dal popolo per il popolo. Tutto questo lavoro è molto importante, ma le cose cambieranno in modo significativo quando ci renderemo conto delle connessioni, quando vediamo il quadro completo.

Quando le persone di questo sistema si uniranno, saremo in grado di recuperare e trasformare questo sistema lineare in qualcosa di nuovo. Un sistema che non distrugge le risorse o le persone. Ciò di cui abbiamo veramente bisogno è di cambiare il vecchio modo di pensare. C'è un nuovo modo di pensare a queste cose basato sulla sostenibilità e l'equità chimica verde, rifiuti zero, ciclo di produzione chiuso, energie rinnovabili, economie locali ... Questo sta già accadendo! Alcuni dicono che è irrealistico, idealista, e questo non può accadere Ma io dico che coloro che non sono realistici continuano con la vecchia maniera. E' un sogno! Ricordate: che vecchia maniera non è un successo. Non è la gravità con cui viviamo. Le persone l'hanno creata, e anche noi siamo persone! Quindi cerchiamo di creare qualcosa di nuovo!

Guarda il Video SOTTOTITOLATO in Italiano

Iscriviti al nostro canale YouTube e vota i VIDEO migliori

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di mas_simo

Annie Leonard cita Victor

Annie Leonard cita Victor Lebow che ha detto in 1955 per la crescita economica:

"La nostra enorme economia produttiva... richieste che facciamo del consumo la nostra vita, che si converta l'acquisto e l'uso di merci in rituali, che sia la ricerca della nostra soddisfazione personale, la nostra soddisfazione dell'ego, del consumo... abbiamo bisogno di cose da consumare, bruciare, cambiare e buttare ad un ritmo crescente"

ritratto di pic-pic

sapevate che un provvedimento

sapevate che un provvedimento scolastico in Montana ha impedito il documentario perché violava le norme sulla parzialità?!

ritratto di Ionela

Il video è rilasciato il 4

Il video è stato pubblicato online il 4 dicembre 2007, ed è presentato da Annie Leonard, diplomata a Barnard College e laureata a Cornell University in "pianificazione di città e regioni". Molto coraggiosa!

ritratto di pinux76

complimenti

davvero complimenti ho letto articolo tutto di 1 fiato !! scrivi ancora
è un piacere leggerti!!
p.s. pensa che hai vinto la mia pigrizia a isscrivermi ai sito per poter
postare !! quindi sei stata davvero brava
arriverderci al tuo prox pezzo

ritratto di biank9388

stuff

Il vero problema, secondo me, è che oggi giorno solo poche persone sono in grado di salire fino in cima e quindi assumere un punto di vista "sistemico" nei confronti della realtà che ci circonda;
l'uomo medio, infatti, nonostante una buona formazione culturale si limita a "sopravvivere", ad osservare il proprio circondario ed a soddisfare i sui bisogni più urgenti programmati da migliaia di anni di evoluzione, d'altronde i nostri geni non chiedono altro;
il nostro organismo non è abbastanza evoluto da percepire la pericolosità della diossina o del plutonio come noi oggi percepiamo il calore di una fiamma oppure l'odore di "morte" della putresceina; in altre parole l'evoluzione biologica non ci ha ancora fornito, per mancanza di tempo, idonei meccanismi di retroazione che possano salvarci la vita quando siamo difronte a nuovi pericoli; alcuni potrebbero non essere d'accordo in questo senso, mettendo in ballo l'evoluzione socio-culturale e cioè evidenziando la capacità che tutti gli uomini hanno di apprendere ed implementare "nuovi sistemi di retroazione" attraverso la formazione culturale, del tipo: "Cittadini, non usate i cellulari poichè potrebbero provocare il cancro!", oppure, "Cittadini, non fumate...per lo stesso motivo di prima!"; il problema di queste retroazioni "apprese" sono molteplici: in primis ci deve essere educazione e quindi informazione fruibile da tutti i membri della comunità, in secundis, l'efficacia di tali meccanismi è discutibile nel breve e nel lungo termine, basta vedere il numero di fumatori nel mondo;
Questo approcio sistemico mi suggerisce che se la nostra società non sarà ingrado di creare ed implementare efficacemente nuovi meccanismi di retroazione in grado di salvaguardarla, l'intero sistema Gaia andrà alla deriva (drifting) verso un nuovo stato stazionario in cui l'umanità potrebbe anche non figurare più fra i presenti...

ritratto di maurotec

Purtroppo e proprio come dice la tipa nel video

Dovrebbero vederlo e comprenderlo in tanti questo video. Io sono out, perchè il mio cellulare non ha la fotocamera, la mia auto ha 20 anni e non ho L'iPipod. Gli oggetti che compriamo devono in qualche modo devono guastarsi è questo è il momento buono per comprarne uno nuovo. Il motto è ciò che funziona non si cambia, peccato però che gli oggetti in commercio durano sempre meno e quando non si guastano si trova il modo per convincere che le scarpe che hai comprato due anni fa e che ha indossato 4 volte non puoi più indossarle perchè sono passate di moda.

La cosa orribile è che se non seguiamo la moda il primo a farci sentire a disagio è il nostro amico/amica dicendoci; ma che scarpe hai indossato? ma per favore.

La cosa è terribile perchè questa gente non valuta che io con scarpe alla moda o meno sempre lo stesso sono, mica miglioro.

Ma anche quando si è coscienti che consumare all'infinito non si può ti
obbligano a consumare.
Es. si guasta la lavatrice, chiami il tecnico, questo spara il preventivo; Signora la riparazione viene 280 €.
La signora si fà due conti rapidi; "ma se la compro nuova spendo 350€ ho due anni di garanzia, mi conviene aquistarla?"
No senta non voglio ripararla.
Tecnico: Si ma allora mi deve il diritto di chiamata sono 45€.

Si ne sono sicuro l'obbiettivo è farci comprare comprare, consumare spendere spendere.

Ciao.

ritratto di Emanuele

La poverta è uno stato mentale

La poverta è uno stato mentale,
ci si sente poveri perche non si possiede l'ipad2 o il nuovo giaccone alla moda da 600 euro o il suv da 90Keuro. La società in questo è spietata, soggiogata ormai dalla pubblicità che ha spostato il nostro benessere dall'essere al materiale.

Certo ci sono alcuni casi di reale povertà ma quante lamentele ho sentito per poi osservare meglio e notare lo smartphone o l'orologione al polso di chi parlava...

Lavoro -> Shopping -> Televisione -> Lavoro -> Shopping -> Televisione -> loop_infinito

In un anno, su 365 giorni, quanti ne passiamo cosi?

Dobbiamo lavorare di più per poi poter comprare quello che la tv ci impone, si ci impone, perche come la definireste la pubblicità cosi martellante ed invasiva degli ultimi anni...

La soluzione è una sola, spezzare il loop, costruire la propria vita sulle relazioni umane piuttosto che sui beni materiali!

ritratto di Riccardo M

Gli inglesi dicono che:

the difference between men and boys is the price of their toys

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 8 utenti e 41 visitatori collegati.

Ultimi Commenti