Riparazione del backlight negli schermi LCD con strisce LED

Riparazione del backlight negli schermi LCD

Una possibile applicazione delle strisce LED per migliorare il backlight di schermi LCD, evitando l’uso di CFL e inverter.

La retroilluminazione di schermi LCD possono andare incontro a rotture che richiedono tal volta nuovi inverter o lampada CFL; tutti componenti difficilmente reperibili e costosi. I questo articolo presentiamo una possibile applicazione alla modesta cifra di 6 $ con una semplice striscia di LED per sostituire la lampada CFL.

La lampada fluorescente è un particolare tipo di lampada a scarica in cui l’emissione luminosa visibile è indiretta, cioè non è emessa direttamente dal gas ionizzato, ma da un materiale fluorescente (da cui il nome). È costituita da un tubo di vetro, che può essere lineare, circolare o variamente sagomato (si distinguono in particolare le lampade CFL, Compact Fluorescent Lamp, che hanno il tubo di forma tale da avere poco ingombro e solitamente integrano l’elettronica di alimentazione e sono fornite di attacco E27) al cui interno è dapprima praticato il vuoto, poi introdotto un gas nobile (argon, xeno, neon, o kripton) a bassa pressione e una piccola quantità di mercurio liquido, che in parte evapora mescolandosi al gas nobile.

La superficie interna del tubo è rivestita di un materiale fluorescente, dall’aspetto di una polvere bianca. Ai due estremi del tubo sono presenti due elettrodi. Le lampade CFL hanno un modulo di accensione che è un "inverter", ma molto particolare, in quanto il processo di accensione, mantenimento e regolazione richiede un circuito con caratteristiche di "risonanza" col carico e i trasformatori non mi paiono proprio nè una cosa realizzabile in casa nè una parte reperibile in commercio. Solitamente però questi non si rompono e le vittime sono o i transistor o l’ integrato di comando.

La striscia di LED molto efficiente rispetto alla CFL permette un miglioramento della qualità del back light ma soprattutto una lunga durata. I LED mantengono il 70% dell’emissione luminosa iniziale ancora dopo 50.000 ore, secondo gli standard EN50107. Con ciò non è detto che bisogna necessariamente sostituirli dopo tale periodo, se tale riduzione non crea eccessivi fastidi si possono tranquillamente utilizzare fino alla completa perdita di luminosità, stimata in 100.000 ore. Confrontando la durata dei led rispetto alle lampade tradizionali notiamo che: la vita media di una lampadina a filamento e di circa 1000/1500 ore – di una lampada a scarica è di 4.000 ore circa – di una lampada fluorescente è di 6.000 ore.

E’ inutile dire che la differenza è abissale, considerando 8 ore di funzionamento medio giornaliero per tutto l’anno, una lampada a led durerà circa 17 Anni.

Diciamo che questo progetto non è nient’altro che un capolavoro! Spettacolare l’idea di inserire la striscia lungo il bordo del LCD, certo un po faticoso manualmente e delicato ma alla fine è una grande soddisfazione. è il nuovo tipo di retroilluminazione dello schermo che permette di consumare meno energia (il che equivale a durata della batteria), non riscalda quanto schermo CFL base, ed è più sottile e leggero. In schermi a LED di alimentazione della retroilluminazione è fornita in uno dei tre modi: attraverso la connessione video, tramite un cavo a nastro o attraverso un inverter collegato. Si noti inoltre che in schermi LED di diverse risoluzioni del connettore video può essere completamente diversa. La tecnologia LED ormai sta invadendo il nostro modo “di vivere” e piano piano sostituirà tutta l’illuminazione.

Alcuni schermi LCD di portatili sono disponibili in diversi modelli dimensioni dello schermo , la risoluzione e la retroilluminazione. Ad esempio, Dell M1330 può avere o CCFL di retroilluminazione a LED. Compaq R3000 è stata rilasciata con 15 "o 15,4" le dimensioni dello schermo e questi non sono intercambiabili. MacBook Pro 15 "è disponibile in diverse risoluzioni dello schermo e non sono intercambiabili, come bene. Devi fare in modo originale la dimensione dello schermo, la risoluzione e la retroilluminazione è la stessa di quella selezionata. Di solito i produttori non condividono la compatibilità info e anche coloro che condividono gli errori possono avere nei loro manuali e pagine web (visto molte volte), quindi l’unico modo per arrivare al 100% corretto schermo è quello di verificare qual è la sua originale la dimensione dello schermo, la risoluzione, la retroilluminazione.

STAMPA     Tags:, , ,

4 Comments

  1. linus 30 giugno 2011
  2. electropower 22 giugno 2011
  3. Diego.Fanesi 26 gennaio 2014
  4. mdipaolo 22 giugno 2011

Leave a Reply