Con POF la soluzione per la connettività domestica è a portata di mano

Che vuol dire l'acronimo "POF"? Come può aiutarci nel realizzare collegamenti domestici a lunga distanza? Con l'articolo di oggi diamo un'occhiata da vicino ad uno starter kit che potrà rispondere a queste e ad altre esigenze di molti di noi, aiutandoci a risolvere problemi di connettività che in tanti sperimentano tutti i giorni. Siete pronti?

Come detto in apertura, oggi vi parliamo della soluzione ad un problema di connettività.
Molto spesso quando andate ad abitare in una casa non pensate all'idea che sia necessario il cablaggio e quindi molti di noi non sperimentano mai i vantaggi di una rete cablata che raggiunge ogni stanza della casa.
Nella maggior parte dei casi, peraltro, l'accesso DSL non avviene nel punto in cui è richiesto.
Tutti, o quasi, oggigiorno ci affidiamo alle connettività wireless nella speranza che il Wi-Fi sia sempre a portata. Il costo dei router Wi-Fi è diventato irrisorio, senza contare che praticamente tutti gli operatori telefonici lo concedono in comodato d'uso, e quindi è facile che lo si abbia a disposizione.

Nonostante questo, però, non è necessariamente vero che l'abitazione, e perché no l'ufficio, siano coperti dal segnale in maniera uniforme o anche soddisfacente. Serve, quindi, un modo per rendere la casa più affidabile da questo punto di vista.

A queste e ad altre esigenze possiamo rispondere con il prodotto che vi presentiamo oggi: si tratta del POF starter kit, un cavo rete domestico di lunghezza pari a 20 metri.

Questo è un prodotto che viene utilizzato per trasmettere il traffico dati su fibra. A proposito, non abbiamo ancora spiegato che vuol dire l'acronimo: POF sta per Polymeric Optical Fiber, cioè cavo in fibra ottica realizzato in materiale polimerico. Sostanzialmente, materiale plastico.
Stiamo, quindi, parlando della possibilità di utilizzare, all'interno delle nostre abitazioni, la fibra.
Il vantaggio di questa soluzione è principalmente rappresentato dal fatto che non ci sarebbero perdite di segnale in nessun caso, vista l'ottima caratterizzazione della fibra, e questo ci garatirebbe di avere una rete locale altamente performante ed affidabile. Lasciamo a voi lettori immaginare quanto questa possibilità sia interessante se la sede di installazione è un ufficio oppure un'azienda.

La conversione dal segnale ottico al normale segnale elettrico (che viaggia su rame) avviene all'interno degli adattatori che vedete nei box nelle figure.

Come dicevamo in apertura, le applicazioni sono molteplici ma il vero punto di forza di questo kit è rappresentato dalle sue dimensioni, estremamente sottili (soli 2,2 mm), che permettono il mascheramento sfruttando il normale arredamento della casa, per esempio tappeti, battiscopa, moquette, laminato e, perché no, anche canaline dedicate.

I due convertitori sono alimentati tramite interfaccia USB connessa ad un trasformatore a parete. In alternativa è anche possibile utilizzare l'alimentazione del computer o di un televisore fornendo corrente per 500 mA.

Tra le caratteristiche principali abbiamo:

  • raggio di curvatura molto ridotto;
  • nessuna irradiazione;
  • resistente all'umidità ed al calore.

La confezione, alla consegna, si presenta completa di:

  • POF da 20 m (ovviamente!);
  • 2 convertitori di rete POF;
  • 2 cavi di rete (con connettore RJ45);
  • 2 alimentatori USB (completi di altrettanti cavi);
  • POF cutter;
  • manuale di istruzioni.

Vi consigliamo, proprio da quest'ultimo, di dare un'occhiata molto attenta alle istruzioni per la sicurezza, alle quali è dedicata una sezione del manuale stesso.

Il kit POF è disponibile da subito con spedizione in 24 ore al prezzo di € 80,13 a questo indirizzo.

Scarica subito una copia gratis

4 Commenti

  1. Boris L. 23 Maggio 2014
  2. parapare 23 Maggio 2014
  3. Boris L. 26 Maggio 2014
  4. gfranco78 gfranco78 4 Giugno 2014

Scrivi un commento

Seguici anche sul tuo Social Network preferito!

Send this to a friend