Termocamera VOLTCRAFT PT-32

La termocamera permette di ottenere una distribuzione senza contatto della temperatura su superfici, indicando punto-punto il valore come misurazione diretta. La telecamera Voltcraft può essere impiegata per svariati materiali e superfici in diverse applicazioni.

Introduzione

Una fotocamera termografica (chiamata anche fotocamera a infrarossi o fotocamera termica o termocamera) è un dispositivo che forma un'immagine utilizzando radiazioni a raggi infrarossi, simile a una fotocamera comune che forma un'immagine con luce visibile. Invece dell'intervallo di 400-700 nanometri della telecamera a luce visibile, le telecamere a infrarossi funzionano con lunghezze d'onda fino a 14.000 nm (14 μm).  In linea generale, la radiazione più infrarossa viene emessa come radiazione corpo-nero. Una telecamera speciale può rilevare questa radiazione in un modo simile in cui una telecamera normale rileva la luce visibile. Il livello di luce ambientale non influenza la misura, ottenendo anche una buona stima della temperatura in condizioni di oscurità totale. Ciò lo rende utile per le operazioni di soccorso in edifici di fumo e sotterranei.  Una grande differenza con le telecamere ottiche sono le lenti di messa a fuoco che non possono essere fatte di vetro, devono essere utilizzati materiali speciali come i cristalli di germanio o zaffiro. Le lenti al germanio sono anche piuttosto fragili, quindi spesso hanno un rivestimento duro per proteggerle contro il contatto accidentale.

Caratteristiche

La telecamera termica Voltcraft consente di visualizzare la distribuzione della temperatura sulle superfici, modificando a piacimento le tavolozze dei colori al fine di rendere più facile l'analisi. Con le sue 6 combinazioni di colori selezionabili, la PT-32 offre una soluzione per tutte le applicazioni. Tramite una scheda SD rimovibile, possono essere salvate le immagini termiche con i dati di temperatura e timestamp. In questo modo è possibile una valutazione in un momento successivo dei dati di misura (figura 1).

Figura 1: Termocamera Voltcraft

 

Le principali caratteristiche possono essere riassunte nei seguenti punti:

  • Display: 2,2" (5,6 cm), 320 x 240 Pixel.
  • Memorizzazione su schede MicroSDHC.
  • Valori emissioni regolabili.
  • Unità temperatura ºC / ºF.
  • Valori max./min.
  • Scala cromatica, luminosità LED e temperatura retro regolabili.
  • Galleria immagini.

Incluso nella scatola abbiamo una custodia, la batteria Li-Ion 3.7V, 1400mA, l'alimentatore USB con cavo, un treppiede per meglio controllare la postazione fissa, una SD da 4GB con adattatore SD e il manuale. In tabella 1 riportiamo le principali caratteristiche tecniche: il campo di misura si estende da +300 °C fino a -20 °C con una precisione di 2°C e una interfaccia display TFT.

Ottica 38° x 38°
Lunghezza - Profondità 125 mm
Livello di emissioni (min.) 0.10
Risoluzione del display 320 x 240 Pixel
Tipo PT-32
Messa a fuoco Fuoco fisso
Frequenza immagine 9 Hz
Peso 494 g
Campo di misurazione temperatura (max.) +300 °C
Campo di misurazione temperatura (min.) -20 °C
Min. distanza di focalizzazione 50 cm
Memorie 24000
Tensione di alimentazione Batteria Li-Ion, 100 - 240 V/AC
Matrice bolometrica 32 x 31 Pixel
Display TFT a colori
Categoria Termocamera
Interfacce microSD
Precisione di base ± °C 2 °C
Livello di emissioni (max.) 1.00
Sensibilità termica 150 mK
Larghezza 58 mm
Combinazioni di colori 6
Altezza 205 mm
Precisione ± 2 %

Tabella 1: caratteristiche tecniche della termocamera voltcraft

L'immagine termica può essere di 0-100% in fasi del 25%, ottenendo un miglior orientamento e una visualizzazione dei dettagli nei mini particolari. La compensazione delle riflessioni sono rilevati da un sistema di controllo riducendo così gli errori di misura. Le aree dei picchi di freddo e caldo appaiono nell'immagine come marcatore diretto. In questo modo è più veloce avere una panoramica della distribuzione del calore (figura 2).

Figura 2: display della termocamera con le varie indicazioni

Termografia

La quantità di radiazione emessa da un oggetto aumenta con la temperatura; quindi, la termografia permette di vedere variazioni di temperatura. Gli oggetti caldi si distinguono bene dagli ambienti più freddi; gli esseri umani e gli altri animali a sangue caldo diventano facilmente visibili di giorno e notte. Di conseguenza, la termografia è particolarmente utile per i militari e gli altri utenti delle telecamere di sorveglianza. La termografia utilizza una telecamera speciale per misurare la temperatura della pelle sulla superficie del seno. È un test non invasivo che non comporta alcuna radiazione.  La termografia si basa su due idee: poiché le cellule tumorali crescono e si moltiplicano molto velocemente, il flusso di sangue e il metabolismo sono più elevati in una zona tumorale.  Inoltre, mentre il flusso di sangue e il metabolismo aumentano, la temperatura della pelle aumenta. La American Cancer Society non raccomanda la termografia in sostituzione della mammografia. La termografia può essere utilizzata per integrare informazioni da un mammografo e aiutare a identificare i tumori che sono vicini alla pelle.

Conclusioni

Una termocamera a infrarossi rileva l'energia emessa da un oggetto, e converte il tutto in un segnale elettronico visivo affinchè si possa avere una rappresentazione schematica della distribuzione di calore. Una termocamera può essere impiegata per monitorare l'andamento termico di un oggetto ma anche per valutare problemi legati all'emissione di calore. Una telecamera termica è in grado di eseguire algoritmi per interpretare i dati e costruire un'immagine. Anche se l'immagine mostra sul display una approssimazione della temperatura, la fotocamera utilizza in realtà più fonti di dati in base alle aree che circondano l'oggetto per determinare tale valore anziché rilevare la temperatura effettiva

LA TELECAMERA VOLTCRAT PT-32 E' DISPONIBILE A CATALOGO CONRAD CON SPEDIZIONI 24H

 

9 Commenti

  1. Giovanni Di Maria Giovanni Di Maria 13 ottobre 2017
  2. Riccardo Ventrella Riccardo Ventrella 13 ottobre 2017
  3. Maurizio Di Paolo Emilio Maurizio Di Paolo Emilio 17 ottobre 2017

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *