EOS Zero: premiazione Oscillandia e Brainstorming

Premi Oscillandia

Si è svolto sabato scorso il primo incontro degli utenti del Blog/Forum Elettronica Open Source. L’agenda (molto open) comprendeva sia la premiazione del contest Oscillandia che suggerimenti per il Blog e proposte di di nuove idee.

Per scelta interna, è stato deciso di promuovere l’evento il minimo indispensabile al suo svolgimento (da qui il nome ‘Zero’) con un programma aperto (open) per lasciare appunto spazio a tutti e poter interagire più a fondo con i partecipanti, cosa impossibile in caso di affollamento.
Quindi dopo le presentazioni, per superare quelle barriere digitali che la rete ci impone, siamo entrati in contatto…umano.

Suggerimenti per il Blog

Da un primo scambio di idee è emerso che sul Blog si vorrebbero vedere articoli riguardanti le normative con approfondimenti relativi alle norme da applicare nei vari settori (erano presenti due esperti in Normative Avioniche (Najro) e Norme Nautiche (Geo).
Inoltre è stato proposto di pubblicare articoli sulla gestione del progetto, in particolare sulle normative relative alla documentazione, al montaggio ed anche nella pratica, su come deve essere redatta una part-list con approfondimenti anche sulla gestione dei requisiti di un progetto elettronico.

Si è parlato anche di quanto gli argomenti “normativi” possano essere talvolta noiosi, ma si devono anche “educare” i lettori a letture impegnate, soprattutto se questo potrà avere riscontri positivi professionali (e non solo). Da qui il mio impegno personale a trovare il modo di alleggerire le letture sulle norme, per farle sopportare meglio a tutti i lettori.
In cima alle priorità, la onnipresente Marcatura CE.

Da qui anche l’importanza della logica e del buon senso durante lo sviluppo di un progetto elettronico. Se, ad esempio, stiamo realizzando un ingresso optoisolato, con relativo integrato optoisolatore che garantisce 3750 Volt di isolamento grazie al suo package DIP, NON possiamo far passare una pista sotto i suoi piedini quando sbrogliamo il pcb. E questo è un esempio di primo passo per una progettazione sana ed… a norma.

E’ giunta anche una richiesta di articoli sul’elettronica di base. Inizialmente la mia risposta non è stata positiva in quanto il tema è abbastanza trattato online, basti pensare a Wikipedia ed alla miriade di corsi base di elettronica. Riconsiderando però la proposta nell’ottica del buon senso precedente, forse in futuro tratteremo l’argomento ‘elettronica di base’ perche le basi dell’elettronica sono anche quelle che ci fanno realizzare un piano di massa corretto e/o mettere i condensatori di alimentazione vicinissimi alla Vcc degli integrati.

Anche i metamateriali hanno riscosso un discreto successo e quindi sicuramente ne parleremo prossimamente.

Idee e proposte: nel vivo del braistorming

La parte sicuramente più coinvolgente è stata quella relativa alle nuove idee. Da buon tecnico, ora procedo per punti, in quanto ognuna merita una presentazione apposita dalla quale potranno poi partire numerose attività:

1) Progetto collaborativo Open Source

L’idea dello sviluppo ‘from scratch’ di un progetto elettronico Open Source, complessivamente, sia lato tecnico che gestionale, è piaciuta molto in particolare a Divivoma e GiovanniGiomini, ma anche molti altri sono stati favorevoli. Nei prossimi giorni ne parleremo in un post dedicato.

2) Vendita diretta di hardware nello store.emcelettronica.com

Insieme a Telegiangi61 studieremo una forma di collaborazione per vendere online la scheda di gestione delle telecamere digitali. Questo servirà anche come modello procedurale per un possibile sbocco ‘business’ del progetto collaborativo di cui sopra.

3) Repository di firmware, routine, e file di progetto con Download a fronte di un micropagamento

Questa porebbe essere la killer-idea.
Sulle orme di Apricancello GSM, tastiera 4×4 RS232 etc. l’idea è quella di ‘aprire’ a tutti la possibilità di inserire file da scaricare dietro un micro pagamento. Soluzione sicuramente utile per gli utenti business che in pochi secondi possono avere (ad esempio) a disposizione la routine di cui necessitano, senza perdite di tempo. Forse la troveranno anche online, forse sarà ben commentata, forse sarà funzionante, forse faranno fatica a comprenderne la documentazione in inglese… tutti questi forse possono essere sostituiti con certezze, in cambio di pochi euro.

Appena emersa l’idea, il primo pensiero che mi è venuto in mente, è stato verso Steve Jobs. In particolare una sua frase che in sostanza affermava: perchè dovrei perdere tempo a scaricare un mp3 su siti di dubbia reputazione e con dubbia qualità sonora e con certezza di illegalità quando per 99 cent posso farlo da iTunes?
Pur non avendo mai amato il personaggio bisogna dargliene atto, il suo modello di business è sotto vari aspetti vincente.

Elettronica Open Source sarà anche garante del corretta gestione delle transizioni, essendo una terza parte (del tipo ‘escrow’).
Che dire… partiremo presto con questo modello di repository (preparate i files!)

Infine un importante quesito di Geo su come risolvere una problematica relativa al posizionamento/localizzazione delle slot cars machines ma anche a questo dedicheremo un post specifico prossimamente.


foto di gruppo

L’incontro è terminato con le rituali foto di gruppo! Sono molto contento di questo incontro Zero, 9 partecipanti tutti con storie, idee e proposte interessanti.


Emanuele con i primi due classificati: Divivoma e PieroBoccadoro)

Grazie a tutti e.. al prossimo incontro!

STAMPA     Tags:,

12 Comments

  1. Ionela 17 gennaio 2012
  2. Emanuele 17 gennaio 2012
  3. Vittorio Crapella 17 gennaio 2012
  4. divivoma 17 gennaio 2012
  5. Giovanni Giomini Figliozzi 18 gennaio 2012
  6. Emanuele 18 gennaio 2012
  7. Edi82 Edi82 18 gennaio 2012
  8. telegiangi61 18 gennaio 2012
  9. capsula2003 18 gennaio 2012
  10. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 18 gennaio 2012
  11. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 18 gennaio 2012
  12. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 13 luglio 2013

Leave a Reply