L’unione fa la forza

Le numerose acquisizioni/fusioni hanno portato decisamente ad una nuova era nel settore dell'elettronica, con molte aziende che scelgono di rafforzarsi per incrementare la posizione nel mercato e le loro capacità tecniche. La Microchip Technology con l'acquisizione di Atmel garantirà ulteriori soluzioni a microcontrollore per consentire prodotti innovativi e competitivi. Forse quella che viene messa più in risalto è l'accordo tra Intel ed Altera che porterà ad una nuova generazione di processori con FPGA e la possibilità, per Intel, di aprire numerosi scenari nel campo IoT e non solo. L'unione fa la forza, e i prossimi processori Xeon con FPGA integrati dovrebbero essere il fiore all'occhiello di questo mercato sempre più in rapida espansione.

L'acquisizione di Altera da parte di Intel è un piano strategico assolutamente fantastico. Le FPGA stanno guadagnando terreno nei data center e se Intel dovesse integrare con successo le FPGA all'avanguardia nei suoi microprocessori Xeon, questo dovrebbe consentire a Intel di difendere la propria quota di mercato ma anche un deciso miglioramento nel settore dei data center così come in quello dell'Internet delle cose (IoT). Il miglioramento delle prestazioni in termini di die ha condotto molte aziende a rivolgersi ad acceleratori (FPGA e GPU) per aumentare la velocità del processore, si prevede di ottenere un aumento di circa il 30% -50%. L'obiettivo è, quindi, quello di combinare le due soluzioni (FPGA e CPU) in un unico chip portando nuove funzionalità. La personalizzazione delle CPU permetterà ad Intel di competere anche con le soluzioni ARM per data center e con il consorzio OpenPower della IBM. Le FPGA potrebbero offrire oltre al doppio delle prestazioni, anche una decisa riduzione dei consumi energetici. La difficoltà potrebbe risiedere nella loro programmazione, ma i nuovi tool di integrazione dovrebbero accelerare il processo e ridurre il time-to-market.

Il nuovo modello di calcolo eterogeneo per sistemi di computer del futuro potrebbe consistere in una configurazione CPU + FPGA, con applicazioni che riguarderanno sempre di più il settore dei data center e deep learning.

Le FPGA sono dispositivi che si adattano meglio nei data center per la notevole accelerazione hardware, e certamente in molti casi sono molto meglio di una GPU e, grazie ai suoi consumi molto bassi, di una CPU. Una battaglia anche a colpi di FPGA e GPU, con le prime maggiormente preferite anche per la loro latenza decisamente inferiore a quella delle GPU. L'accordo tra Microchip ed Atmel pone fine ad una serie di offerte per l'acquisizione di Atmel (vedi quella di Dialog Semiconductor). Microchip e Atmel hanno una forte tradizione di innovazione, che si estende attraverso soluzioni di microcontrollori, analogiche, touch, di connettività e memorie.
La loro unione, combinando a sua volta i portafogli di prodotti, permetterà di offrire una gamma più ampia di opzioni di soluzione.
Microchip e Atmel continueranno a produrre e fornire supporto per i loro dispositivi esistenti anche in futuro, ma con tante opportunità per unire al meglio il mondo dei micro AVR con i PIC in una piattaforma microcontroller impressionante. Ma le fusioni non finiscono qua. Ormai è confermata,

NXP e Freescale hanno unito le loro forze sotto un'unica azienda.

La fusione permetterà alla NXP di assemblare una gamma di applicazioni automotive discrete in sistemi più completi che si basano su processori Freescale. Il settore automobilistico, insieme con IoT, è destinato a crescere notevolmente nei prossimi anni.  Grazie ad una migliore sensoristica di bordo, computer e reti, le automobili stanno diventando sempre più smart. La nuova azienda sarebbe un concorrente più grande per Texas Instruments nei mercati dei chip analogici, microcontrollori e altri tipi di semiconduttori che si rivolgono sempre più in dispositivi elettronici di uso quotidiano. Nei giorni scorsi Skyworks solutions ha comunicato il ritiro dell'offerta per PCM Sierra, derivante dal fatto che il colosso americano Microsemi con una importante offerta si è aggiudicato l'acquisizione. PMC Sierra sta guidando l'innovazione attraverso nuove soluzioni di memorie, ottiche e reti mobili. Le soluzioni altamente integrate aumenteranno le prestazioni dei sistemi con servizi di nuova generazione per accelerare la trasformazione della rete. Questa acquisizione fornirà a Microsemi una posizione leader nelle soluzioni di storage scalabili per data center e applicazioni cloud, mentre contribuirà con l'aggiunta di un nuovo portafoglio complementare di prodotti di altissima qualità.

Scrivi un commento

EOS-Academy