Quando la guida autonoma diverrà realtà?

Dalla fine degli anni 90 l'interesse pubblico e l'attenzione dei media per i veicoli a guida autonoma sono andati lentamente aumentando anche grazie all'avanzare della tecnologia che ha portato maggiori potenze di elaborazione, sensori avanzati e sistemi intelligenti interconnessi il tutto a supporto della realizzazione di veicoli pienamente autonomi, creando aspettative ma anche timori. In questo articolo  cercheremo di fare ordine sul vero significato di guida autonoma e sulle sfide da affrontare prima di poter lanciare sul mercato ciò che ad oggi sono solo prototipi, ma che è possibile già vedere in giro per le strade sotto forma di test o dimostrazioni.  

Introduzione

Negli ultimi anni, lo sviluppo di auto a guida autonoma è stato caratterizzato da due tendenze opposte: la prima rappresentata dalle annunciate roadmap dei principali produttori e dalle dimostrazioni delle società tecnologiche; la seconda rappresentata, dalle attuali soluzioni autonome d'uso quotidiano su strada. Queste tendenze hanno entrambe sollevato interesse pubblico e creato l'aspettativa che i veicoli a guida completamente autonoma potessero essere appena oltre l'orizzonte o forse già pronti.

Al contrario, dopo diversi anni di intense aspettative, le stesse società tecnologiche e le case automobilistiche hanno dovuto cambiare la loro retorica in un approccio più modesto su ciò che fosse fattibile a breve e medio termine. Google, il pioniere della macchina senza conducente presentata nel 2011, avrebbe dovuto avere auto senza conducente sulle strade nei 5 anni a venire, o al massimo entro la fine del decennio per certo. Chris Urmson invece nel marzo 2016 riferì:

Quanto velocemente possiamo portarla nelle mani delle persone? Se leggete i giornali, potrebbe essere fra tre anni cosi come fra trent'anni.

Questa presa di posizione è risultata sicuramente differente rispetto a quella assunta da Google negli anni precedenti. Da allora, il progetto di auto senza pilota di Google si è trasformato in Waymo, con la scelta di non costruire più il proprio veicolo autonomo, ma di concentrarsi invece sul supportare le case automobilistiche esistenti con la propria tecnologia. Più recentemente, durante il CES di gennaio 2017, Toyota ha ridefinito le aspettative dichiarando che le auto a completa guida autonoma sarebbero state disponibili solo fra diversi decenni. [...]

ATTENZIONE: quello che hai appena letto è solo un estratto, l'Articolo Tecnico completo è composto da ben 2591 parole ed è riservato agli abbonati PRO. Con l'Abbonamento avrai anche accesso a tutti gli altri Articoli Tecnici MAKER e PRO inoltre potrai fare il download (PDF) dell'EOS-Book e di FIRMWARE del mese. ABBONATI ORA, è semplice e sicuro.

Abbonati alle riviste di elettronica

Scrivi un commento

EOS-Academy
Abbonati ora!