Bitcoin: moneta virtuale, economia reale

Bitcoin è un neologismo, nato non molto tempo fa, nel 2009, per indicare una nuova iniziativa: la creazione di una moneta digitale. Il suo nome, naturalmente, rappresenta la fusione di due parole: BIT, l'unità di misura digitale, e coin, la moneta. Semplice, efficace, incisivo. L'ambizione è trasformare l'economia come la conosciamo oggi arricchendola di una nuova possibilità, ovvero utilizzare nuove forme di pagamento. Vediamo insieme di che cosa si tratta.

Il Bitcoin è una moneta, esattamente come lo yen, il dollaro e l'euro, ma è digitale e rappresenta la prima forma di pagamento digitale "decentralizzata".
I Bitcoin, infatti, non sono presenti nel mondo fisico, ma solamente in quello elettronico. Per intenderci, non possono essere utilizzati per fare la spesa al supermercato, in nessuna parte del mondo.
Si tratta di una forma virtuale di moneta, altrimenti detto "mezzo di pagamento", che è possibile inviare tramite Internet.

Se la si considera in relazione alle altre possibilità che tutti conosciamo, Bitcoin si propone come molto vantaggiosa per svariati motivi.
L'aspetto che piace maggiormente, sia agli utenti sia agli ideatori, è che questo è un progetto di pagamento diretto, da persona a persona. Non ci sono intermediari finanziari, mediatori, istituti di credito o altro. Inoltre, proprio perchè non si tratta di una “moneta vera e propria”, non viene stampato da nessuna Banca o emittente centrale, né richiede l’intermediazione di soggetti coinvolti nelle diverse operazioni di cambio.

Questo, di per sé, propone alcuni vantaggi:

  • le tasse sono più basse (su ogni singola transazione);
  • il sistema non ha confini nazionali (e pertanto tutti utilizzano la stessa moneta);
  • il conto non può essere bloccato o diventare inaccessibile;
  • è garantito l'anonimato;
  • non esistono requisiti di accesso o limitazioni imposte.

Il funzionamento è, se possibile, ancora più semplice: esistono diversi "exchange", presso i quali è possibile scambiare bitcoin convertendoli in moneta corrente.
Per i bitcoin esiste la possibilità di avere un conto, che prende il nome di portafoglio (che originalità...) ed è del tutto digitale. Si può scegliere di utilizzare il proprio smartphone, il pc di casa o di lavorare solo online. Tutti strumenti che ormai sono già indispensabile per questo motivo tutto sembra addirittura più semplice.

Anche il trasferimento è immediato perché la gestione del portafoglio funziona in maniera affatto dissimile da quanto avviene con le app che ben conosciamo, soprattutto perché è possibile comprare ogni genere di bene, anche immobile (come promette bitcoin.org).

Senza contare che non esistono costi di accesso al servizio e questo significa nessun investimento iniziale.

La rete è strutturata in utenti, che potremmo considerare "peer", e miners, con il ruolo di supervisori. Ai secondi, infatti, resta delegato il compito di verificare le transazioni (tramite firma digitale, ovviamente) che, una volta verificate, vengono inserite in un registro pubblico che può essere liberamente consultato.
E dal momento che si tratta di un sistema economico, anche i miner sono ricompensati per il loro impegno. Come? Ma con bitcoin, naturalmente.

Uno degli aspetti più significativi e sicuramente più affascinanti di questa iniziativa è il codice, completamente Open Source e quindi consultabile e modificabile da tutti.

Questo è ciò che vi serve sapere per iniziare ad entrare nel magico mondo di questa affascinante moneta.
Prossimamente, però, cercheremo di comprendere meglio il tutto approfondendo alcune questioni: come sta funzionando nel mondo, chi lo accetta, se sia davvero così universale come viene proposto ma, soprattutto, come si fa a diventare "miner".

Se volete avere più informazioni su come funziona il tutto, una ricerca su internet è ciò che vi serve e troverete diverse realtà. Una tra queste è weusecoins.com.

Nel frattempo, che ne dite?
Trovate che questo metodo di pagamento sia un'idea vincente?

Scarica subito una copia gratis

5 Commenti

  1. Roberto.Iozzo 29 Agosto 2014
  2. delfino_curioso delfino_curioso 30 Agosto 2014
  3. Piero Boccadoro 3 Settembre 2014
  4. Piero Boccadoro 1 Settembre 2014
  5. delfino_curioso delfino_curioso 1 Settembre 2014

Scrivi un commento

Seguici anche sul tuo Social Network preferito!

Send this to a friend