1000 misure con il PoScope Mega1

La comodità del PoScope Mega1 è stupefacente. In uno scatolotto molto leggero e di pochi centimetri, il progettista può trovare molti strumenti di misura, tutti comodamente in un taschino. Il collegamento del dispositivo al PC consente di ottenere il massimo dalle registrazioni dei dati, con la possibilità di salvataggio in diversi formati. Un piccolo gioiello che, ovviamente, non dispone delle potenti funzionalità dei prodotti di fascia maggiore ma che ritorna molto utile in tutti quei casi in cui occorre eseguire misurazioni elettriche nella norma.

Introduzione

Tempo fa vidi, sul sito della Polabs, un piccolo oscilloscopio tascabile, dal prezzo molto contenuto, collegabile al PC e con la possibilità di effettuare le maggiori misure elettroniche richieste. Il suoi nome era PoScope Mega1. Io possedevo già un oscilloscopio tradizionale, ma dato che il costo era abbordabile, decisi di acquistarlo. Dopo mesi di utilizzo, posso dire di essere totalmente soddisfatto del prodotto, sebbene le caratteristiche generali non siano paragonabili a quelle dei prodotti di fascia superiore, ma per un progettista che non abbia esigenze estremamente elevate, il Poscope va più che bene. Nel proseguo dell'articolo metteremo a fuoco quali compiti può svolgere e quali no, rammentando che il mercato offre sempre il prodotto che soddisfa qualsiasi tipologia di esigenza.

Il PoScope Mega1

La PoLabs produce continuamente nuovi strumenti di misura, adatti a qualsiasi settore elettronico, dal più semplice al più sofisticato. Pertanto è facile trovare nuovi aggiornamenti del prodotto o migliorie varie. Il PoScope Mega1 è un comodo dispositivo, visibile in figura 1, che racchiude in se diversi strumenti di misura.

Figura 1: Il PoScope Mega1.

Figura 1: Il PoScope Mega1.

 

Caratteristiche

Il PoScope Mega1 si collega al PC attraverso l'interfaccia USB, ormai diventato uno standard mondiale, e consuma poca energia. Non ha bisogno, pertanto di una fonte esterna di alimentazione e già questo fatto risulta essere molto comodo. Con il PoScope Mega1 l'utente dispone di:

  • Un oscilloscopio;
  • Un analizzatore di spettro;
  • Un registratore di segnali;
  • Un generatore di segnali analogici;
  • Un Analizzatore logico.

Sembrano pochi ma con essi si possono effettuare tanti tipi di misurazioni. La frequenza di campionamento non è alta ma se si ci accontenta di prestazioni medie, il PoScope è quello che fa per noi. Ecco, in tabella 1, alcune caratteristiche tecniche del dispositivo.

 

2 Ingressi Analogici
Frequenza di campionamento 2.5MHz (single channel)
Tensione di ingresso -20/+20 V.
2 Ingressi Digitali  
Frequenza di campionamento Fino a 1MHz
Configurazione Input (analizzatore), Output (generatore)
Tensione di ingresso 0..5V
Numero di canali 16
Protocollo  UART, I2C, SPI, 1-Wire
 1 Uscita Digitale  
Forme d'onda
Sinusoidale, quadra, dente di sega, triangolare
Frequenza massima del segnale 12,5kHz
Massima tensione di uscita 3,3V

Tabella 1: caratteristiche tecniche

Si prenda subito confidenza con gli ingressi e le uscite fisiche del dispositivo, visualizzate in figura 2, in modo da sapere dove collegare le sonde per le misure o le generazioni di segnale.

 

Figura 2: Le connessioni del PoScope Mega1.

Figura 2: Le connessioni del PoScope Mega1.

 

Il software

Ricordo che quando acquistai il PoScope, sul sito era disponibile la versione 2.2 del software di controllo. Aveva alcuni bug e certe operazioni non riuscivo ad eseguirle. La Polabs ha curato molto questo aspetto e periodicamente carica le nuove versioni, con l'aggiunta di nuove possibilità. E' proprio bello vedere il proprio oscilloscopio aggiornarsi nel tempo, con nuove finestre, maschere e funzionalità. Si consiglia, pertanto, di controllare periodicamente le ultime uscite sulla pagina dedicata ai download. Molto curato risulta pure il manuale, in formato PDF che spiega, in maniera molto chiara e dettagliata, lo strumento di [...]

ATTENZIONE: quello che hai appena letto è solo un estratto, l'Articolo Tecnico completo è composto da ben 2423 parole ed è riservato agli abbonati MAKER. Con l'Abbonamento avrai anche accesso a tutti gli altri Articoli Tecnici MAKER e potrai fare il download (PDF) dell'EOS-Book del mese. ABBONATI ORA, è semplice e sicuro.

Abbonati alle riviste di elettronica

22 Commenti

  1. Giovanni Di Maria Giovanni Di Maria 21 settembre 2017
  2. enzo1965 21 settembre 2017
    • Giovanni Di Maria Giovanni Di Maria 21 settembre 2017
  3. Maila Agostini 21 settembre 2017
  4. Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 21 settembre 2017
    • Giovanni Di Maria Giovanni Di Maria 21 settembre 2017
      • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 21 settembre 2017
  5. smania2000 smania2000 21 settembre 2017
  6. Luca Giuliodori Luca Giuliodori 22 settembre 2017
    • Giovanni Di Maria Giovanni Di Maria 22 settembre 2017
  7. Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 22 settembre 2017
  8. Luca Giuliodori Luca Giuliodori 22 settembre 2017
    • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 22 settembre 2017
      • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 22 settembre 2017
      • Luca Giuliodori Luca Giuliodori 22 settembre 2017
        • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 22 settembre 2017
          • Luca Giuliodori Luca Giuliodori 22 settembre 2017
  9. bcostant 24 settembre 2017
    • Giovanni Di Maria Giovanni Di Maria 24 settembre 2017
  10. enzo1965 28 settembre 2017
    • Giovanni Di Maria Giovanni Di Maria 28 settembre 2017
  11. enzo1965 29 settembre 2017

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *