Una breadboard davvero completa [alimentazione incorporata]

breadboard

Ancora una puntata dedicata all'allestimento del laboratorio ideale e completo per le più disparate esigenze. Dopo aver analizzato diversi strumenti, eccoci nuovamente al lavoro per trovare soluzioni intelligenti alle necessità di professionisti e non. Quello di oggi è probabilmente il primo strumento con cui ciascuno di noi ha avuto a che fare iniziando a creare prototipi: ecco un'ottima breadboard.

In questo articolo vogliamo proporvi uno strumento assolutamente indispensabile che, però, non è la solita basetta con tanti fori disponibili. Si tratta di uno strumento più complesso, più completo e che quindi può dimostrarsi molto più utile nonché longevo nel tempo. Quello che vi proponiamo oggi è una basetta sperimentale con alimentazione a 230 V.

Avrete sicuramente già avuto a che fare con questo tipo di strumento e, se state cominciando, l'avrete sicuramente già vista ma questa è particolare, diversa dalle altre perché all'interno c'è un alimentatore lineare a tre ingressi ed un fusibile integrato da mezzo Ampere che consente il collegamento alla tensione di rete in tutta sicurezza.

Oltre al connettore di massa troverete quindi la possibilità di collegarvi a potenziali variabili e regolabili fino a 15 V (+/-).

Il numero di fori è davvero impressionante: ne conta ben 2390. Risulta anche piuttosto comoda dal momento che è larga 20 cm.
Insomma una soluzione davvero utile e completa, il cui prezzo, peraltro, è, tutto sommato, abbastanza contenuto, specie se si pensa ad altre soluzioni simili e concorrenti: si aggira, infatti, intorno agli € 83, per la precisione € 83,11.

Colleghiamola…

Ma non abbiamo finito perché, dal momento che avete una breadboard, avrete certamente bisogno di collegarla alle varie schede, ai sensori e così via dicendo e probabilmente non avete ancora fatto una delle spese più significative e più sottovalutate tra quelle necessarie per allestire il vostro laboratorio: un set di cablaggio.
Ora, di queste soluzioni ne esistono tantissime e ve ne proponiamo tre diverse soprattutto per dimensione, oltre che per assortimento.

La prima non è altro che un set composto da 70 pezzi con valori di lunghezze diversi tra loro, in particolare ci sono ben 14 valori diversi (li vediamo elencati qui di seguito: 2,5/5,1/7,7/10,3/12,7/15,3/17,8/20,1/22,8/25,4/51,3/76,3/101,3/126,3 mm).


I ponticelli in questione sono isolati, così come nelle soluzioni che vedremo più avanti, con il canonico materiale plastico. Per utilizzarle non c'è davvero bisogno di alcuna spiegazione.

In questo bundle ci sono un buon numero di elementi, peraltro a un costo piuttosto contenuto: € 6,39.

Ma non è detto che 70 pezzi debbano essere sufficienti per voi ed è proprio per questo che abbiamo selezionato anche un'alternativa che ne conta semplicemente il doppio.
Come da migliore tradizione, però, il prezzo non ha seguito lo stesso trend ed ovviamente comprare questa soluzione conviene perchè stiamo parlando di un costo pari a € 8,52, cioè solo il 30% c.a. in più.

Nella terza soluzione, però, vediamo proprio per la possibilità diversa, più professionale. Si tratta di un vero e proprio kit all'interno del quale troverete ben 350 pezzi per un costo di soli € 18,20.

Naturalmente 350 sembrano forse troppi però bisogna capire che tipo di laboratorio state allestendo. Se si tratta di una soluzione domestica che certamente non potrà essere completa e professionale e nel contempo di altissimo livello, e che nella migliore delle ipotesi vedrà lavorare due persone, quest'ultima probabilmente è una spesa utile nel lungo periodo. Ma magari, invece, se stiamo parlando di un laboratorio universitario oppure di una soluzione certamente non domestica, allora probabilmente sarà il caso di valutarne l'acquisto.

Che ne dite? Vi piace questa breadboard?

E per quelli di voi che hanno già fatto questo acquisto, che cosa ne pensate? Avete qualcosa di simile?

La breadboard con alimentatore incorporato è disponibile qui

5 Comments

  1. Carlo.Giancarlo 18 marzo 2014
  2. gfranco78 gfranco78 14 febbraio 2014
  3. Emanuele Emanuele 14 febbraio 2014
  4. Giovanni Di Maria gio22 14 febbraio 2014
  5. Marven 14 febbraio 2014

Leave a Reply