Home
Accesso / Registrazione
 di 

Maxim MAX15040: regolatore step-down DC-DC ad alta efficienza

MAX15040

Il MAX15040 è un regolatore switching ad alta efficienza che offre fino a 4A di corrente di carico a tensioni di uscita da 0,6 V a (0,9 x VIN). Il dispositivo opera da 2.4V a 3.6V, che lo rende ideale per applicazioni on-board di punto-di-carico e post-regolazione. La precisione totale della tensione di uscita è entro ± 1% sopra il carico, la linea, e la temperatura.

Maxim MAX15040: regolatore step-down DC-DC ad alta efficienza

Il MAX15040 funziona ad una frequenza fissa di 1MHz in modalità PWM. L'alta frequenza di funzionamento permette l'utilizzo di componenti esterni di piccole dimensioni.

La bassa resistenza degli interruttori nMOS on-chip garantiscono elevata efficienza con carichi pesanti, riducendo al minimo le induttanze parassite, rendendo lo sviluppo del layout un compito molto più semplice rispetto alle soluzioni a componenti discreti.

Il MAX15040 incorpora un amplificatore tensione-errore a banda passante elevata (> 15MHz). L'architettura del controllo di tensione e l'amplificatore di tensione-errore permettono un tipo di regime di compensazione per ottenere una massima larghezza di banda di ciclo, fino a 200kHz. L'ampia larghezza di banda di ciclo fornisce una risposta veloce ai transitori, con conseguente minore capacità d'uscita necessaria e consentendo l'uso di tutti i condensatori in ceramica.

Il MAX15040 dispone di una protezione da sovraccarico in uscita e limite di corrente di picco su entrambi i MOSFET: high-side e low-side.

Il MAX15040 dispone di una tensione di uscita regolabile. La tensione di uscita è regolabile tramite due resistori esterni di feedback o applicando una tensione esterna di riferimento all'ingresso REFIN/SS.

Il MAX15040 offre un tempo soft-start programmabile con un condensatore per ridurre la corrente di spunto in ingresso.

La protezione termica integrata garantisce un funzionamento sicuro in tutte le condizioni.

Schema circuitale tipico:

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Alex87ai

La Maxim è leader nel

La Maxim è leader nel settore dei regolatore switching e a quanto pare, ancora una volta non vuole smentirsi!

ritratto di linus

4 ampere

non è male, forse la tensione è un po bassina, visto che molti dispositivi vengono alimentati a 5V.

ritratto di Alex87ai

Non è del tutto

Non è del tutto vero...molti dei microcontrollori o microprocessori di ultima realizzazione (per intenderci dai 16 bit in su) lavorano al massimo con tensioni da 3.3V e attenzione che questo rappresenta un limite max. È lo scaling tecnologico che impone la riduzione delle tensioni di alimentazione.

ritratto di s1m0n3t

Già da un po' di tempo si

Già da un po' di tempo si era costretti ad inserire una doppia alimentazione (5 + 3,3) nei circuiti che utilizzano sensori (alcuni accelerometri, sensori di umidità...) oppure per alimentare memorie SD collegate ad un pic.
Ora, anche nei casi in cui la tensione massima del microcontrollore non è 3,3 molti hanno un ampio range (da 2,5 a 5,5) per cui il 3,3 può diventare un nuovo standard nei circuiti digitali.

ritratto di stewe

Concordo: ormai con

Concordo: ormai con l'alimentazione standard ad 1 celle litio, ci si è spostati dai 5V ad un'alimentazione di 3.3V... Proprio grazie al range ampio, si riesce a far funzionare i circuiti con una cella completamente carica (4.25V circa) fino a quando questa è scarica (2.7V circa)

ritratto di Fabrizio87

queste cose molto

queste cose molto interessante anche pile non ricaricabili,
per esportarle fino in fondo e non buttarli quanto rimane ancora 70% della carica

ritratto di stewe

Esatto... le batterie al

Esatto... le batterie al litio sono nate insieme agli sviluppi tecnologici degli ultimi anni. Questa volta hanno fatto attenzione a sviluppare componenti in grado di funzionare con una singola cella... non come qualche anno fa che in qualsiasi apparecchio servivano minimo 2 batterie stilo!

