Home
Accesso / Registrazione
 di 

Il progetto openPICUS prende inizio ufficialmente

Il progetto openPICUS prende inizio ufficialmente

Tutto è iniziato a Gennaio a Campo de Fiori a Roma, sorseggiando un buon bicchiere di vino e discutendo del futuro dell’elettronica embedded. L’argomento di discussione era la mancanza di un modulo wireless facilmente programmabile e che non solo supportasse lo stack, ma anche le applicazioni.

Allora decidemmo di crearlo con obiettivi di economicità , intelligenza a bordo e che consenta alle buone idee di varcare le pareti dei laboratori ed entrare sul mercato. Il progetto doveva avere anche un fine sociale, quindi abbiamo deciso di crearlo in modalità Open Hardware dalla fase iniziale tramite un apposito blog dove dibattere su argomenti tecnici e scelte progettuali.

Il nome del progetto? openPicus. Nella mitologia romana PICUS era uno dei primi re del Lazio che la gente credeva essere figlio del Dio Marte. Picus rifiutò l’amore della maga Circe e venne da essa trasformato in un picchio.

openPicus è anche orientato agli studenti per dare loro la possibilità di sviluppare le loro tesi con una piattaforma economica e vendibile. Tramite esso potranno creare applicazioni compatibili con iPhone ed Android per la domotica e l’automazione in senso lato.

I primi 50 pezzi dello starter Kit (Wi-Fi) saranno regalati alle persone che contribuiranno con le loro idee tramite il blog.

openPICUS caratteristiche:

Hardware

    CPU Microchip PIC 24F 16 bit 44 pins QFP 64K Flash 8K Ram
    Wireless (Bluetooth / Wi-Fi)
    Alimentazione 5V or 3,3V
    Connessioni: UART, Input digitali, Output digitali, Input Analogici, PWMs, SPI display, I2C
    Connettore: 26 Vie IDC passo 2,54mm (maschio)

Software

    PICUS avrà un bootloader integrato per essere programmato tramite seriale.
    Profili Bluetooth : SPP, OBEX, Headset profiles.
    Funzioni Wi-Fi : webserver integrato, TCP socket, embedded FTP ed email client.

Bird’s nest
PICUS avrà una serie di “nests” (nidi): schede con diversi tipi di sensori ed attuatori dove PICUS sarà sia la parte wireless che la logica.

Applicazioni
openPICUS si propone come soluzione low cost ed open hardware per essere il modulo core di Internet of things, sensori, messaggistica wireless, convertitori wireless, domotica e automazione industriale.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Filippo Antonini

microprocessore

Ciao a tutti, uso i PIC dal 1988, quando da general instruments passarono a Microchip con il solo PIC16C54, oggi sono architetturalmente datati, dividono il clock * 4 e a livello EMI è negativo. A seconda delle famiglie si sposta il limite da una parte all'altra, una volta è la paginazione, una volta è lo stack, ecc. perchè non guardate gli strong ARM-cortex che costano uguale o anche meno?

ciao

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 4 utenti e 49 visitatori collegati.

Ultimi Commenti