Home
Accesso / Registrazione
 di 

USB data kit wireless, Q-Waves torna sul mercato.

Data Kit USB wireless

Sembrava che il wireless basato sulla tecnologia UWB (Ultra-wide Band o banda ultra-larga che permette la ricezione e la trasmissione di segnali tramite l’uso di impulsi di energia in radiofrequenza dalla brevissima durata ma liberi da interferenze) fosse al capolinea, ma la compagnia inglese Q-Waves lo ha resuscitato con l’introduzione di un paio di nuovi prodotti, uno dei quali è il Data Kit USB wireless che permette a quasi tutti i dispositivi USB di eseguire operazioni wireless senza il bisogno di un network.

Data Kit USB wireless

L’unico chip (WR601) che alimenta il Data Kit è prodotto da un’azienda fabless (senza fabbrica, cioè che non produce direttamente), la statunitense Wisair. Il Data Kit è un prodotto USB wireless certificato, quindi in teoria è interoperabile con altri prodotti USB wireless.

Limitazioni

Nonostante la tecnologia UWB sia progettata per operare oltre una frequenza compresa tra 3.1 e 10.6 GHz, in Europa è stato decretato che il Data Kit venga limitato a solo una frazione di questo spettro, cioè da 3.168 a 4.752 GHz, su un singolo canale PHY. Trasferimenti di dati ad alta velocità, fino a teorici 480 Mb/s, sono possibili solo entro un corto raggio, la cui massima portata può arrivare a 10 metri, ma si è liberi da interferenze.
Il software è essenzialmente un tray applet che mostra lo stato della connessione, senza settaggi da configurare.

Il dongle remoto è situato in una piccola docking station con un connettore USB, e agganciare un dispositivo è esattamente come collegarlo usando una normale connessione USB. Praticamente quasi tutti i tipi di periferiche USB sono supportate, inclusi gli hub.
Il lato negativo della tecnologia UWB è che essendo molto debole è in grado di funzionare solo a vista d’occhio, in un raggio limitato. In poche parole non passa i muri. Infatti anche un muro fino sarebbe in grado di bloccare il segnale che tra l’altro arriva sì fino a 10 metri, ma l’affidabilità è garantita entro i 5-6 metri. A questa distanza si può ottenere un trasferimento di dati con una velocità pari a 40 Mb/s, che va ad aumentare fino a 56 Mb/s se la distanza si riduce ad un metro. Quindi il Data Kit dimostra di poter garantire una performance simile ad un buon Wifi ma senza l’ingombro del cavo.
In conclusione, il Data Kit USB wireless dimostra di essere un prodotto valido se non si tiene in considerazione il corto raggio d’azione; inoltre è molto semplice da installare e da usare e al momento non ci sono molte altre alternative.

Specifiche tecniche e requisiti di sistema

- Wireless USB certificato USB-IF.
- PHY certificata Wimedia.
- Frequenza operativa compresa tra 3.168 GHz e 4.752 GHz.
- Consumo energetico pari ad 1 W per ogni adattatore USB.
- Requisiti: Windows Xp, Vista, 7.

In breve: lati positivi e negativi

Se si vuole aggiungere la potenzialità di un wireless veloce a quasi tutte le periferiche USB senza utilizzare un network, il Data Kit USB wirelessè una valida soluzione, ma solo se il computer e il dispositivo sono nella stessa stanza. Quindi semplicità d’uso, basso consumo e assenza di interferenze rappresentano i lati positivi, mentre i negativi si riassumono appunto nel corto raggio e nell’impossibilità di oltrepassare anche un sottile muro, seppure all’interno del raggio.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 3 utenti e 30 visitatori collegati.

Ultimi Commenti