Wearable Technology: il tranello nascosto nel tuo design

Il settore della wearable technology, che include dispositivi elettronici integrati nei vestiti e in altri accessori d’abbigliamento, rappresenta la curiosità più grande dell’anno nell’ambito elettronico, sanitario e del benessere. Gli accessori bluetooth sono di nuovo sulla cresta dell’onda, con applicazioni che vanno oltre il semplice trasferimento dell’audio dal telefono all’auricolare. L’obiettivo degli addetti ai lavori è quello di aumentare la potenza degli smartphone per poter trasmettere informazioni direttamente sul corpo umano.

I consumatori vengono indotti a volere di più

Wearable Technology

Ormai ci siamo tanto assuefatti che non ci rendiamo nemmeno conto, ma l’attuale design degli smartphone ci invoglia a desiderare di più: in effetti portiamo tutti i giorni in tasca un computer portatile e, se prima era fantascienza collegarsi ad internet per strada, oggi il nostro bisogno è quello di essere connessi a velocità sempre più elevate. Un giorno questi dispostivi potrebbero sparire dalle nostre tasche ed essere integrati nel corpo o negli accessori da indossare.

Questa tendenza ad una migliore e più naturale user experience è avanzata lentamente, considerando che i cellulari sono nel mercato dei consumatori da oltre 20 anni. Ma ora sono proprio i consumatori a richiedere maggiore usabilità.
La tua azienda potrebbe cercare di velocizzare la tendenza ad una maggiore usabilità e aggiungere un fattore di differenziazione unico ai tuoi prodotti.

Sembrerebbe una grande idea, ma la realtà è differente: i prodotti della wearable technology sono destinati ad accatastarsi ai margini del mercato, perché realizzati con un design che nessuno si sognerebbe di portare addosso, oppure perché non in grado di fornire le prestazioni che da loro ci si aspetterebbe.

Per fare un esempio molto banale su quest’ultimo punto, è come possedere una calcolatrice dal design meraviglioso, inutile però se non è in grado di calcolare nemmeno il 20% di sconto su un acquisto.
Per riassumere, questi prodotti si potrebbero paragonare ad una amaca che è stata legata saldamente ad una sola estremità.

Legare l’amaca tecnologica a due alberi

Continuando con questa metafora, il modo migliore per rendere la Wearable Technology interessante per i consumatori è quello di pensare a due fattori che rendano i prodotti irrinunciabili: un look desiderabile, che si indossa con piacere (anzi che si vuole indossare) e una funzionalità elevata. I dispositivi devono funzionare bene, velocemente ed in modo intuitivo.
Se concettualmente sembra molto semplice, perché allora ci sono molti prodotti della Wearable Tachnology che hanno tradito le attese? Di solito, i team di sviluppo non realizzano, o lo fanno troppo tardi, che quando le persone e le tecnologie tendono ad accostarsi sempre più le une alle altre, i due elementi chiave della progettazione, cioè Industrial Design e Wireless Design, diventano interdipendenti e devono essere approcciati in maniera olistica. L’esempio seguente chiarirà meglio il punto.

Approccio olistico a Industrial Design e Wireless Design

L’elemento chiave della prestazione di quasi ogni prodotto per la comunicazione wireless è l’antenna. Un’antenna ben progettata assicura il miglior raggio di ricezione e il miglior trasferimento dati possibili per il sistema; tuttavia, l’antenna non può esistere nel vuoto, ma nel mondo reale e, indipendentemente dalla custodia che la contiene, la sua efficacia sarà sempre influenzata dalla presenza del corpo umano. In altre parole, se l’aspetto e il design del prodotto vengono elaborati in modo indipendente dal wireless design, è molto probabile che si vada a finire con una nuova, e totale, riprogettazione dell’antenna.

