Home Forum ELETTRONICA GENERALE Transistor di potenza

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Luca Giuliodori Luca Giuliodori 3 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #58013

    Nicolò
    Membro

    Salve a tutti,
    stò lavorando a un mio progetto personale (da inesrire poi in casa) per attivare nove relé da 9V 5A con 9transistor di potenza. Visto l’enorme carico del singolo transistor, e visto che questa è la parte finale di un circuito gestito da un microcontrollore pic, volevo sapere se è necessaria una ventola o comunque un dissipatore(non ho mai lavorato con simili carichi sui transistor).
    Inoltre, per via del probabile calore generato dal lavoro di questi transistor, è consigliabile che questa parte del circuito sia distanziata dal microcontrollore?
    Se si brucia il transistor, si comporta come interruttore aperto o chiuso? E’ pertanto utile che protegga con dei diodi il circuito principale?
    Mi scuso per la probabile banalità delle domande ma stò facendo progetti elettronici da poco e non ho ancora moltissima esperienza.
    Vi ringazio già da ora.

    #69484
    Luca Giuliodori
    Luca Giuliodori
    Partecipante

    Non ho ben chiara una cosa: sei sicuro che quella potenza (9V a 5A) sia la potenza di pilotaggio dei relè oppure i 5A sono il carico massimo che supportano le lamelle dei contatti? non mi è mai capitato di trovare relè con bobine che assorbissero così tanto.

    Se l’assorbimento della bobina del relè è quello che dici ti consiglio di usare dei darlington: riescono a pilotare correnti elevate e si comportano come un interruttore. Per il dissipatore è sempre consigliato metterlo, soprattutto se lavorano con correnti prossime al loro massimo carico; per la ventola dipende da che tipo di transistor usi e dall’assorbimento che devono gestire ma solitamente se ben dimensionati e ben dissipati la ventola non è necessaria.

    Solitamente le parti ad alta tensione vengono mantenute distanti dalle parti a bassa tensione, sia per un fatto di normative (ma visto che lo stai facendo per casa tua puoi anche tralasciare l’aspetto normativo) ma anche per un fatto di sicurezza elettrica e immunità ai disturbi.

    Solitamente quando un transistor si brucia si comporta come un circuito aperto ma comunque un diodo di protezione sui transistor che pilotano i relè e sempre consigliato: quando disattivi il relè, l’energia accumulata dalla bobina si scarica sul transistor con conseguenti danni che possono verificarsi dopo un po di tempo. Un diodo di protezione messo ai capi del relè si occupa di far scaricare questa energia senza gravare sul transistor.

    Verifica l’assorbimento della bobina del relè e facci sapere.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.