Aerei senza equipaggio: controlli da terra sempre più sofisticati

Gli aerei senza equipaggio (detti UAV, unmanned aerial vehicle) sono un grande vantaggio per le forze armate degli Stati Uniti sia in Afghanistan che in Iraq, dal momento che offrono sorveglianza, ricognizione e precisione negli attacchi.

L’utilizzo di questi velivoli sta crescendo sia nei campi di battaglia che nell’ambito domestico per il monitoraggio del tempo, le ricerche della NASA e l’ausilio alle forze dell’ordine. Gli UAV svolgono tutte queste funzioni per mezzo di controlli remoti che avvengono a migliaia di Km di distanza da sofisticate stazioni di controllo a terra. Ed è proprio su di esse che si sta lavorando per renderle il più possibile affidabili e iniziare una nuova era della guerra nei cieli.

"Una stazione di controllo per UAV ha due console: una per l'operatore dell'aereo e l'altra per l'operatore payload", ha dichiarato Ed Walby, Direttore alla HALE Systems Enterprise. "Il pilota può controllare completamente l'aereo senza un joystick", ha continuato Walby. "Il pilota controlla l'aereo con un mouse ed una tastiera da computer, questi sono i dispositivi di controllo!"

STAMPA     Tags:,

3 Commenti

  1. Rossella De Marchi 22 gennaio 2011
  2. bustale 22 gennaio 2011
  3. Wales8686 1 febbraio 2011

Scrivi un commento