Teletrasporto: ormai ci siamo quasi!

Il teletrasporto è piuttosto posizionato nel regno della fantascienza. Possiamo non essere in grado di teletrasportare oggetti o persone da un luogo all'altro in un istante, ma ci sono scenari approssimati in cui è possibile farlo. Non solo è possibile, ma è realizzato realmente nei laboratori di fisica di tutto il mondo.

L'idea di teletrasporto è stata in giro nella narrativa e nella mitologia da più di mille anni. Mentre Star Trek può averlo reso famoso, lo si può trovare nel Tempest di Shakespeare e nella storia di Aladdin. Tuttavia, la scienza moderna non è riuscita a portare questo sogno di fantascienza nel mondo reale, in quanto le complessità della meccanica quantistica presentano ostacoli insormontabili. Ma per le singole particelle, il teletrasporto quantistico è un fenomeno molto reale, è per la prima volta si è verificato dalla Terra verso un satellite nello spazio.

Nel giugno del 2017, un gruppo di scienziati in Cina ha annunciato di aver utilizzato il satellite Micius, lanciato un anno prima, per teletrasportare informazioni in tempo reale dalla Terra allo spazio. Per raggiungere questo obiettivo, si sono affidati ad un fenomeno naturale chiamato quantum entanglement. Il nome stesso suggerisce correttamente che appartiene al regno della meccanica quantistica, il regno delle particelle subatomiche. Gli autori hanno pubblicato i risultati su Arxiv, misurando il fenomeno dell'entaglement su coppie di fotoni a terra e in orbita. Lo studio rappresenta un deciso passo scientifico verso il teletrasporto su lunghe distanze.

Una delle regole più importanti e fondamentali dell'Universo è che vi è un'incertezza intrinseca associata alla conoscenza della posizione e del moto di ogni singola particella. La misura di una di quelle quantità, crea ambiguità nella conoscenza dell'altro. Questo principio è conosciuto come il principio di indeterminazione di Heisenberg.

L'entanglement quantistico è un fenomeno fisico alla base dei computer quantistici (per approfondimenti vi consiglio il seguente articolo dal titolo " I processori optoelettronici del futuro"), che si verifica quando coppie o gruppi di particelle vengono generati o interagiscono in modo tale che lo stato quantico di ciascuna particella non possa essere descritto indipendentemente dagli altri, anche quando le particelle sono separate da una grande distanza lo stato quantico deve essere descritto per il sistema nel suo complesso (figura 1). Quindi, la misura di un'osservabile di uno stato determina istantaneamente il valore anche per gli altri.

Figura 1: il teletrasporto quantistico. Nessuna informazione viene scambiata più velocemente della luce. [Fonte: American Physical Society]

Non tutti apprezzano il teletrasporto.  Ciò che è affascinante non è come un oggetto "lascia" un punto nello spazio e "arriva" in un altro, ma il fatto che attraversa una certa distanza in un istante di tempo. Le implicazioni di tali viaggi sono significative a prima vista. Il giorno in cui saremo in grado di "riversare" una persona su e giù per lo spazio - Star Trek (Vi suggerisco questo articolo dal titolo "I laser tra scienza e fantascienza: introduzione") - potrebbe essere ancora molto lontano ma nel frattempo potremmo usare il quantum entanglement, ad esempio, per teletrasportare le chiavi di sicurezza digitali tra due computer e impedire la maggior parte delle forme di intercettazioni da parte di hacker. Vi consiglio la lettura del seguente articolo "La crittografia Quantistica".

Quando si dice che due gruppi di fotoni sono impigliati a livello quantistico, significa che gli stati in cui si trovano i gruppi sono correlati tra loro mediante una variabile. Se la variabile cambia, anche le proprietà dei fotoni cambiano. Tuttavia, come i gruppi stessi sono collegati tra di loro non cambiano. Questo nuovo studio potrebbe essere incredibilmente utile o addirittura rivoluzionario nella costruzione di un internet quantico, che richiederebbe il potere di calcolo ad un livello completamente nuovo. Ma per teletrasportare un essere umano, evitando lunghe code in autostrada e negli aeroporti, il numero di informazioni da codificare è decisamente eccessivo.

Dove arriveremo con il teletrasporto? Potremmo viaggiare nello spazio e in altre parti in un battito di ciglia?

 

65 Commenti

  1. Cristoforo 20 settembre 2017
    • Maurizio Di Paolo Emilio Maurizio Di Paolo Emilio 20 settembre 2017
      • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 21 settembre 2017
        • Cristoforo 21 settembre 2017
        • Marcello Colozzo 21 settembre 2017
          • Cristoforo 21 settembre 2017
          • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 21 settembre 2017
    • Marcello Colozzo 20 settembre 2017
      • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 21 settembre 2017
  2. Giovanni Di Maria Giovanni Di Maria 20 settembre 2017
  3. Luca Giuliodori Luca Giuliodori 20 settembre 2017
  4. Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 21 settembre 2017
    • Marcello Colozzo 21 settembre 2017
      • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 21 settembre 2017
  5. Marcello Colozzo 21 settembre 2017
    • Cristoforo 22 settembre 2017
      • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 24 settembre 2017
        • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 24 settembre 2017
        • Marcello Colozzo 24 settembre 2017
          • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 24 settembre 2017
  6. Marcello Colozzo 21 settembre 2017
  7. Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 21 settembre 2017
    • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 21 settembre 2017
    • Marcello Colozzo 22 settembre 2017
      • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 22 settembre 2017
        • Marcello Colozzo 22 settembre 2017
          • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 22 settembre 2017
  8. Marcello Colozzo 22 settembre 2017
    • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 22 settembre 2017
      • Marcello Colozzo 23 settembre 2017
        • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 24 settembre 2017
      • Marcello Colozzo 23 settembre 2017
        • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 24 settembre 2017
        • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 24 settembre 2017
          • Marcello Colozzo 24 settembre 2017
  9. Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 24 settembre 2017
    • Marcello Colozzo 24 settembre 2017
      • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 24 settembre 2017
  10. Marcello Colozzo 24 settembre 2017
    • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 24 settembre 2017
    • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 24 settembre 2017
      • Marcello Colozzo 24 settembre 2017
  11. Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 25 settembre 2017
    • Marcello Colozzo 25 settembre 2017
      • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 25 settembre 2017
  12. Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 25 settembre 2017
    • Marcello Colozzo 25 settembre 2017
      • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 25 settembre 2017
        • Marcello Colozzo 25 settembre 2017
          • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 25 settembre 2017
  13. Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 25 settembre 2017
    • Marcello Colozzo 25 settembre 2017
      • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 25 settembre 2017
  14. Marcello Colozzo 25 settembre 2017
    • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 25 settembre 2017
      • Marcello Colozzo 25 settembre 2017
        • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 25 settembre 2017
      • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 25 settembre 2017
        • Marcello Colozzo 25 settembre 2017
        • Marcello Colozzo 25 settembre 2017
          • Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 26 settembre 2017
  15. Marcello Colozzo 26 settembre 2017
  16. Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 28 settembre 2017
    • Marcello Colozzo 28 settembre 2017

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *