Costruire da zero il proprio controller MIDI

fai da te controller MIDI

Costruire da zero il proprio controller MIDI con una vecchia valigia è il grande sogno degli "audiofili". Grazie a questo tutorial il sogno diventa realtà!

Creare da zero il proprio controller MIDI simil professionale partendo da una vecchia valigia è l’obbiettivo di questo articolo. Il risultato che ci poniamo è illustrato nella figura in alto.

Di seguito il materiale necessario:

    - 1 hub USB

    - 1 tastiera QWERTY

    - 1 nanocontroller della Korg

    - 1 valigetta simil ventiquattrore

    - cavetti di collegamento in rame isolati

    - 3 fader lineari 10K ohm da 60mm

    - 33 potenziometri a manopola da 10K ohm

    - 9 switch di selezione

    - 55 tasti

Supponendo di dover comprare tutto il materiale si potrebbe spendere intorno ai 300€. L’idea di base del progetto è molto semplice: si parte da un controller MIDI USB come quello in figura sotto

e dal PCB di controllo di una tastiera USB, i due dispositivi sono collegati ad un hub USB per il segnale di uscita e non resta che gestire opportunamente i collegamenti della tastiera e del controller MIDI. Quindi la logica di gestione ed elaborazione del segnale è già disponibile, non resta che fare i dovuti collegamenti e creare il proprio banco di gestione.

Partiamo dunque dal "sacrificio" della tastiera USB. Come già descritto in un precedente articolo la tastiera è composta da una matrice di sensori. Smontarla e tenere solo la PCB con il circuito di decodifica dei tasti. Prendere nota dei collegamenti del PCB relativi ad ogni tasto della tastiera come ad esempio nel foglio riportato nella immagine sotto.

Lista collegamenti tastiera

Tenere traccia di tali collegamenti è fondamentale per il corretto funzionamento del sistema che andremo a costruire.

Saldare sulla PCB della tastiera i cavetti di collegamento come in figura sotto.

Tenere traccia della corrispondenza tra cavo e segnale pilotato con la pressione del tasto.

Passiamo adesso alla gestione del MIDI controller. Per prima cosa smontarlo e rimuovere le coperture di protezione dei regolatori di tono/volume come in figura 1 sotto.

Ripetere l’operazione per tutti i connettori di regolazione ottenedo una situazione simile a quella riportata in figura 3 sopra. Collegare i potenziometri ai connettori di regolazione del controller MIDI come in figura 4 sopra.

 

Passiamo adesso alla preparazione del banco di gestione. Forare opportunamente, in base alla posizione desiderata dei tasti la valigia o la scatola che si vuole usare ed ornarla a proprio piacimento, ottenendo un risultato simile a quello riportato in figura sotto.

Adesso viene la parte più difficile… cioè inserire il tutto nel banco di gestione ed effettuare i dovuti collegamenti con i tasti che costituiranno la tastiera di controllo del nostro sistema. Consiglio di andare per gradi, collegando gruppi logicamente diversi di cavi per volta utilizzando se possibile cavi di colore diverso per distinguerli. Adottando questo "pattern" in stile dividi et impera le fasi di stesura dei cavi sono riportate nelle figure sottostanti.

Una possibile disposizione dei tasti di controllo con relativo significato è riportato in figura sottostante.

Da un punto di vista dei costi e del tempo richiesto per l’intera opera non vi è ovviamente confronto con un controller MIDI come quello da cui siamo partiti, il vantaggio di tale soluzione è la possibilità di personalizzare l’aspetto esterno del sistema dando completa libertà estetica al progettista. In molti ambiti anche l’occhio vuole la sua parte e poter usuffruire delle prestazioni di un prodotto commerciale con uno stile personalizzato è un risultato da non trascurare. Inoltre non solo l’aspetto estetico è lasciato alla libertà del progettista, che in tal caso gioca anche da designer, ma anche il sistema logico di controllo può essere scelto in base alle proprio esigenze. Come sempre, costruirsi il proprio strumento è tutto un altro divertimento

STAMPA     Tags:,

10 Comments

  1. Salvatore.Solinas 25 febbraio 2014
  2. Michele.Merlonghi 24 luglio 2014
  3. Michele.Merlonghi 25 luglio 2014
  4. Berni 4 luglio 2011
  5. luca.tomba.3 9 dicembre 2013
  6. Emanuele 1 luglio 2011
  7. linus 1 luglio 2011
  8. Daniele.Esposito 14 gennaio 2014
  9. Emanuele 30 gennaio 2012

Leave a Reply