Home
Accesso / Registrazione
 di 

Siete in cerca di un multimetro da tavolo? Date uno sguardo a questo.

VC610 BT

Abbiamo cominciato qualche tempo fa a segnalarvi alcuni strumenti che sono assolutamente indispensabili nel laboratorio di un ingegnere o di un appassionato di elettronica. Oggi continuiamo con dell'altra strumentazione da tavolo che sicuramente potrà essere utile.

La filosofia di base è sempre la stessa: vogliamo dare un'indicazione su che cosa serve per cercare di rendere il vostro laboratorio sempre più completo. Oggi ci occupiamo di qualcosa di cui non avevamo parlato ancora, ovvero di un multimetro da banco. Siamo certi che alcuni dei lettori avranno già provveduto a questa spesa; per tutti gli altri, date un'occhiata a questo, potrebbe fare al caso vostro.

Vediamo subito, quindi, lo strumento di oggi, ovvero il

Voltcraft VC610BT

E per farlo partiamo subito dei suoi punti di forza per vederne i dettagli costitutivi:

  • CAT II 600 V;
  • display da 6000 count;
  • Misurazione True RMS AC;
  • Selezione automatica del campo;
  • Misurazione della temperatura;
  • Funzionamento con batterie o mediante cavo di rete (le specifiche seguiranno tra poco).

La prima specifica è forse la più importante e vale la pena fare una breve digressione che, magari, potremmo approfondire in un articolo dedicato. Che cosa vuol dire, infatti, "CAT II"?
Gli strumenti di misura e di test che abbiano a che fare con grandezze elettriche sono stati suddivisi in quattro differenti categorie, numerate, per l'appunto, da uno a quattro.
Le categorie designano le destinazioni d'uso ed anche gli intervalli di affidabilità e di valori accettabili per ciascun dispositivo. Queste categoria potrebbero creare confusione e pertanto vale la pena di specificare come si identificano.

La categoria 1 è quella all'interno della quale rientrano tutte le tensioni provenienti da circuiti secondari protetti e quindi, all'interno di questa categoria, troviamo livelli di segnali, equipaggiamenti speciali, parti di dispositivi con energia limitata, circuiti alimentati da regolatori a bassa tensione e così via dicendo.

Nella categoria 2, invece, vengono inclusi tutti quei dispositivi che prevedono la distribuzione elettrica sul livello locale, ovvero tutti i dispositivi che vengono alimentati da una rete interna (e pertanto a 115 V AC negli USA e 230 V AC in Europa). Applicazioni domestiche, dispositivi portatili ad altri moduli similari sono certamente inclusi in questa categoria.

La terza si riferisce, invece, a misure relative a dispositivi collocati in installazioni fisse, schede di distribuzione e similari. Altri esempi sono collegamenti, inclusi i cavi di vario tipo, bus bars, switches e motori stazionari con connessioni permanenti ad installazioni fisse.

Nell'ultima, la quarta categoria, vengono inclusi tutti i dispositivi deputati alle misure su strumenti con picchi di tensione più elevati (dispositivi di protezione da sovracorrenti).
Ora sarà certamente più chiaro per quale motivo questo dispositivo si trova in categoria due.

Tra le caratteristiche troviamo anche:

  • Intervalli di misura standard: V/DC, V/AC, A/DC, A/AC;
  • Resistenza;
  • Capacità;
  • Frequenza;
  • Tester di prova di continuità acustica;
  • Prova diodi;
  • Funzione hold;
  • Funzione Min/Max;
  • Visualizzazione livello carica della batteria;
  • Range automatico e selezione dei campi manuale.

Ed ancora, tra le sue caratteristiche tecniche, troviamo:

