Home
Accesso / Registrazione
 di 

Un oscilloscopio digitale LCD con memoria e USB a 270 euro? Eccolo!

1062d

Questo articolo si propone come un nuovo intervento nella serie che intendiamo fare per dare una mano ai più esperti. Metter su un laboratorio non è cosa da poco, specie quando non si sa da dove cominciare. E allora abbiamo pensato, anche per il prossimo futuro, di inserire, su queste pagine, articoli della serie "tutto quello che avete sempre voluto sapere su come mettere su un laboratorio e non avete mai osato chiedere" (giusto per parafrasare Woody Allen).

Qualche giorno fa ci siamo occupati di dare un'indicazione su uno strumento davvero indispensabile per un qualsiasi laboratorio, ovvero un ottimo candidato come primo oscilloscopio. Oggi, con la speranza di potervi aiutare maggiormente, e come sempre accettando ogni suggerimento sulla segnalazione, vi facciamo vedere un altro modello di oscilloscopio che potrebbe essere da un lato più conveniente dall'altro, forse, anche più performante.

Quello di cui ci occupiamo oggi è un oscilloscopio digitale Voltcraft DSO, il cui modello prende il nome di 1062D. Si tratta, anche quest'oggi, di un oscilloscopio a 2 canali e ve lo proponiamo perché questo è sicuramente un attrezzo parecchio competitivo nel suo campo, e tra gli "entry-level". D'altronde, se vogliamo, sia per chi comincia sia per molti che "continuano", nella pratica spesso 2 canali sono più che sufficienti quindi perchè spingersi oltre se non è necessario?.

Il dispositivo dispone, dicevamo, di 2 canali distinti che lavorano su una banda di 60 MHz e viene caratterizzato da un tasso di campionamento in tempo reale pari a 1GS/s.

La profondità di memoria, come vedremo, invece, è pari a 512k punti per ciascun canale; in particolare, per questo strumento, è possibile arrivare ad 1M di punti, se si utilizza un canale solo.

Tra i suoi diretti concorrenti è sicuramente uno dei meno costosi ma anche dei più utili in termini di dimensioni, dal momento che stiamo parlando di un dispositivo con display da 17.7cm e risoluzione 800 x 480 pixel.

Non manca, inoltre, una feature che imparerete presto ad apprezzare, ovvero la possibilità di salvare i vostri dati via USB su una memoria esterna. E questo è solo uno degli aspetti che completa la dotazione dell'oscilloscopio, dal momento che l'interfaccia utente supporta diverse lingue ed è anche interattiva, dandovi la possibilità di controllare lo strumento durante l'uso in maniera più completa.

Anche questo oscilloscopio digitale prevede una serie di strumenti che riguardano i livelli di trigger e le misure automatizzate, consentendovi, quindi, di lavorare "velocemente" sui vostri segnali.

Adesso vediamone le caratteristiche più da vicino e nel dettaglio per capire, insieme con voi, quali sono i suoi punti di forza:

  • Accuracy: ±3%;
  • Banda: 60MHz;
  • Calibrazione:  ISO / DKD;
  • Canali: 2;
  • Dimensioni: 313(L) x 142(A) x 108(P)mm;
  • Risoluzione dello schermo: 800 x 400 pixel;
  • Tipo di display: LCD;
  • Dimensione dello schermo: 17,7cm;
  • Accoppiamento in ingresso: DC/AC/GND;
  • Impedenza d'ingresso: 1 MΩ;
  • Range di tensione in ingresso: 2mV to 100V (DC/ACpp);
  • Interfacce: USB (x1);
  • Profondità di memoria: 1 M di punti (modalità single channel), 512 k punti (modalità dual channel)
  • Tipi di operazioni: CH1, CH2, dual, XY;
  • Alimentazione: 100V AC e 240V AC;
  • Consumo di potenza: 30W (MAX);
  • Risoluzione: 8-bit;
  • Sampling rate (real-time): 1GS/s (single mode), 500 MS/s (dual mode);
  • Sampling rate (tempo equivalente): 25 GS/s;
  • Range della base dei tempi: da 4ns a 40s/div;
  • Triggering: DC, AC, HF, LF, noise, EXT, EXT/5;
  • Vertical deflection: 2mV to 5V/div;
  • Peso: 2kg.

Completano il quadro, anche per questo strumento, una serie di funzioni matematiche pressoché irrinunciabili; tra queste ci sono: misure Pk-pk, massimo, minimo, "effective value", cyc. RMS, misure di frequenza, periodo, tempo di salita, tempo di discesa, pos/neg half-wave e così via dicendo.

La dotazione dello strumento prevede 2 sonde (ciascuna 1:1/10:1),  cavi di alimentazione, cavo USB, software dedicato, manuale utente (in inglese) ed istruzioni per l'uso riportate in più lingue.

