DIY – caricatore USB a batterie

Non c’è cosa più odiosa che avere le batterie scariche, di qualsiasi dispositivo stiamo parlando, e non poter ascoltare musica, accendere una torcia, utilizzare un computer nel momento del bisogno. Il tutorial che segue mostrerà come fare a costruirsi un semplice ma efficace caricatore USB DIY a quattro batterie AA, utilizzando la confezione in latta delle mitiche Altoids, che dovrebbe essere in grado di caricare dispositivi USB come una presa da muro, se non più velocemente.
Questo progetto DIY è semplice e utile soprattutto per chi si trova alle prime esperienze con la saldatura. Inoltre il costo del caricatore USB è veramente esiguo grazie alla possibilità di riciclare tutti, o quasi, i componenti necessari.

Materiali per costruire un caricatore USB a batterie, progetto DIY

Ecco di seguito la lista dei materiali che occorreranno per portare a termine questo DIY. Molti essi probabilmente si trovano già in casa. Andiamoli a vedere:
– Una confezione di caramelle Altoids (credo che in Italia siano difficili da trovare, ma sono perfette per questo tipo di progetti) di latta o un simile contenitore
– Un porta batterie per 4 batterie AA
– Quattro batterie ricaricabili Ni-MH AA da 1.2 Volt
Un caricatore per batterie AA
– Del ferro per la saldatura
– Nastro adesivo isolante
– Un cavo USB

Inserire il porta batterie nella scatola di latta

Questa parte è un po’ impegnativa perché con molta probabilità il porta batterie sarà leggermente più grande della confezione e farà allargare un po’ la latta. Lavorarci quindi con cautela e cercare di inserire le batterie prima con la parte inferiore e poi spingere dentro quella superiore. Manca ancora poco e il caricatore USB sarà pronto.

Saldare i fili

Il progetto DIY entra allora nel vivo. Come prima cosa c’è bisogno di tagliare il cavo USB in modo da farlo entrare nella scatola del caricatore e poi rimuovere la copertura al fine di lasciare scoperti i fili: tagliare via quelli che non sono né rossi né neri e passare alla fase di saldatura: collegare il filo rosso del porta batterie con il filo rosso del cavo e il filo nero del porta batterie con quello nero del cavo. Saldare e poi utilizzare del nastro adesivo isolante per coprire e proteggere i fili.

Ci siamo. Appena caricate le batterie, metterle dentro ed ecco che si otterrà il caricatore USB che rilascia una carica pari a circa 5 volt, il necessario per caricare i dispositivi USB senza farli friggere.

STAMPA     Tags:, ,

One Response

  1. phillip11 14 giugno 2014

Leave a Reply