  • tensione di alimentazione: 6 x 1.5V DC (batterie di tipo C), 230 V AC;
  • Display: 6000 (count);
  • measuring rate: 10 misure al secondo (approssimativamente);
  • intervallo di misura V/CC: 0,1 mV - 600 V;
  • intervallo di misura V/CA: 1 mV - 600 V;
  • intervallo di misura A/CC: 0,1 µA - 10 A;
  • intervallo di misura A/CA: 0,1 µA - 10 A;
  • intervallo di misura resistenza: 0,1 Ω - 20 MOhm (valore tipico 10 MΩ);
  • intervallo di misura frequenza: 1 Hz - 60 MHz;
  • intervallo di misura capacità: 0,001 nF - 6 mF;
  • condizioni di lavoro: da 0 a +30 ºC(<75 %RH), da +30 a +40 ºC(<50 %RH);
  • temperature di storage: da -10 a +50 °C;
  • massima altitudine: 2000 m
  • precisione di base: ±0,3 %;
  • tipo di fusibile: 1000V, 10A, ø10.5 x 38mm, 1000 V, 500 mA, ø6.35 x 32mm, (principale) 250 V, 125 mA, ø5 x 20 mm;
  • dimensioni: 24.2 x 10.5 x 30.5 cm^3
  • peso: 2 kg.

Il multimetro, come abbiamo visto, può lavorare sia con alimentazione da rete fissa sia utilizzando sei batterie tipo C (le "mezze torce", per intenderci). Esiste anche una modalità di protezione che permette lo spegnimento automatico per risparmiare potenza se il dispositivo non viene utilizzato per circa 10 minuti (la funzione è disponibile solo su alimentazione a batteria).

Come abbiamo visto, le misure devono essere effettuate in condizioni ambientali abbastanza ben specificate; se queste ultime non dovessero essere favorevoli, il dispositivo potrebbe risultare danneggiato. Ed ecco per quale motivo è stata specificata la coppia temperatura-tasso di umidità.

Ovviamente, condizioni "non favorevoli" include anche, e soprattutto, la presenza di polveri, gas infiammabili, solventi e così via dicendo.

Queste sono accortezze, naturalmente, che riguardano l'impiego di ogni genere di dispositivo ma per questo l'azienda ci tiene a specificare fin da subito, grazie alla documentazione ufficiale, che queste sono accortezze che tutti dovranno necessariamente avere.

Nella confezione del dispositivo sono inclusi un cavo di rete, 1 kit linee di misura, 1 kit morsetti a coccodrillo, le istruzioni per l'uso (ovviamente) ed un sensore di temperatura tipo K da -40 a +400 °C.

Per questo dispositivo sono disponibili alcuni accessori per cui l'ML-10, ovvero il supporto mobile per linee di misurazione. Altro accessorio interessante è certamente l'SMA-10, un adattatore marchiato Voltcraft utile per effettuare test CAT II 300 V. Grazie a quest'ultimo tool sarà possibile effettuare misurazioni delle correnti in maniera diretta oppure con pinza.
Completano l'elenco alcuni cavi di sicurezza, un sensore di temperatura di tipo K della B&B ad immersione e, per tutti coloro che non disponessero di un set completo di cavetteria, anche questa soluzione è disponibile.

Il multimetro in questione, tra i tanti aspetti interessanti, ha anche il prezzo, dal momento che stiamo parlando di uno strumento che costa poco meno di € 150 (per la precisione 146,54 €).

In conclusione, se state cercando un dispositivo che possa fungere da multimetro digitale per il vostro laboratorio, avete certamente trovato un buon candidato grazie al quale prendere dimestichezza e provare, sperimentando, tutta la sua efficienza.

Il multimetro da banco Voltcraft VC610BT è disponibile a 146,54 € (+iva)

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Giorgio B.

Ecco, dicevo che qualcosa non

Ecco, dicevo che qualcosa non mi quadrava… Mi sembrava strano che fosse passato così tanto tempo dall'ultima volta che avevate parlato di strumentazione.

Anche questa è un'ottima segnalazione, penso.
Stavo aiutando un amico scegliere uno strumento come questo proprio la settimana scorsa. Non ricordo se questo fosse tra le possibilità però sicuramente la cifra era simile. In particolare credo fosse € 160 comunque ve lo faccio sapere e magari ne approfitto per chiedervi un parere per confrontarli…

ritratto di Piero Boccadoro

Beh, l'idea è quella di darvi

Beh, l'idea è quella di darvi i giusti suggerimenti :D
Continueremo a farlo per altri strumenti omologhi e anche per quelli di cui non abbiamo ancora parlato :)
Abbiate fiducia :D

Si, magari facci sapere così lo vediamo insieme...

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 15 utenti e 84 visitatori collegati.

Ultimi Commenti