L'oscilloscopio si presenta con queste caratteristiche ma una serie di accessori né può completare le funzionalità e dotazione. In particolare, sono disponibili supporti mobili per le linee di misurazione, un set di linee di misura universali composto di puntali di prova morsettati, BNC su morsetti a coccodrillo. Ma non è finita perché c'è anche la possibilità di procurarsi un supporto per la linea di misurazione. Per caratterizzare sistemi anche distanti potreste aver bisogno di linee di misura "ulteriori": in questo caso ne esistono da 200 cm. Completa la linea degli accessori una terminazione di contatto con una resistenza 50 Ω.

Personalmente, ritengo che questo potrebbe essere uno strumento abbastanza valido; non soltanto dal punto di vista della banda, che sicuramente rappresenta un ottimo punto di partenza, ma anche dal punto di vista della profondità di memoria, sensibilmente più grande del candidato visto nel più recente passato. Uno dei suoi punti di forza è il suo prezzo, riportato, come potete controllare voi stessi, qui; si tratta di un importo decisamente concorrenziale, dal momento che stiamo parlando di 270 € circa e pertanto vi consigliamo caldamente di tenerlo in considerazione. Specie per via del fatto che l'azienda offre sconti "quantità" pertanto, se questo acquisto pensate di doverlo fare in più persone, probabilmente vi conviene aggregarvi.

In quest'ottica, se siete docenti o consulenti o tecnici per Scuole ed Università, potrebbe essere questa un'ottima informazione per voi, un'occasione per suggerire al vostro ente di riferimento un acquisto utile per allestire o migliorare o aggiornare il laboratorio.

Dal momento, poi, che sussiste una così consistente differenza tra il Sampling Rate in tempo equivalente e quello in tempo reale (il rapporto è di 25 - 12,5 a 1), questa potrebbe essere certamente un'ottima occasione di studio e di analisi di che cosa vuol dire, cosa implica e soprattutto perché bisogna tenere sempre a mente che esiste questa differenziazione (anche perchè non è certamente un caso che ci abbiamo tenuto a farvi notare le due specifiche anche la volta passata).

Ad ogni modo, per essere completi ed esaustivi, se cercate uno strumento di altissima precisione per lavorare su segnali ad alta frequenza probabilmente questo non è l'oscilloscopio di cui avete bisogno perché, almeno da questo punto di vista ,la banda è limitata. Se, però, quello che vi serve è provare a fare caratterizzazione di microcontrollori, lavorare con l'audio digitale o con schede di sviluppo, magari anche fare caratterizzazione di filtri che non superino frequenze del megahertz, possiamo certamente rassicurarvi: questo è lo strumento che state cercando.

L'oscilloscopio digitale DSO-1062D è disponibile a poco più di 270 € (+iva)

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Antonello

Posso fare una domanda? Ma

Posso fare una domanda?
Ma voi non credete che sia utile avere a disposizione strumenti con connessione GPIB piuttosto che solo USB?
Anche perchè sarebbe comodo poter interfacciare gli stumenti tra loro.
Voi non siete d'accordo?

ritratto di Piero Boccadoro

Si, è vero: sarebbe molto più

Si, è vero: sarebbe molto più comodo.
Si tratta tuttavia di un bus che non conviene avere in un laboratorio che si stia allestendo ex novo oggi.
La tendenza è sempre quella di equipaggiare il tutto con USB e comunque per interfacciare il tutto con il pc servirebbe o una scheda PCI con bus GPIB oppure un adattatore GPIB/USB da acquistare separatamente.
Se poi tutto questo lo rapporti alle specifiche tecniche del bus GPIB, confrontate con l'USB...beh, direi che il cerchio si chiude :D

ritratto di gfranco78

Che vuol dire "software

Che vuol dire "software dedicato"?
Potete parlarne un po' di più...
Di che si tratta?

ritratto di Piero Boccadoro

Intanto scusa il ritardo nel

Intanto scusa il ritardo nel rispondere.
Dunque il software si chiama Digital Scope, attualmente disponibile qui (http://www.produktinfo.conrad.com/datenblaetter/100000-124999/122485-up-01-ml-DSO_1062D_Wi...) per il download con annessa documentazione.
Ti consiglio di leggere quello che ti ho riportato ma fai conto che senza l'oscilloscopio è come avere per le mani il manuale di una macchina senza le chiavi ;D

ritratto di claudio.tasso.35

é un clone del vecchio TDS210

é un clone del vecchio TDS210 , scommetto che ha la regolazione dell'intensità luminosa dello schermo alla rovescia come nella versione Tektroniks , simpatico ma giusto per verifiche veloci e per spostarsi facilmente qui e là , per misure più critiche è praticamente inutile (snubber etc)tuttavia a questo prezzo meglio non si può fare davvero (io ne ho spesi 7300 :( ).

ritratto di Emanuele

TDS210

Io ne spesi 1000 di euro per il TDS201 e dopo 10 anni fa ancora il suo "sporco" lavoro dignitosamente :)

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 37 visitatori collegati.

Ultimi Commenti