Home
Accesso / Registrazione
 di 

La Siemens rende obsoleta l'elettronica per la ricarica delle batterie delle auto

La Siemens rende obsoleta l'elettronica per la ricarica delle batterie delle auto

Al Salone di Ginevra che è cominciato 4 marzo e terminato il 14 marzo, la Siemens ha presentato i nuovi componenti chiave per Electromobility. Tra le altre iniziative nei suoi stand espositivi, la società presenta un sistema di ricarica per la batteria dell'auto integrato con rispettivo software e un concetto nuovo di motore elettrico per auto sportive.

Il nuovo sistema di ricarica di Siemens

Ruf Automobile GmbH, Pfaffenhausen, in Germania, è nota per le esclusive auto sportive artigianali, auto sportive fatte a mano e raffinati veicoli di alta fascia, sulla base di veicoli Porsche. Ruf ha già una vettura nel proprio catalogo che combina un corpo Porsche con un all-Powertrain elettrico. Nel proprio stand al Salone di Ginevra, la società mostra il suo "eRuf Greenster" veicolo mosso da un motore elettrico doppio sviluppata da Siemens.

A differenza con le auto elettriche esistenti sul mercato, questi motori elettrici sviluppati da Siemens possono direttamente caricare la batteria da 400V ad alta tensione, eliminando la circuiteria elettronica costosa che controlla in genere il processo di ricarica della batteria dell'auto elettrica. Con questo nuovo modo di alimentazione del motore elettrico dei veicoli elettrici sviluppato da Siemens rende obsoleto, dunque, il sistema basato sull'elettronica.

Ma la Siemens continua a sviluppare anche vecchi sistemi di ricarica

Nonostante la Siemens abbia messo in mostra questo nuovo sistema di ricarica, non ha comunque rinunciato alla progettazione e alla realizzazione di stazioni di ricarica tradizionali: anche a Ginevra, al Salone, la Siemens ha mostrato un progetto per la realizzazione di una stazione di ricarica dove si possono caricare diversi veicoli nello stesso momento.

Questo è composto da un stazione centrale a cui sono collegate numerose stazioni “satelliti”. La parte che più è interessante dell'intero progetto della stazione di ricarica è il software di controllo che raccoglie, elabora e trasferisce i dati relativi ai veicoli dei clienti che stanno ricaricando la batteria elettrica e il processo di carica in modo che questi dati possano essere utilizzati in sistemi di elaborazioni dei dati a fini commerciali.

Anche al CeBIT, la fiera che si tiene ad Hannover, la Siemens aveva puntato il focus sul processo di ricarica della batteria illustrando il concetto di come la società voglia far progredire la tecnologia che gira intorno al concetto di ricarica della batteria elettrica delle vetture elettriche che rimane un problema centrale nello sviluppo di questo tipo di alimentazione per veicoli.

Il sistema messo a punto da Siemens è stato progettato per interagire con le reti intelligenti, le smart grid, ed è in grado di integrare in un unico sistema elettronico il potere e le funzioni di comunicazione.

Sotto il profilo strettamente funzionale, con questo sistema di ricarica e il software integrato si chiude il gap di interrelazione tra le componenti della rete elettrica, il sistema di potenza interno alla vettura, i sistemi di gestione e monitoraggio del traffico, i dati relativi al cliente proprietario della vettura e il processo di pagamento. Questo processo è un elemento molto importante per le reti intelligenti perché permette a queste di spedire, controllare e tenere sotto controllo i flussi di energia tra la rete elettrica e i veicoli elettrici.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 3 utenti e 27 visitatori collegati.

Ultimi Commenti