E’ morto Dennis Ritchie (mentre tutti continuavano a parlare di Steve Jobs)

Morte Dennis MacAlistair Ritchie

La morte di Steve Jobs riecheggia ancora nelle nostre menti. Ma oggi dobbiamo dare la notizia di un’altra grave perdita per il mondo dell’informatica e della programmazione, è morto Dennis MacAlistair Ritchie. Sicuramente il suo nome è meno famoso di quello del guru della Apple (forse alcuni di voi lo avranno sentito nominare più spesso con il suo soprannome, dmr) e non è un caso se i giornalisti non si sono affrettati a dare la notizia della sua morte, che pare sia avvenuta ieri (anche se alcune fonti internazionali la datano addirittura 8/9 ottobre).

A diffondere pubblicamente la notizia della sua morte è stato il suo ex collega nei Laboratori Bell, Robert Pike. Pike ha detto “Il mondo ha perso una mente davvero grandiosa” e, anche se molti non sapranno probabilmente quanto sia vera questa frase, non possiamo certo dargli torto. La sua è una morte “d’elite”, che forse piangeranno in pochi (se confrontati ai grandi numeri di commemorazioni per Steve Jobs) ma gli esperti del settore sanno quanto il suo contributo sia stato essenziale. Una figura professionale sicuramente diversa da quella di Jobs: al consumismo ha sempre preferito l’essenzialità (alla base del linguaggio C), all’apparenza dei prodotti ha contrapposto la sostanza della programmazione. Non è un caso, e forse è per il suo lavoro uno dei riconoscimenti più grandi: il libro piu famoso sul C si chiama appunto Kernighan & Ritchie.
Noi abbiamo deciso di rendere omaggio al suo lavoro, così come abbiamo fatto per altri grandi nomi non particolarmente famosi tra i “comuni mortali” (vedi articolo su Bob Pease e su Jim Williams).
Ma chi era esattamente e soprattutto quali sono stati i suoi meriti in campo informatico?

Dennis MacAlistair Ritchie: biografia

Dennis MacAlistair Ritchie è conosciuto nel campo informatico con il suo nickname dmr, le iniziali del suo nome: una scelta essenziale e senza fronzoli, come il suo approccio alla programmazione. Nato a Bronxville, New York, il 9 settembre del 1941, si è laureato ad Harvard in Fisica e Matematica Applicata e già dal 1967 lavorava nel centro di ricerca informatico dei Laboratori Bell. Qui ebbe modo di sviluppare la prima versione del sistema operativo Unix. Con la collaborazione di Brian Kernighan e Ken Thompson sviluppò il linguaggio C. Il loro manuale divenna La guida per eccellenza, la Bibbia della programmazione. Sfogliando le pagine del lubro dedicato al linguaggio C, il primo programma di esempio che si trova è la stampa a video di una frase semplice: “Hello, world!”. E ora è invece il mondo, orfano della sua presenza, a salutare lui. Dennis MacAlistair Ritchie è da molti considerato il “papà” del C. Nel 1983 gli era stato assegnato il Premio Turing per il suo contributo alla definzione della teoria generica dei sistemi operativi e per l’innovazione del sistema operativo UNIX.
A buon diritto è stimato come uno dei più grandi hacker e programmatori che gli Stati Uniti, e il mondo intero, abbiano mai avuto.

Dennis MacAlistair Ritchie: il linguaggio C

Facciamo una rapida panoramica sul linguaggio C (senza pretendere in questa sede di approfondirne tutti gli aspetti, cosa peraltro che abbiamo già fatto in diversi articoli). Si tratta infatti di un linguaggio di programmazione di alto livello, non particolarmente indicato per i principianti (la sua comprensione richiede una certa conoscenza dell’elettronica dei calcolatori). La sua caratteristica principale tuttavia è quella di essere pratico e diretto, soprattutto se paragonato ad altri linguaggi rientranti nello stesso paradigma di programmazione, ad esempio il Pascal. Spesso per questa caratteristica lodevole (dovuta alle connessioni semantiche con l’assembly e il linguaggio macchina) viene invece sminuito a linguaggio “di medio livello”, definizione senza dubbio impropria. Il suo punto di forza è l’efficienza e la portabilità, grazie alla standardizzazione del linguaggio da parte dell’ANSI e dell’ISO. Per lungo tempo, anche nel campo delle telecomunicazioni, il linguaggio C non ha avuto rivali. Oggi esistono competitors importanti, tra cui anche il C++ e Java, ma non per questo il linguaggio C è stato accantonato o considerato anacronistico. Anzi è alla base dei sistemi embedded e, probabilmente, senza di lui, molti linguaggi di programmazione non esisterebbero.

Considerazioni sulla morte di Dennis MacAlistair Ritchie

Molti non sanno neppure chi fosse questo programmatore spentosi a settanta anni. Eppure nel mondo dell’informatica è lutto tra coloro che sono convinti che stavolta davvero se ne è andata una personalità che ha cambiato il futuro del linguaggio della programmazione. Basta dare un’occhiata ai forum americani di tecnologia per leggere centinaia di messaggi di persone, non necessariamente programmatori esperti, che vogliono rendere omaggio alla sua figura. Resta il fatto che molti adolescenti continueranno a smanettare con l’iphone ed ad ascoltare musica dall’ipod, e che molti uomini che si atteggiano a "business man" continueranno ad andare in giro con l’ipad sotto braccio, rigranziando il compianto Steve Jobs per questi "prodotti miracolosi", senza sapere che alla base di tutto c’è comunque il linguaggio C, Unix e quindi Ritchie.

Quanti oggi si soffermeranno un istante a riflettere su quanto sia stata importante la vita di Dennis MacAlistair Ritchie? E’ la conseguenza naturale della maggiore fruibilità dei prodotti Apple e della nicchia notevolmente più ristretta di programmatori informatici o siamo nella società del superfluo in cui apparire è più importante che essere?

27 Comments

  1. Emanuele 30 ottobre 2011
  2. valeriot90 30 ottobre 2011
  3. divivoma 13 ottobre 2011
  4. kurt92 13 ottobre 2011
  5. Emanuele 13 ottobre 2011
  6. Emanuele 13 ottobre 2011
  7. Emanuele 13 ottobre 2011
  8. valeriot90 13 ottobre 2011
  9. Emanuele 13 ottobre 2011
  10. Fabrizio87 13 ottobre 2011
  11. Fabrizio87 13 ottobre 2011
  12. valeriot90 13 ottobre 2011
  13. Emanuele 13 ottobre 2011
  14. 12AT7 13 ottobre 2011
  15. Emanuele 14 ottobre 2011
  16. linus 14 ottobre 2011
  17. 12AT7 14 ottobre 2011
  18. Giuseppe80 14 ottobre 2011
  19. Emanuele 14 ottobre 2011
  20. Emanuele 14 ottobre 2011
  21. Edi82 14 ottobre 2011
  22. Fabrizio87 15 ottobre 2011
  23. maurotec 16 ottobre 2011
  24. GIANLC67 16 ottobre 2011
  25. Emanuele 17 ottobre 2011
  26. Emanuele 17 ottobre 2011
  27. Emanuele 18 ottobre 2011

Leave a Reply