Le soluzioni ottiche per applicazioni spaziali

Le tecnologie laser vengono impiegate per condurre misure di alta precisione dello spazio tra un osservatore sulla Terra e un ricevitore ottico posto su un satellite. Nel corso degli anni, queste tecniche free-space hanno beneficiato di una serie di miglioramenti sia nella tecnologia ottica che nella modellazione dei dati.

Introduzione

La comunicazione ottica free-space ha attirato la massima attenzione per una varietà di applicazioni, come la comunicazione tra i satelliti. Nella maggior parte dei sistemi a spazi liberi, la sorgente luminosa del trasmettitore è modulata in intensità per codificare i segnali digitali. In questo contesto si sono sviluppate varie tecniche per studiare le dinamiche spaziali del sistema Terra-Satellite/Luna particolarmente importanti per la fisica gravitazionale e studi dell'interno lunare. L’impiego principale lo troviamo nella stima di una variazione temporale della costante gravitazionale e per testare predizioni di varie teorie alternative di gravità. Dal 1969 numerosi esperimenti con array CCR (Cube Corner Retroreflector) hanno fornito test significativi della relatività generale: hanno valutato la Precessione Geodetica, sondato il principio dell'equivalenza debole e forte, e determinato il parametro Parametrized Post Newtonian (PPN).
[...]

ATTENZIONE: quello che hai appena letto è solo un estratto, l'Articolo Tecnico completo è composto da ben 1515 parole ed è riservato agli abbonati MAKER. Con l'Abbonamento avrai anche accesso a tutti gli altri Articoli Tecnici MAKER e potrai fare il download (PDF) dell'EOS-Book del mese. ABBONATI ORA, è semplice e sicuro.

Abbonati alle riviste di elettronica

Scrivi un commento

EOS-Academy