I nodi periferici intelligenti per migliorare l’IIoT

L'IoT industriale (IIoT) comprende l'ampia trasformazione in corso che renderà il rilevamento pervasivo attraverso macchine connesse non solo un vantaggio competitivo, ma anche un servizio essenziale. L'IoT industriale inizia con il nodo periferico (edge), che è il punto di ingresso per il rilevamento e la misurazione delle grandezze interessate. In tale punto il mondo fisico interagisce con l'analisi computazionale dei dati. In questo articolo verranno analizzati gli aspetti fondamentali del rilevamento (sensing) e della misura, evidenziando l'importanza dei nodi sensore intelligenti capaci di migliorare le prestazioni di molte applicazioni in campo industriale. 

Introduzione

Le macchine industriali connesse possono percepire una vasta gamma di informazioni che saranno utilizzate per prendere decisioni chiave. I sensori periferici sono probabilmente lontani dal server cloud che memorizza le analisi storiche. Quindi occorre connettere tali dispositivi attraverso un gateway che aggrega i dati periferici alla rete internet. Idealmente, i nodi sensore periferici sono oggetti discreti all'interno di piccoli fattori di forma, in modo tale da essere posizionati facilmente in ambienti con spazi ristretti.

Gli aspetti fondamentali riguardanti le capacità del nodo periferico all'interno del più ampio framework IoT sono: il rilevamento, la misurazione, l'interpretazione e il collegamento dei dati, con ulteriore considerazione per la gestione della potenza e la sicurezza. Ogni aspetto presenta una lista unica di sfide.

I sensori formano il front-end dell'ecosistema elettronico IoT industriale. Le misurazioni trasformano le informazioni percepite in qualcosa di significativo come un valore quantificabile di pressione, spostamento, o rotazione. La fase di interpretazione è data dall'analisi ed elaborazione periferica che trasforma i dati misurati in un evento attuabile. Solo le informazioni più preziose dovrebbero essere inviate oltre il nodo nel cloud per l'elaborazione predittiva o storica. Lungo tutta la catena del segnale, i dati possono essere rifiutati o filtrati in base ai limiti iniziali di accettabilità. Idealmente, il nodo sensore dovrebbe solo inviare informazioni assolutamente necessarie e dovrebbe prendere decisioni critiche non appena i dati chiave diventano disponibili. [...]

ATTENZIONE: quello che hai appena letto è solo un estratto, l'Articolo Tecnico completo è composto da ben 2074 parole ed è riservato agli abbonati PRO. Con l'Abbonamento avrai anche accesso a tutti gli altri Articoli Tecnici MAKER e PRO inoltre potrai fare il download (PDF) dell'EOS-Book e di FIRMWARE del mese. ABBONATI ORA, è semplice e sicuro.

Abbonati alle riviste di elettronica

Scrivi un commento