I sistemi DCV: la ventilazione “intelligente” migliora l’aria che respiriamo in ufficio

La conosci la qualità dell’aria che respiri in ufficio? La popolazione dei paesi industrializzati trascorre almeno il 90% del tempo all'interno della propria abitazione o sul luogo di lavoro; da ciò si evince l'importanza della qualità dell'aria all'interno di questi luoghi. In tali ambienti sono molteplici le fonti di inquinamento: fumo, odori di cucina, polvere, CO2 (prodotta dalla respirazione di persone e animali), aria inquinata proveniente dall'esterno, materiali da costruzione, macchinari, eccetera. L'ideale sarebbe eliminare o isolare tali sorgenti di inquinamento; ma, quando ciò non è possibile, si ricorre alla ventilazione artificiale, che purtroppo però è particolarmente energivora. I sistemi DCV (Demand Controlled Ventilation systems, traducibile con “sistemi di ventilazione calibrati in base alla necessità di aria”) possono essere una soluzione a tale problema. 

ATTENZIONE: quello che hai appena letto è solo un estratto, l'Articolo Tecnico completo è composto da ben 1040 parole ed è riservato agli ABBONATI. Con l'Abbonamento avrai anche accesso a tutti gli altri Articoli Tecnici che potrai leggere in formato PDF per un anno. ABBONATI ORA, è semplice e sicuro.

Scarica subito una copia gratis

4 Commenti

  1. Tiziano.Pigliacelli 19 Settembre 2013
  2. Giorgio B. 19 Settembre 2013
  3. Giorgio B. 19 Settembre 2013
  4. Ivan Scordato 19 Settembre 2013

Scrivi un commento

Seguici anche sul tuo Social Network preferito!

Send this to a friend