Privacy Digitale tra profilazione e controllo

L'articolo illustra il contenuto del Convegno dall'Autorità Garante sulla Protezione dei dati personali in tema di controllo dei dati e profilazione. Approfondisce il tema del controllo sui dati personali e della sorveglianza di massa. Inoltre, analizza alcuni concetti fondamentali della disciplina privacy, mostrandone anche le novita' in arrivo con il nuovo Regolamento EUROPEO PRIVACY. Si parla soprattutto di “Libertà”, con un riferimento al discorso del Presidente Soro che la ritiene “sempre più insidiata da forme di controllo sottili, pervasive e capaci per questo di annullare – se non adeguatamente regolate – ogni possibilità per l'individuo di "costruirsi liberamente" (secondo una delle più belle definizioni della privacy)”. Lo scorso 28 Gennaio e' stata la Giornata Europea della Privacy e anche quest'anno il Garante per la Protezione dei Dati Personali ha fatto il suo consueto Convegno alla Camera dei deputati, dal Titolo “La società sorvegliata. I nuovi confini della libertà”. Il Convegno aveva come tema la sorveglianza e il controllo massivo dei dati e il Presidente dell'Autorità Garante per la protezione dei dati personali ha aperto il Convegno facendo un bellissimo discorso su quello che sta accadendo, di cui riporto un breve stralcio.

LA SORVEGLIANZA DI MASSA

Il discorso di Antonello Soro (Figura 1) mi ha colpito immediatamente quando ha detto che “il sorvegliato, intendendosi con questo ognuno di noi, assume coscienza inquieta della propria visibilità. Che è, essa stessa, limitazione della libertà”.
“Libertà”, continua Soro “sempre più insidiata da forme di controllo sottili, pervasive e capaci per questo di annullare – se non adeguatamente regolate – ogni possibilità per l'individuo di "costruirsi liberamente" (secondo una delle più belle definizioni della privacy)”.

Figura 1: Antonello Soro

Il Presidente afferma che il progresso della tecnologia, con una molteplicità di strumenti sempre più sofisticati e interconnessi, ha reso possibile un continuo processo di raccolta dei dati, agevolmente archiviati a costi contenuti, ampliando a dismisura lo spettro delle attività che possono essere svolte da chi quei dati conserva e analizza.
“L'economia digitale si avvale di strumenti di controllo inseriti nei dispositivi d'uso quotidiano, la cui facilità di utilizzo contrasta con la pervasività e, soprattutto, con regole trasparenti che rendano pienamente edotti gli utenti dell'uso – e delle finalità – che quei dati consentiranno di realizzare.
A questa tecnologia sempre più invasiva si affiancano "controllori" invisibili, processi di elaborazione e cessione di dati a terzi, spesso frammentati tra una moltitudine di soggetti in un contesto globalizzato, nonché la possibilità di conservare i dati per tempi illimitati. Si delinea quindi un sistema di sorveglianza capillare”.
Mai come quest'anno come si percepisce dalle stesse parole di Antonello Soro, che la Privacy gode di tanta attenzione, complici un Regolamento Europeo Privacy che a breve entrerà (finalmente) in vigore, dopo quattro anni di gestazione e anche complici i grandi fenomeni del digitale degli ultimi dieci anni (dall'uso sempre più smodato di smartphone, dalle massicce condivisioni sui social network, alla crescita del fenomeno dei big data cognitivi e predittivi, dai sempre più invasivi strumenti dell'internet delle cose, dal più sempre crescente bisogno di tecnologia cloud, alle nuove e sempre più performanti applicazioni, ecc.).
Lo sviluppo di tutte queste tecnologie, trattando informazioni sempre più dettagliate e personali pone ovviamente un problema di sorveglianza massiva rendendo ormai evidente a tutti l'impossibilità di prescindere dalla corretta applicazione della disciplina sulla Privacy.

IL FUTURO DIGITALE PUÒ BASARSI SOLO SULLA FIDUCIA

Mi piace riprendere, perchè lo trovo particolarmente corretto e utile ai fini di quel che qui intendo affermare, il discorso di Andrus Ansip, Vicepresidente e Commissario responsabile [...]

ATTENZIONE: quello che hai appena letto è solo un estratto, l'Articolo Tecnico completo è composto da ben 2114 parole ed è riservato agli abbonati PLATINUM. Con l'Abbonamento avrai anche accesso a tutti gli altri Articoli Tecnici PREMIUM e PLATINUM e potrai fare il download (PDF) di tutti gli EOS-Book, Firmware e degli speciali MONOTEMATICI. ABBONATI ORA con PAYPAL è semplice e sicuro.

Abbonati alle riviste di elettronica

Una risposta

  1. Maurizio Di Paolo Emilio Maurizio 11 agosto 2016

Scrivi un commento