Electrical Energy Storage – Un chip per la carica dei superCap

I superCap hanno caratteristiche elevate di dinamicità che li rendono preferibili in determinate applicazioni, e di supporto alle batterie in altre. In genere, non si troverà mai il componente ideale di superCap per la propria applicazione, ma sarà necessario realizzare un gruppo di componenti (con collegamenti serie e parallelo) partendo dalle celle basi disponibili in commercio. Tale scelta, che dal punto di vista teorico e ideale non ha alcuna conseguenza, dal punto di vista pratico inizia a scontrarsi con le tolleranze di produzione dei componenti. Di fatto, sarà sempre necessario tener conto dei parametri intrinseci della tecnologia, e non meno della tolleranza nei valori di capacità.

ATTENZIONE: quello che hai appena letto è solo un estratto, l'Articolo Tecnico completo è composto da ben 1891 parole ed è riservato agli abbonati PLATINUM. Con l'Abbonamento avrai anche accesso a tutti gli altri Articoli Tecnici MAKER e PLATINUM e potrai fare il download (PDF) di tutti gli EOS-Book, Firmware e degli speciali MONOTEMATICI. ABBONATI ORA, è semplice e sicuro.

Abbonati alle riviste di elettronica

3 Commenti

  1. plotino plotino 11 febbraio 2015
    • Daniele Valanzuolo daniele.vln 11 febbraio 2015
  2. plotino plotino 27 febbraio 2015

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti e ricevi GRATIS
Speciale Pi

Fai subito il DOWNLOAD (valore 15€) GRATIS