Abbonati ora!

Eagle Mode ZUI, un nuovo modo di esplorare i files

Scopriamo un modo alternativo per esplorare i files e le cartelle del file system. Niente più selezioni, click e doppi click ma una nuova procedura di zoom e di panning per navigare all'interno delle proprie memorie di massa.

Introduzione

Da decenni siamo abituati, utilizzando il computer, a esplorare i nostri files e le cartelle attraverso il doppio click del mouse. In effetti, esso costituisce un metodo "naturale" per accedere ai vari documenti, dispersi nei meandri dell'hard disk.

Il concetto di ZUI

La ZUI mette in pratica un concetto differente per "navigare" tra i propri files, ma sempre con l'ausilio del mouse. Il termine ZUI è acronimo di Zoomable User Interface, ossia interfaccia utente ridimensionabile. Per accedere alle varie cartelle e ai documenti si procede zoomando e spostando l'area di lavoro, come se l'operatore fosse un aereo che vola e perlustra il proprio PC.

Il programma Eagle Mode

In rete esistono molti software che implementano il concetto di ZUI. Per l'articolo abbiamo scelto Eagle Mode in quanto risulta molto semplice da utilizzare e mette a disposizione alcune caratteristiche utili e interessanti.

Dopo averlo scaricato dal sito http://eaglemode.sourceforge.net/ e installato nel proprio computer, si può avviare direttamente, attraverso il doppio click, sull'apposita icona del desktop. Il suo avvio mostra un'aquila "vettoriale" che rappresenta il cuore del sistema dei files, come mostrato in figura 1.

Figura 1: la videata principale di Eagle Mode

Figura 1: la videata principale di Eagle Mode

Bene, il volatile rappresenta il punto iniziale del viaggio. Con l'ausilio del mouse si può, fin da subito, iniziare la perlustrazione nel file system attraverso la rotella del mouse. Tutti i nostri documenti sono contenuti all'interno dell'occhio del volatile, per cui occorre effettuare una serie di zoom e di spostamenti per andare a localizzarli, come si può osservare in figura 2.

Figura 2: i documenti si trovano all'interno dell'occhio dell'aquila

Figura 2: i documenti si trovano all'interno dell'occhio dell'aquila

Continuando a zoomare all'interno dell'occhio si potranno iniziare a scoprire i primi contenuti del nostro hard disk, con particolare evidenza alle unità logiche (C:\ e D:\), come visibile in figura 3. Occorre prendere un po' la mano con tale sistema di navigazione ma vi assicuriamo che dopo i primi tentativi, l'operazione è un gioco da ragazzi.

Figura 3: se si zooma ulteriormente l'occhio dell'aquila si inizia a scorgere il file-system

Figura 3: se si zooma ulteriormente l'occhio dell'aquila si inizia a scorgere il file-system

Visualizzazione di files e cartelle

Continuando a ingrandire la videata, tramite la rotella del mouse, si può accedere alle cartelle desiderate (vedi figura 4). E' già possibile visionare un'anteprima del contenuto di una cartella, assieme al suo nome, agli attributi dei files, alla data e alla sua dimensione. Effettivamente si tratta di un sistema abbastanza comodo per esplorare il contenuto delle memorie di massa.

Figura 4: è possibile visionare il contenuto delle cartelle con un semplice zoom

Figura 4: è possibile visionare il contenuto delle cartelle con un semplice zoom

Un ulteriore zoom sui files da la possibilità, eventualmente, di consultare anche il relativo contenuto. La figura 5 mostra, infatti, uno stralcio di un lungo file di testo. Si ricorda che il mouse ha le seguenti funzionalità:

  • Rotazione della rotellina: zoom in avanti o indietro;
  • Click sulla rotellina con trascinamento mouse: panning sullo schermo.
Figura 5: uno zoom "spinto" sul file ne visualizza il contenuto, senza bisogno di aprirlo

Figura 5: uno zoom "spinto" sul file ne visualizza il contenuto, senza bisogno di aprirlo

Si può usare anche il click del mouse

Ovviamente è possibile anche utilizzare il doppio click del mouse, per aprire o eseguire un particolare documento. Eseguendolo, infatti su un determinato files, esso si aprirà con un programma predefinito oppure eseguito, se si tratta di un exe.

