Cardano: la blockchain innovativa sviluppata a livello accademico

Con il boom dello sviluppo nel campo blockchain sono nati innumerevoli progetti, tra questi uno dei più interessanti è sicuramente Cardano, una blockchain innovativa nata dalla formazione di un team di accademici americani (ingegneri, ricercatori, etc.) con l'intenzione di mostrare al pubblico non solo cosa si può creare grazie alle menti più brillanti del pianeta, ma anche di dare una forma più leggittima ad un campo che fino a qualche anno fa era visto come una giungla dalla quale istituzioni e personaggi pubblici si tenevano alla larga. Vedremo in questo articolo le funzioni principali di Cardano e cosa lo distingue dalle altre blockchain.   

Introduzione

Cardano è un progetto nato nel 2015 da Charles Hoskinson (co fondatore di Ethereum insieme al famoso Vitalik Buterin) e dalla fondazione Cardano. Venuto alla luce con lo scopo di essere totalmente open source, mira allo sviluppo di una blockchain pubblica (detta appunto Cardano e che adopera la moneta ADA) e decentralizzata, improntata principalmente al libero sviluppo e all'implementazione di smart contract per il pubblico. Si può ipotizzare che Cardano sia ciò che Hoskinson ha visto come un'evoluzione di Ethereum rispetto soprattutto alla scalabilità (ci sono stati diversi episodi dove le transazioni hanno intasato la rete Ethereum mostrandone i limiti, assolutamente inaccettabili dato che per certi smart contract il tempo è essenziale), alla soluzione di alcuni problemi e all'implementazione rapida di una proof of stake funzionante. Il punto centrale è quello di incentivare la creazione di applicazioni decentralizzate (dette DApps) che usino la blockchain Cardano per funzionare, sfruttando il sistema decentralizzato. In un certo senso Cardano vuole essere una versione evoluta di Ethereum, battendolo sul tempo prima che il team di Ethereum riesca a implementare una sua proof of stake funzionante e a migliorare la scalabilità e la sicurezza della propria blockchain.

Figura 1. Simbolo di Cardano

Cardano è solo l'ennesimo esempio di blockchain che si concentra sulla dinamica degli smart contract, parte fondante della società moderna e che richiede strutture all'avanguardia a livello mondiale. Andiamo a vedere quali sono le particolarità di questa blockchain e il suo funzionamento nel dettaglio nei prossimi paragrafi.

Come funziona Cardano, con attenzione a Ouroboros

Cardano è formata da due strutture principali, la prima è quella di pagamento che funziona tramite gli ADA (focalizzata sulle transazioni) e la seconda è la parte computazionale che serve a gestire gli smart contracts (focalizzata sulle informazioni correlate alle transazioni). La parte più interessante di Cardano è sicuramente il sistema di proof of stake denominato Ouroboros, pensato come nuovo sistema da opporre al classico proof of work nato con Bitcoin, che consiste in un network di nodi che semplicemente conservando dei fondi (bloccati) vengono selezionati casualmente per la creazione e/o la conferma dei blocchi (vedremo il sistema in dettaglio più avanti).

Cardano è sicuramente all'avanguardia per quanto riguarda la sicurezza, il linguaggio usato per scrivere il codice della blockchain è Haskell, mentre quello per la scrittura degli smart contracts sarà Plutus (mentre Ethereum usa Solidity). Anche se i linguaggi sono poco conosciuti e poco nominati, presentano delle features che li rendono particolarmente adatti (dal punto di vista matematico, grazie alle funzioni che si possono usare) allo sviluppo di blockchain e smart contracts. Ouroboros è il sistema matematico (algoritmico) che è stato studiato e introdotto per far funzionare Cardano tramite la proof of stake avendo un livello di sicurezza il più vicino possibile a quello di Bitcoin. Ad oggi il sistema più utilizzato in campo blockchain è il proof of work, nato appunto con Bitcoin, che non è stato compromesso in modo significativo e rappresenta quindi uno dei sistemi di sicurezza più all'avanguardia. Il lato negativo della proof of work è l'utilizzo spropositato di energia e il bisogno di mining farm [...]

ATTENZIONE: quello che hai appena letto è solo un estratto, l'Articolo Tecnico completo è composto da ben 1689 parole ed è riservato agli ABBONATI. Con l'Abbonamento avrai anche accesso a tutti gli altri Articoli Tecnici e potrai fare il download in formato PDF eBook e Mobi per un anno. ABBONATI ORA, è semplice e sicuro.

Approfittane ora!

Una risposta

  1. Michele Tiglio Michele Tiglio 26 Marzo 2020

Scrivi un commento

Seguici anche sul tuo Social Network preferito!

Send this to a friend