Heads-Up Display, quando il videogioco ispira la realtà

Uno dei settori tecnologici leader dell'evoluzione è sicuramente l'ambito automobilistico. Qui si sperimentano sistemi di guida avanzata e sicura, per il pilota e dei passeggeri. Alert ed informazioni real-time sullo stato di salute del veicolo e sulle condizioni stradali sono alcune delle funzionalità oggi disponibili grazie alle tecnologie MEMS, che hanno enormi potenzialità. I MEMS sono, infatti, coinvolti in ogni campo della tecnica, soprattutto nei sistemi embedded. In questo articolo parliamo dei sistemi HUD di supporto alla guida e delle più avanzate tecnologie LASER scanned-MEMS, su cui sono basati.

Tutti gli amanti dei videogiochi hanno certamente molta familiarità con il concetto di HUD, acronimo di Head-Up Display (e alcuni di loro avranno certamente riconosciuto nell'immagine introduttiva uno screenshot di GT Sport, simulatore di guida per PS4). Probabilmente gli altri avranno appreso questo concetto guardando film come Passengers, Iron Man o altre pellicole fantascientifiche in cui i protagonisti indossano tute ma soprattutto caschi con visori in grado non soltanto di far vedere quello che c'è al di là del vetro ma di proiettare informazioni utili e vitali come per esempio il livello di ossigeno residuo, un indicatore qualitativo dello stato di salute e tanto altro.

Alcune di queste sono ancora davvero solo fantascienza ma alcuni strumenti in grado di implementare realmente degli HUD sono già in fase di sviluppo, basti pensare ai Google Glass, o al suo concorrente italiano, Glass Up. Molti di noi, ormai, hanno familiarità con il concetto di visore per la realtà virtuale (Virtual Reality, VR) o per la realtà aumentata (Augmented Reality, AR).

Ebbene, queste applicazioni non esistono soltanto nella fantasia del più visionario scenografo e non sono semplicemente la realtà di una pellicola girata magistralmente dal più bravo dei registi.

L'industria di oggi è già al lavoro per creare HUD sempre più sofisticati. E quando si parla di sviluppo tecnologico, soprattutto in ambito industriale, non possiamo non pensare al campo automobilistico. Come molti sanno, infatti, esso spesso guida il progresso tecnologico (insieme a quello avionico) proponendo soluzioni sempre più avveniristiche che rendono il guidatore sempre più sicuro. Coadiuvato da sistemi intelligenti di monitoraggio e controllo continuo, è oggi possibile pensare a dispositivi polifunzionali che consentano la verifica continua dello stato di salute del veicolo ma anche le condizioni di veglia del conducente.

Quali informazioni da visualizzare?

Ad un guidatore può essere molto utile, per esempio, in condizioni di limitata visibilità, un'indicazione  sulla delimitazione delle corsie (per esempio in caso di nebbia). Immaginate di viaggiare su una strada di montagna di notte, potenzialmente attraversata da animali, e di viaggiare a velocità non particolarmente sostenuta. Se un cervo vi si parasse davanti, probabilmente non avreste il tempo o la prontezza di riflessi per evitarlo.

Senza arrivare ad immaginare situazioni di particolare pericolo, il monitoraggio continuo e costante della velocità del veicolo, o il controllo della distanza di sicurezza rispetto a chi ci precede su strada, sono alcune delle informazioni che potrebbero essere molto utili a garantire che tutti gli autoveicoli in transito rispettino le più basilari norme del codice della strada. Risulta evidente che implementare sistemi di questo tipo su ciascun autoveicolo può garantisce una migliore viabilità per tutti. [...]

ATTENZIONE: quello che hai appena letto è solo un estratto, l'Articolo Tecnico completo è composto da ben 2702 parole ed è riservato agli abbonati PRO. Con l'Abbonamento avrai anche accesso a tutti gli altri Articoli Tecnici MAKER e PRO inoltre potrai fare il download (PDF) dell'EOS-Book e di FIRMWARE del mese. ABBONATI ORA, è semplice e sicuro.

Abbonati alle riviste di elettronica

Scrivi un commento