Internet of Things vs Artificial Intelligence: le differenze

Internet of Things vs Artificial Intelligence: quali sono le differenze? In questo articolo ho il piacere di mostrarti in che cosa si differenziano questi due mondi.

Parto da un piccolo grande presupposto: sono due cose totalmente diverse fra loro. Partiamo da ciò che è l'internet delle cose, ovvero l'IoT.

L'IoT lo possiamo riassumere banalmente in quella branca di tecnologie legate all'informativa, dove dispositivi in carne e silicio comunicano fra loro grazie al potere di internet. 

Questi dispositivi, in linea generale, sono dotati di sensori e di attuatori in grado di comunicare ed inviare informazioni fra di loro e a noi esseri umani tramite il potere di internet.

In aggiunta a ciò, questi dispositivi connessi che vanno a formare l'IoT stesso sono "istruiti" con del codice per operare in base a determinati eventi, come gli studenti di Makers Academy sanno bene!

A questo punto, è giusto dire che cos'è l'Intelligenza Artificiale per avere un confronto completo.

L'IAin inglese "Artificial Intelligence", è quell'altra branca di tecnologie che utilizzano i dati come "carburante" e le azioni umane per stabilire l'output da produrre.

Le macchine che sono dotate di Intelligenza Artificiale, sono in grado di realizzare ciò che chiamiamo processo cognitivo. Il processo cognitivo, quell'insieme di operazioni e "pensieri" in grado di far capire alla macchina stessa che decisioni prendere.

Inoltre, queste macchine dotate di IA, sono costruite per supportare l'automazione e si basano sull'apprendimento delle proprie esperienze passate in grado di migliorare le proprie performance nel futuro.

Capito cosa è l'IoT e capito cosa è l'IA, ho il piacere di mostrarti anche in base alle necessità un confronto completo.

Internet of Things vs Artificial Intelligence: necessità basate su diversi criteri

Partiamo da ciò che è il tipo di connessione. 

Nell'IoT, abbiamo diversi dispositivi connessi fra loro, l'IA prevede macchine indipendenti che non necessitano di connessioni instaurate fra di loro.

La capacità dei dispositivi IoT è già conosciuta a priori. Intendo dire questo: la tua lavatrice smart sai già che ti sa lavare un certo tipo di vestiti con certe modalità.

Bene, le capacità di una macchina dotata di Intelligenza Artificiale non possono essere conosciute a priori proprio per il processo cognitivo.

Arriviamo al terzo punto.

L'interazione. L'interazione con gli umani è necessaria per gli oggetti connessi, per l'Artificial Intelligence no.

E il quarto non si discosta tanto, perchè lo scopo futuro di un'Intelligenza Artificiale ad esempio può variare in base a ciò che apprende, mentre un oggetto IoT no!

E concludo con altri due punti ovvero: le dipendenze e le applicazioni che sono totalmente diverse.

L'Intelligenza Artificiale non ha bisogno dell'IoT, mentre l'IoT in certi casi ha bisogno di lei.

Mentre gli scopi, le applicazioni quindi i motivi per cui vengono usate sono letteralmente diverse.

Scarica subito una copia gratis

Scrivi un commento

Seguici anche sul tuo Social Network preferito!

Send this to a friend