ritratto di Wales8686

Nelle motherboard è da

Nelle motherboard è da secoli ormai che c'è la doppia alimentazione.

ritratto di stewe

Direi anche più che

Direi anche più che doppia!
Vengono fornite le seguenti tensioni:
+5V
+12V
+3.3V
-12V
-5V

ritratto di stewe

Dimenticato... ecco i

Dimenticato... ecco i relativi colori:
+5V - cavi colore rosso
+12V - cavi colore giallo
+3.3V - cavi colore arancio
-12V - cavi colore blu
-5V - cavi colore bianco

PS: Queste informazioni sono applicabili agli alimentatori per pc ATX.

ritratto di mingoweb

Ormai si è arrivati a

Ormai si è arrivati a standardizzare la tensione 3,3. infatti molti strumenti digitali si alimentano sempre di più a 3.3v, questo è un ottimo strumento per i nuovi progetti...

ritratto di linus

sarà vero...

La maggior parte dei PIC lavora a 5V, tranne quelli marcati LF che devi richiederli appositamente in versione LF e non credo che la microchips sia obsoleta.

ritratto di Alex87ai

Prova a guardare le serie

Prova a guardare le serie PIC24 o PIC32...non trovi un microcontrollore di queste serie che vada a 5V...ormai la tensione 3.3V è diventata uno standard

ritratto di s1m0n3t

Ma anche molti della serie

Ma anche molti della serie PIC16 e PIC18 accettano alimentazioni da 2,5 a 5,5v

ritratto di Fabrizio87

anche tutte le FPGA

anche tutte le FPGA accettano l'alimentazione da 2,5 a 5,5v,

ritratto di Alex87ai

Tutto a confermare il fatto

Tutto a confermare il fatto che la tensione di 3.3V sia ormai diventata uno standard dei circuiti digitali.

ritratto di SuperG72

Concordo con Alex87

Ovviamente è una tendenza ormai avanzata; vuol dire che ancora si trovano semiconduttori a 5V e d'altro canto quando parliamo di dispositivi che si alimentano direttamente dalla porta USB questa è la tensione in gioco. Ma in tutte le schede prototipali delle principali piattaforme (PIC, Arduino, .NET Micro Framework, ...) trovi subito il classico riduttore a 3.3V e i piedini che ti danno in uscita questa tensione.

ritratto di giuskina

confermare ...

ma a me risulta che la mia scheda madre ASUS MOD: ? sia a 5 e qualcosa ... Lo sò perche facendo Jtag su console mi sono fuso tutto :D I am Niubbooooooo

ritratto di stewe

Si esatto: guarda qualche

Si esatto: guarda qualche commento qui sopra... ho riportato le varie alimentazioni che puoi trovare in uscita ad un alimentatore ATX e quindi in entrata nella tua scheda madre! :-P

ritratto di giuskina

qualcuno ha JTAGGATO ??

sarebbe bello scambiarsi notizie e curiosità... e di curiosità ne ho veramente molte come ad esempio c'è un modo di capire se un diodo è ancora buono o come lo si può testare ?!?! Promesso che ci sto dando dentro con internet e prossimamente riviste

ritratto di linus

comprati un tester e

comprati un tester e studiati come funziona un diodo, basta che utilizzi il tester scambiando i due puntali se da una parte conduce e girando il diodo non conduce, probabilmente è buono

ritratto di Wales8686

Anche attaccarlo ad una pila

Anche attaccarlo ad una pila dovrebbe funzionare.

ritratto di Alex87ai

Datasheet del componente

Al link proposto si possono recuperare informazioni tecniche e il datasheet ufficiale del MAX15040 direttamente dal sito della Maxim.
http://www.maxim-ic.com/datasheet/index.mvp/id/5859/t/al

ritratto di giuskina

Grazie

Grazie per le risposte!Gentilissimi!!!

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 3 utenti e 45 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti