Accessino: sistema di accesso RFID con ESPertino

La problematica del controllo degli accessi è sentita sia in caso di edifici residenziali (condomini o case singole), sia in caso di edifici commerciali (aziende, CED e simili). È sempre utile infatti sapere chi ha effettuato (o tentato di effettuare) un accesso e a che ora, in modo da tenere sotto controllo la situazione. Inoltre ci sono anche i vantaggi legati alla duplicazione delle chiavi per l'accesso: utilizzando la tecnologia giusta basterebbe inserire un nuovo ID in una whitelist (es: utilizzando tecnologia RFID) o addirittura potrebbe non esserci bisogno di chiavi (es: utilizzando un'app). Le tecnologie per realizzare un controllo accessi moderno e funzionale sono molteplici: in questo articolo vediamo come implementare le basi di Accessino, il sistema di controllo varchi basato sulla scheda ESPertino.

Scopo del progetto

Lo scopo di questo progetto è quello di realizzare un sistema di controllo degli accessi ad un varco mediante l'utilizzo di tag RFID o chiamate HTTP. Ciò significa che il varco deve essere aperto se:

  • un tag RFID contenuto in una whitelist viene avvicinato al reader RFID
  • una chiamata HTTP ad un URL ben definito, con un codice di apertura varco, viene effettuata

Ogni richiesta di apertura varco (sia che avvenga da RFID che da rete, sia che vada o non vada a buon fine) deve essere loggata in cloud tramite un servizio di data logging gratuito. Il sistema permette inoltre l'attuazione di un relè a cui è collegata una lampadina a 12VDC, in maniera comandata da una chiamata HTTP. Ovviamente, il cervello del sistema è la board ESPertino di Elettronica Open Source! Vediamo, quindi, com'è composta l'architettura di Accessino, il nostro sistema di controllo degli accessi.

Architettura del sistema

Il nostro sistema di controllo degli accessi è così composto:
1. il lettore RFID: scheda RFID-RC522, basata sul chip MFRC522
2. l'intelligenza: ESPertino, la board di Elettronica Open Source basata sul modulo ESP32
3. l'elemento di apertura: elettroserratura con eccitazione a 12VDC
4. l'elemento per l'illuminazione: lampadina a 12VDC
5. il database dei log: data logger in cloud Loggly

A corredo, per permettere il logging sul data logger in cloud, e per poter accedere al sistema mediante chiamate HTTP, è necessario utilizzare un access point WiFi con instradamento alla rete Internet.

In Figura 1 è visibile lo schema a blocchi dell'architettura del sistema. [...]

ATTENZIONE: quello che hai appena letto è solo un estratto, l'Articolo Tecnico completo è composto da ben 2694 parole ed è riservato agli abbonati MAKER. Con l'Abbonamento avrai anche accesso a tutti gli altri Articoli Tecnici MAKER e potrai fare il download (PDF) dell'EOS-Book del mese. ABBONATI ORA, è semplice e sicuro.

Abbonati alle riviste di elettronica

2 Commenti

  1. Doc77 Doc77 5 settembre 2018

Scrivi un commento

EOS-Academy
Abbonati ora!