Non solo file system

Eagle Mode non gestisce solo l'insieme dei file delle nostre memorie di massa ma anche alcune utilità e applicazioni ludiche e divertenti, come si evince dalla figura 6. Esse sono sempre raggiungibili tramite lo zoom con il mouse. Le applicazioni più importanti sono le seguenti:

  • Frattali;
  • Gioco deli Scacchi;
  • Un fantastico orologio:
  • Campo minato 3D;
  • Gioco dei tubi (emNetWalk).
Figura 6: alcune applicazioni interessanti di Eagle Mode

Figura 6: alcune applicazioni interessanti di Eagle Mode

Gioco degli Scacchi

Zoomando sulla relativa applicazione, è possibile accedere al gioco degli Scacchi, come visibile in figura 7. Per muovere un pezzo è sufficiente cliccare sulla casella di partenza e poi su quella di arrivo. Se la mossa è corretta sarà effettuata immediatamente sulla scacchiera. Il gioco si effettua contro il computer, anche se il suo livello di forza non è molto elevato. Una vittoria contro il silicio è, dunque, abbastanza plausibile.

Figura 7: il gioco degli Scacchi con Eagle Mode

Figura 7: il gioco degli Scacchi con Eagle Mode

Campo minato 3D

E' presente anche il famoso gioco del campo minato, ma in versione tridimensionale, come visibile in figura 8. Occorre cliccare sui vari elementi della matrice ed evitare di "toccare" la mina, affidandosi ai riferimenti numerici presenti attorno a ogni casella.

Figura 8: il campo minato in 3D

Figura 8: il campo minato in 3D

I frattali di Mandelbrot

Nelle pause di riposo è possibile ammirare i meravigliosi frattali di Mandelbrot (vedi figura 9). Essi supportano lo zoom a livello infinito e ogni ulteriore ingrandimento su essi determina la visualizzazione di nuovi e interessanti paesaggi.

Figura 9: esplorazione dei frattali di Mandelbrot

Figura 9: esplorazione dei frattali di Mandelbrot

Un bellissimo orologio

Zoomando la videata sull'orologio, posto in alto a destra, è possibile ammirare il bel quadrante (vedi figura 10) che mostra, tra gli altri, i seguenti elementi:

  • Orologio analogico dell'ora locale;
  • Piccolo orologio analogico dell'ora UTC (posto a sinistra);
  • Calendario del giorno corrente;
  • Allarme programmabile;
  • Cronometro.
Figura 10: il bel quadrante dell'orologio di Eagle Mode

Figura 10: il bel quadrante dell'orologio di Eagle Mode

In aggiunta, se si aumenta il livello di dettaglio del planisfero situato proprio sotto il numero dodici, con uno zoom, è possibile ammirare decine di orologi mostranti gli orari locali dei vari paesi, come si può evincere guardando la figura 11.

Figura 11: gli orari nel mondo

Figura 11: gli orari nel mondo

Conclusioni

L'esplorazione del programma Eagle Mode è risultata molto interessante e si potrebbero scoprire altre possibilità non contemplate dal presente articolo. L'esperienza del suo utilizzo è stata, indubbiamente, molto positiva e la navigazione tra i propri files è risultata estremamente divertente e veloce. La possibilità di avere una visione dei documenti senza il bisogno di aprirli fa risparmiare tanto prezioso tempo.

La ZUI sta riscontrando un notevole interesse tra gli operatori del PC e trova, soprattutto, consenso in coloro che devono riorganizzare un file system stracolmo di foto e di documenti. Il fatto di ottenere una immediata supervisione del contenuto di una directory è, infatti, una grande e utile caratteristica.

Si consiglia, pertanto, di scaricare e utilizzare, il programma Eagle Mode per provare, almeno una volta, il piacere di volare sopra i propri files, proprio come un'aquila.

 

Scrivi un commento

EOS-Academy