Un esempio del mondo reale: il programma di sviluppo di un prodotto MEMI all’LSR

Le aziende che entrano nel mondo della Wearable Technology si dovrebbero focalizzare su specifici problemi, cercando di capire in profondità i bisogni e le preferenze del consumatore tipo, e non caricando il singolo individuo con funzioni extra che potrebbero complicare l’usabilità e ridurre il reale valore del prodotto. LSR ha avuto l’opportunità di collaborare con il team di MEMI (www.hellomemi.com) per rendere reale il concept di un innovativo prodotto indossabile. MEMI sta creando una soluzione che aiuti le donne a stare connettersi senza sembrare che lo siano , grazie ad un braccialetto-dispositivo fashion, raffinato e collegato wireless ad uno smartphone, che vibra ogni qualvolta si riceve una chiamata o un messaggio da un contatto importante. A causa della vicinanza del prodotto al corpo e dei materiali utilizzati, lo sviluppo del design industriale è stato portato avanti contestualmente al design wireless dell’antenna. Il risultato è un progetto vincente.

memi-braccialetto

La combinazione della collaborazione e dell’esperienza ha permesso uno sviluppo rapido e senza problemi del prodotto MEMI: Per questo progetto, il requisito del metallo come materiale (per dare l’apparenza di trattarsi di un prodotto di gioielleria) ha influenzato in maniera decisiva il design dell’antenna. Così, già dall’inizio, gli Industrial Designers e gli Antenna Designers si sono seduti a tavolino per collaborare sulle potenziali opzioni. Il team ha sviluppato diversi concept, utilizzando differenti tipi di antenna. La scelta è alla fine ricaduta sull’antenna esterna: in questo modo, due delle parti esterne in metallo del braccialetto fungono da componente dell’antenna, mentre all’interno il design viene minimizzato per migliorare le prestazioni dell’antenna.
Se il team non avesse lavorato in maniera collaborativa per cercare una soluzione finale ottimale, ci sarebbero stati sacrifici non necessari nell’estetica o nella performance dell’antenna, o entrambi. Alla fine, MEMI ha ottenuto un prodotto che pensano possa interessare i consumatori, in quanto hanno “assicurato l’amaca a entrambi i lati” (funzionalità e design). Un vero prodotto della Wearable Technology che supera anche le aspettative dei consumatori.

Quindi, se avete intenzione di avviare lo sviluppo di un simile prodotto, scoprirete che ci sono anche numerose insidie tecniche da superare. Se la vostra azienda vuole capitalizzare sulla Wearable Technology, è essenziale porsi la seguente domanda: “Possediamo alte competenze tecniche al nostro interno, dal punto di vista dell’Industrial Design e dell’Antenna/RF Design, per assicurare un approccio collaborativo allo sviluppo del prodotto?
Se la risposta è negativa, la chiave per il successo è la collaborazione con specialisti che possano apportare questo tipo di approccio olistico.

Oltre ad avere le competenze, o a stabilire una proficua collaborazione, bisogna essere in possesso anche dei giusti strumenti, quali 3D CAD, software di modeling e renderign (tipo SolidWorks), un software per la progettazione in 3D dell’antenna (CST Microwave Studio) e un Network Analyzer per il test e la certificazione dell’antenna.
Nonostante lo sviluppo di un prodotto indossabile possa essere complesso, noi incoraggiamo ad essere coraggiosi nel trovare la soluzione, approfittando dei numerosi benefici che si possono ottenere se si svolge un buon lavoro.

La seguente lista riassuntiva di cosa fare e cosa non fare, nell’ambito della Wearable Technology, può essere di aiuto.
Cosa fare:
- Utilizzare un team con esperienza sia nel’Industrial che nel Wireless Design
- Avere un piano per l’antenna il prima possibile: studiare più di una opzione, perché il primo risultato non è quasi mai il migliore. È importante ricordare che anche il materiale influenza le prestazioni dell’antenna
- Prototipizzare e testare sempre: il corpo è morbido e curvilineo, quindi la scelta di un punto in particolare e la distanza da esso può determinare grandi cambiamenti a livello prestazionale.
Cosa non fare:
- Non essere tutto per tutti: conosci il tuo utente finale e cerca di focalizzarti sui punti di forza che il tuo prodotto offre
- Non copiare ciò che hanno fatto altri: ci potrebbero essere in circolazione soluzioni migliori, ma l’unicità è sempre un valore aggiunto
- Non tenere isolati i tuoi Industrial designer dagli antenna designer.

Original article By Richard Walters – Director of Industrial Design, LS Research - courtesy of EEWeb

STAMPA     Tags:

3 Commenti

  1. Emanuele Bonanni Emanuele 28 febbraio 2015
  2. PierZ2 28 febbraio 2015
    • Emanuele Bonanni Emanuele 28 febbraio 2015

Scrivi un commento